AC75: come sono i ruoli?

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

AC75: come sono i ruoli?

By Sailingsardinia   /     giu 03, 2020  /     Varie  /  

teamcscrittes-e1581088308773Gli AC75 ormai li abbiamo visti navigare in tutti i modi e spesso (per chi ha la fortuna di vivere a Cagliari) li abbiamo visti dal vivo. Li abbiamo visti impruare, impennare, scuffiare, delfinare, volare, ecc. e abbiamo teorizzato in mille modi su ogni video/foto comparso online.

Ma ancora nessuno ha spiegato bene, a noi velisti della Domenica, quali siano i compiti di ogni membro dell’equipaggio e qual’è l’organizzazione a  bordo. Raccogliendo le voci di banchina sentite a Cagliari, abbiamo provato a fare uno schema su come sia organizzato a bordo un team di AC75, con i ruoli di ogni membro del team. È fondamentale sottolineare, che sono considerazioni fatte sentendo voci spesso di seconda e terza mano perché , in Coppa America,  il segreto professionale è sacrosanto.

 

sdasss32007998051581952_oTimoniere/i. A bordo ci sono due timonieri che hanno il compito di governare la barca nelle due dimensioni: destra/sinistra e cabrata/picchiata. Luna Rossa sembra orientata a tenere i timonieri ognuno in un lato e quello che non “guida”, da sottovento, è al controllo dei foil.

Gli altri team sembrano aver scelto di avere un unico timoniere e la gestione dei foils è lasciata ai due randisti che rimangono ognuno in un lato: quello sopravvento regola la randa, quello sottovento le ali. Questi tre personaggi, vista la velocità della barca, hanno anche il compito di gestire la regata dal punto di vista tattico, proprio perchè le decisioni vanno prese in una frazione di secondo, in un campo di regata, blindato dai confini laterali,  che permette ben pochi virtuosismi tattici

fccff03c-ab0f-4d15-a254-ae88872ca532Il randista ha un joystick  con cui comanda tutte le regolazioni della vela principale,  utilizzando l’energia pompata nell’impianto idraulico dai grinder. Schiacciando un bottone, il randista, cazza, lasca, sposta carrello, controlla il twist ecc. 

Le due rande parallele poi nascondono altre regolazioni interne che permettono di ottimizzare ogni metro quadro di tela. Qualche team potrebbe avere la configurazione con due randisti che, come detto prima, si alternano alla randa e ai foils. Nella configurazione con un solo randista, lui è l’unico che si sposta da un bordo all’altro nei cambiamenti di mura. Unica cosa certa è che il randista è il più odiato dai grinders che sono costretti a produrre energia ogni volta che viene richiesta.

82428787_1745604708908259_8580337968613425152_nGrinder. Le quattro postazioni dei grinder sono occupate da otto velisti addetti alla produzione di energia. Tranne che per la movimentazione dei bracci dei foils (c’è un motore elettrico), tutto è regolato con l’impianto idraulico e ogni volta che il randista o il trimmer muovono qualcosa, un segnale avvisa i grinder che c’è la necessità di mettere  pressione nell’impianto. Due grinders (uno per lato) hanno il compito di regolare la vela di prua che sembra avere una gestione meno extraterrestre rispetto alla randa, con due winch separati che, per regolamento di stazza, servono per fare le virate “normali”: si molla una scotta e si cazza l’altra, come nelle barche che conosciamo tutti noi.

93258627_2747747835343868_2833475175977058304_oQuesti sono i velisti a bordo ma parte dell’equipaggio non sale in barca e negli allenamenti seguono l’uscita sui mezzi (minimo due) che stanno di fianco alla barca in ogni sessione in mare. È sicuramente riduttivo pensare che l’equipaggio sia formato dai soli undici velisti a bordo…

 

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami