Alessandro Sabino è il primo Campione Sardo Virtual

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Alessandro Sabino è il primo Campione Sardo Virtual

By Sailingsardinia   /     apr 27, 2020  /     Varie  /  

94977544_1581589291994706_6498930726015074304_nSi è concluso domenica scorsa il primo Campionato Zonale di Virtual Regata
Leader della prima edizione è stata “Mascalzone Sabino”, timonata da Alessandro Sabino, porta colori del Circolo del Mare Fertilia, che si è posizionato davanti al “Botta Dritta” timonata da Camillo Di Fraia di La Maddalena dello Yacht Club Porto Rotondo. Terzo sul podio virtuale “4 Mori”, timonata da Enrico Strazzera dello YachtClub Cagliari.

Sulla scia del trofeo Interzonale “Mille e una vela” magistralmente organizzato dalla FIV – Federazione Italiana Vela, il Comitato Terza Zona Sardegna e su iniziativa del consigliere Marco Frulio e del Presidente, ha pensato di replicare, in scala regionale, l’evento che ha portato in un mare virtuale tantissimi velisti di ogni età ed esperienza, per una volta ad armi pari nel tentativo di raggiungere e conquistare un tanto ambito trofeo (anche questo virtuale!)

Virtual Regatta è una piattaforma online per la pratica gratuita dell’E-sailing, ovvero le regate virtuali. La specialità della vela fa parte degli e-sports del Comitato Olimpico Internazionale, ed è riconosciuta da World Sailing. Le regate basate su questa piattaforma hanno molta attinenza con quelle reali e, come quelle, una buona partenza, un bordeggio azzeccato, la scelta del lato favorito e soprattutto il rispetto delle regole sono gli elementi che permettono di primeggiare sugli avversari.

L’Italia è una tra le nazioni prime al mondo nella pratica del gioco e può vantare tra i suoi praticanti  il Campione mondiale in carica (Velista71) Filippo Lanfranchi.

Sono stati oltre 240 gli iscritti al Campionato Zonale (e circa 90 che hanno fatto  richiesta a termini oramai scaduti) a testimonianza della voglia di attività velica che c’è in Sardegna. Questa manifestazione è stata la prima in assoluto nel suo genere nell’isola e si è articolata in una fase preliminare con batterie divise per Classi veliche di provenienza (Altura, Doppi, Hobie Cat, J24, Laser, Optimist, Open Skif e Windsurf) e una fase finale in cui i migliori di tutte le categorie si sono sfidati tra loro per eleggere il primo Campione sardo di E-sailing.

Nella fase preliminare sono stati i responsabili delle classi a gestire le batterie di selezione mentre la fase finale è stata gestita dal Comitato terza Zona con il supporto fondamentale dei tecnici zonali Tarquinio Marco Badessi, Piermauro Magnano e Daniele Murru. Ad essi si è affiancata Francesca Melis che tra l’altro ha curato la parte grafica della fase finale oltre a gestire la comunicazione sul sito della III Zona.

94571714_1581589298661372_8842560144534405120_nAlle 16:00 di domenica i 18 finalisti, qualificatisi tra gli 80 semifinalisti, hanno dato vita ad un adrenalinico pomeriggio.  Per loro sono state sette le prove disputate, negli scenari virtuali di Cagliari e Porto Cervo, con tre tipi di imbarcazioni diverse (J70, Star, OffShore Racer). La diversità di mezzo tra una prova e l’altra ha permesso ai giocatori di far emergere le peculiarità di condotta di ciascuna imbarcazione e premiato contemporaneamente il regatante più “completo”.

Sino all’ultima prova era in testa, con ampio margine, il maddalenino Camillo DiFraia ma, nell’ultima prova, è incappato nella più grande paura di tutti i giocatori di Virtual Regatta: la disconnessione. Essendo un gioco on-line, ed essendo l’accesso al campo di regata assicurato dalla piattaforma, ogni tanto capita che un giocatore scompaia dal campo di gara e, per un evento di questo tipo, viene assegnato un punteggio pari all’ultimo classificato più un punto. Neanche la concessione dello scarto del punteggio peggiore, prevista nel bando della manifestazione, ha permesso al velista tesserato con lo Yacht Club Porto Rotondo di mantenere la testa della classifica (3,2,5,1,12,2,DNF i suoi parziali). La vittoria è dunque andata al più costante della manifestazione e cioè ad Alessandro Sabino (2,7,7,6,2,6,1) che, con la vittoria nell’ultima prova, ha trionfalmente festeggiato un ottimo campionato.

50810156_10218013149301844_6709146332654731264_nAlessandro: “È da un po’ di tempo che “navigo” con questo giochino, ma a causa dell’emergenza e delle restrizioni sociali che ci obbligano a restare a casa, ha trovato uno straordinario impulso, soprattutto nella nostra zona, dove forse molti già giocavano come me, nell’anonimato del proprio divano, e molti altri lo hanno appena istallato. La cosa più bella di questo modo alternativo di regatare è che si è creato un bel gruppo, siamo oltre 100 che regatiamo e ci scambiamo commenti e trucchetti sulla pagina whatsapp e ci prendiamo anche un po’ in giro. Abbiamo creato quel pontile virtuale che ci fa passare le serate tra appassionati che difficilmente nel mondo reale riescono a trovarsi tutti assieme. La cosa più bella della manifestazione è stata rincontrare vecchi amici, anche se solo virtualmente, con cui non mi sfidavo da tempo sui campi di regata (quelli veri). Come le battaglie con Enrico e Davide che mi hanno fatto ricordare i tempi degli Optimist e dei Laser, anche se li vincevano sempre loro, quindi una soddisfazione in più per me. Bellissima la battaglia finale con Camillo, che fino all’ultima prova stava dominando la classifica, era infatti impronosticabile la mia vittoria all’ultima regata, ma nell’e-sailing la disconnessione è sempre dietro l’angolo, prima dell’ultima prova sapevo che avrei dovuto vincere la prova e Camillo doveva fare peggio di 12esimo. È successo esattamente questo. Ci tengo a ringraziare tutti gli organizzatori della III zona, in particolare Marco Frulio, Marco Badessi, e Francesca Melis che anche nelle finali nazionali sono stati fantastici e hanno sempre avuto parole di incoraggiamento e tifo. Grazie ancora a tutti.”

Sul gradino più basso del podio Enrico Strazzera che deve pagare le prestazioni al di sotto delle sue possibilità nelle ultime due prove (4,5,1,10,4,9,9) senza le quali avrebbe anche lui lottato per la vittoria.

Fuori dal podio ma comunque gra protagonisti anche i giocatori Lorenzo Matta, Davide Schintu, Claudio Sechi e Michele Cocco. Per loro una vittoria di prova che premia comunque l’alto livello raggiunto, anche nelle regate virtuali, dalla vela Sarda.

La premiazione virtuale ha coinvolto il Presidente della Terza Zona FIV Massimo Cortese, al quale va anche un ringraziamento speciale per avere promosso l’attività virtuale e preso parte alla diretta sia su YouTube sia su RadioInternazionale CostaSmeralda.

Questo primo appuntamento è stato trasmesso completamente in diretta da Radio Internazionale, grazie alla puntata speciale del “Circolo dello Sport” brillantemente condotta da Camillo Zucconi, che, durante la trasmissione, ha intervistato i vari partecipanti, i tecnici zonali e i rappresentanti della III Zona tra i quali il Presidente Massimo Cortese.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami