Pietro Porcella e Roberto Fodde su Chico Forti

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Pietro Porcella e Roberto Fodde su Chico Forti

By Sailingsardinia   /     gen 29, 2020  /     Varie  /  

0f1d6b56-238c-4aec-b2c2-dd258424d71dNon vorremmo sembrare in cerca di visibilità tramite il caso di Chico ma forse unico contributo che possiamo dare con un piccolo blog come Sailing Sardinia è quello di tenere vivo l’argomento. Sicuramente anche Pietro Porcella è animato dallo stesso spirito e ci ha inviato la lettera che ha mandato a Chico e Roberto Fodde è la persona che da sempre e in loco ha seguito tutta la vicenda.

LA LETTERA CHE HO MANDATO A Chico Forti

Deerfield Beach Florida 20 Gennaio 2020

Caro Chico,
Ci siamo, siamo vicini alla libertà o perlomeno all’apertura di quel maledetto portone per un trasferimento in Italia…. speriamo.
Finché non vedo non credo.
So’ per certo che QUALCUNO (su indicazioni del Governo) si e’ gia’ incontrato a Talahasse col Governatore della Florida.
In Febbraio si saprà’ qualcosa, entro l’anno (speriamo) ci sara’ la grazia o il trasferimento in Italia e io vorrei tanto esser fuori da quel portone ad abbracciarti qui in Florida.
E poi, magari, d’estate accompagnarti e presentarti nel ‘Chico 2020=Forty Italian Tour ” a salutare e ringraziare chi si e’ commosso per te e ti ha supportato in maniera crescente.
Ricostruiremo quella atmosfera in spiaggia che ben conosci e che ci ha accompagnato in momenti indimenticabili.

Mi rivolgo a chi può… per scriverti, al piu’ credibile tra i tuoi interlocutori perché questa lettera ti giunga.

In realta’ e’ da sei mesi che chiedo di incontrarti ma Tacopina, che ho cercato anche a Natale a New York, mi fa sapere tramite il suo ufficio che non sono tra le 15 persone in lista per visitarti. Magari aggiungimi e ci facciamo anche una partita a backgammon come i vecchi tempi.

I miei post su Facebook, sinceri e veritieri, anche se non rientrano nel circo mediatico che conta, sembrano graditissimi invece dalle centinaia di amici chi ti conoscevano e le migliaia chi ti stanno conoscendo tramite me.
L’obiettivo in fondo e’ lo stesso, chiedere la tua liberazione perche’ non sei colpevole e hai gia’ pagato abbastanza.
Spero che anche tu possa leggere e condividere cio’ che ho scritto e leggere i commenti delle centinaia e migliaia che hanno letto la lunga ricostruzione.

Aspetterò che tu sia fuori per farti tante belle domande.


Anzi magari lo faremo in un libro sulla tua vita scritto a quattro mani, dove per meta’ raccontiamo la tua vita prima della Florida….dalla discesa dal Monte Bondone, al Garda,alle Canarie al tuo primo campionato italiano a Stintino quando ti avevo rubato la tavola prima della gara, al Mondiale Windglider a Messina, a Porto Rotondo e il Golfo di Cugnana da istruttori, agli incontri a Mondello e Porto Pollo alla prima World Cup a Fuerteventura poi a La Torche con Boghos a San Francisco. Ti ricordi il Golden Gate bloccato dal tuo truck con Robby Naish disperato

Anche gli amici di ALBARIA seguono e hanno sempre seguito la triste storia di Chico

per saperne di più CLICCA QUI

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami