Buongiorno, sono il nuovo Campione del Mondo

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Buongiorno, sono il nuovo Campione del Mondo

By Sailingsardinia   /     nov 04, 2021  /     Varie  /  

zzzDSC05176Con le tante categorie che la classe Techno presenta ad ogni regata, il titolo mondiale vinto da Freddy Pilloni a Torbole potrebbe non riscuotere il successo che merita.

Sia ben chiaro: Freddy ha vinto nella categoria più importante, la Under 17, quella più cazzutta, quella dove ci sono i surfisti con più esperienza, quelli che stanno per passare nella categoria olimpica. Lo è sempre stato finora  e ora il cambio classe sarà un pochino più impegnativo perchè i nostri giovani surfisti dovranno passare da una tavola planante (Techno) ad una volante (IQFoil).

000DSC05532-CopiaFreddy ha passato il 2020 e il 2021 scalpitando, perchè il Covid ha frenato la sua brillante carriera tra le categorie giovanili. Il giovane surfista del Windsurfing Club Cagliari inseguiva questo titolo da diverso tempo ed era scritto che prima o poi lo avrebbe portato a casa. E così è stato: alla prima occasione utile, non ha fallito il colpo.

In effetti al Mondiale del Garda aveva solo da perdere perchè si presentava come fresco Campione Europeo, titolo conquistato a fine Agosto nelle fredde acque di Tallin. Freddy era il gran favorito e cedere psicologicamente sarebbe stato facilissimo. Invece è stato una vera roccia, solido sempre, anche quando ha perso punti preziosissimi con la rottura del boma. Questo Mondiale lo doveva vincere lui, punto!zzzDSC05192

Cerchiamo di conoscere meglio questo ragazzo cresciuto alla prima fermata del Poetto, tra le onde del Golfo degli Angeli, onde che ha cavalcato e continua a cavalcare con qualsiasi tipo di tavola

Incominciamo dall’inizio…Come, perchè e quando hai iniziato in windsurf?
Ho iniziato a fare windsurf all’età di 9 anni, al Windsurfing club Cagliari. Mi aveva incuriosita la scuola vela, quindi ho deciso assieme ai miei genitori di provare una settimana di scuola vela durante l’estate. Da lì è nata la mia passione per il mare e per il windsurf.
Freddy…Ma tu sei per metà inglese?
Si mia madre è inglese del Kent però vivo qui in Italia. A casa si parla sia in italiano che in inglese.

Windsurfing Club Cagliari: non c’è giorno che non ci passi. Vivi più li o a casa tua? 
Si, passo la maggior parte della mia giornata al club, quindi posso dire che vivo più li che a casa. La cosa che mi piace di più del club è il fatto di sentirmi sempre a mio aggio, e il fatto di avere tanti esempi atleti professionisti da cui posso trarre ispirazione.

Marta Maggetti, Michele Cittadini, Mattia Onali, Carlo Ciabatti e Freddy Pilloni. Perchè Cagliari sforna sempre ottimi surfisti?
Penso che le condizioni meteo e la location siano il fattore principale che condiziona la bravura di noi surfisti. Cagliari e il Golfo degli Angeli è una delle migliori location del mondo per un velista. Condizioni diverse tutti i giorni che completano un velista. Tant’è che i migliori velisti del mondo tra cui tanti olimpionici scelgono Cagliari come base di allenamento.

Raccontaci della tua squadra e dei loro componenti
La mia squadra è composta da tanti giovani come me. Alcuni stanno traslando verso il mondo del foil. Siamo una squadra molto unita e allegra. Ci divertiamo ad ogni allenamento anche se duro.

Quest’anno titolo europeo, mondiale e quasi mondiale IQ Foil. Si può migliorare una stagione così?
Si quest’anno è stanno un anno quasi perfetto. Si può sempre migliorare da ogni aspetto e punto di vista. Intanto manca ancora un ultima regata a dicembre. Anzi la più importante. Il mondiale isaf al quale sono riuscito a selezionarmi tra tutti gli atleti italiani. Sarà una bella battaglia e non vedo l’ora di combattere!

Ora Mondiale ISAF…
Il mondiale Isaf è un mondiale nel quale partecipa un solo atleta per ogni nazione, sia maschile che femminile. Sono riuscito a selezionarmi grazie ai risultati ottenuti a livello nazionale nella categoria tecno plus (u19), categoria con la quale si gareggerà al Mondiale. Il mondiale sarà in Oman dal 11 dicembre al 17. Sarà una regata bellissima visto che saranno presenti 12 classi veliche diverse. Ogni atleta combatterà per la nations cup ( coppa del risultato intero della nazione in ogni classe) e per il proprio risultato individuale.

Il Covid ti ha letteralmente rubato tanto dalla tua attività in categoria giovanile…
Si purtroppo l’anno scorso è stato un anno “buttato” a causa del Covid . Tutto era pronto per il mondiale ed europeo tecno 293. Sono stati cancellati ma nulla mi ha fermato per prepararmi ancora di più per quest’anno!

158301276_935999640480633_6569906582302004655_nStai organizzando il tuo passaggio nella categoria assoluta?
Si l’anno prossimo passerò nella disciplina del foil. Mi concentrerò principalmente sull’ iqfoil youth (giovanile) e cercherò di completare i miei ultimi anni giovanili sul foil. Allo stesso tempo porterò avanti la preparazione con la tavola assoluta e olimpica per farmi trovare pronto negli anni successivi per la categoria assoluta. La preparazione fisica cambierà oltre all’alimentazione. Gli allenamenti in mare cambieranno totalmente aspetto.

A scuola come va?
La scuola va benissimo. Riesco a far coincidere lo studio con tutti i miei impegni sportivi in modo ottimo. Frequento il liceo scientifico Michelangelo. Sono al secondo anno, e sono nella sezione dello sportivo, perfetto per uno sportivo come me!

Negli allenamenti, quanto incide la preparazione fisica?
La preparazione fisica è fondamentale per questo sport. Chi si trova fisicamente migliore è a un passo in avanti già in partenza. Serve tanto fiato oltre alla forza negli arti superiori. Io accompagno ogni allenamento in mare con una seduta in palestra da 1ora e mezzo nel quale differenzio gli allenamenti.

Mamma e Papà…quanto sono determinanti i genitori per un giovane atleta?
I miei genitori mi hanno sempre supportato e aiutato in ogni momento. Sono sempre stati disponibili, da accompagnarmi ad allenarmi, a portarmi a riparare una vela. Inoltre il costo di questo sport è molto alto quindi senza di loro penso che avrei potuto fare poco. Sono molto fortunato ad avere dei genitori così determinati ad aiutarmi.

Ora, con l’arrivo dei foil, sembra che ci sia un pò di disorientamento nelle categorie giovanile Tavole a Vela…
Si, c’è un po’ di disorientamento. Per fortuna la federazione sta iniziando ad organizzare allenamenti/ raduni giovanili foil. C’è ancora molta confusione per circoli ed allenatori. La questione è chiara: i giovani si tengono sul tecno o si portano subito sul foil?

21558703_107094696704469_6050117078436447614_nTi piace fare wave?
Si tanto! Quando ci sono onde a Chia o ad Oristano io ci sono!

145194604_10226047343516567_1453286734746819795_nSurf da onda?
Pure! L’adrenalina che mi danno tutti questi sport acquatici è immensa è indescrivibile.

Faresti qualche regata in barca a vela?
Si vorrei provare, la sensazione di una regata imbarca a vela!

Pierluigi Caproni, secondo U13. Lo vedi come tuo prossimo avversario?
Pierluigi è sulla giusta strada. È ancora più giovane di me. È difficile determinare il futuro di un giovane atleta fin da subito. Senz’altro potrebbe diventare un mio avversario negli anni a venire.

249670943_10159256487720342_4288420636505025015_nCosa ti ricorderai di questo Mondiale 2021?
TUTTO! Quest’anno è stato un anno speciale. Tutto il duro sacrificio degli anni scorsi ha pagato. Ci sono stati tanti alti e bassi in questi anni. Il fatto di essermi malato di Covid un grande basso da cui mi sono ripreso ancora più forte e determinato.
È solo un inizio, testa bassa e pedalare

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami