Cagliari America’s Cup diaries

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Cagliari America’s Cup diaries

By Sailingsardinia   /     feb 11, 2020  /     Varie  /  

1994D55C-B225-4AFD-B3F4-F5D9563F6803Dopo il disalberamento di Luna Rossa  c’è stato un leggero rallentamento di tutto il mondo Coppa America che gravita intorno a Cagliari.

Mancano poco più di due mesi alla tappa cagliaritana delle America’s Cup World Series e stiamo vedendo che i due teams non europei, dopo aver spedito le loro barche a Cagliari, si stanno allenando con i muletti più piccoli.

Spettacolare la foto dell’impruata  del piccolo American Magic. Un nose dive pesante che rende l’idea di quanto può essere violento l’incidente su questo tipo di imbarcazioni.

2419E3F0-21D8-4C56-980C-2E545886C82BLo shore team di Luna Rossa sta lavorando pesantemente per accelerare il rientro in acqua della barca.

Voci dicono di un ritorno in mare intorno al 20 Febbraio. Sembra che il disalberamento non abbia rovinato l’albero ma le conseguenze siano state pesanti per la barca. Ecco spiegato il perchè di uno stop così lungo.

A1171583-A61A-46CF-B89A-9F29748D4AE9La foto di Franchino Nonnoi, (ceduta in esclusiva al Giornale della Vela) in cui si vedono Luna Rossa ed Ineos che bolinano insieme, non è stata fatta il giorno del disalberamento degli italiani ma una decina di giorni prima.

L’obbiettivo schiaccia molto e sembra che le barche siano vicine: difficile capire quanto fossero realmente distanti. Probabilmente non erano così vicine da rendere affidabile l’ipotetico test. Comunque, dopo quella giornata, i nostri ragazzi erano di un umore particolarmente buono…

83980214_2611813692270617_5997521872919461888_oIneos naviga, naviga e ancora naviga…Gli inglesi non perdono tempo e non si perdono neanche un’ora navigabile e cancellano tutti i day off impegnando duramente tutti gli uomini del sailing team e tutto il team in generale.

20200209_170456Per la prima volta Giles Scott, il campionissimo finnista già Oro a Rio, è uscito a Cagliari con il suo Finn, in compagnia di Ben Cornish, suo training partner. E’ stato in una giornata leggera, troppo leggera ma l’inglese deve sfruttare ogni momento libero dai continui allenamenti su Ineos, per prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo, evento a cui si è già selezionato. “Per fortuna ho fatto un bello stage a Palma qualche settimana fa” dice come a volersi giustificare per la poca attività fatta sul Finn a Cagliari.

DSC04697Jimmy Spithill, invece lo stiamo scoprendo accanito surfista da onda. Lo si vede in giro in tutti gli spot del sud Sardegna, anche quando l’onda non è il massimo. Certo che la,passione deve essere tanta, visto che, nonostante sia abituato alle onde australiane, non si perde una giornata surfabile in Sardegna.

83954700_3014699595221038_8400274033119068160_nChecco Bruni, oltre ad aver fatto due giorni in montagna con il sailing team per un evento Ferrari (lo spumante), continua a partecipare con una certa costanza alle regatine Hobie Cat del Windsurfing Club Cagliari.

Foto di Fulvio Fiorelli, Davide Loi, Luna Rossa Challenge e Sailing Sardinia

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami