Campionato Zonale Altura: parlano gli armatori

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Campionato Zonale Altura: parlano gli armatori

By Sailingsardinia   /     ott 25, 2018  /     Varie  /  

10 Invernale Marina di CapitanaDopo aver sentito Presidente di Zona e Consigliere per l’altura, abbiamo sentito qualche armatore e i primi a rispondere sono stati due tra i più appassionati:  Alberto Roggero, dal Nord Sardegna e Davide Macciotta da Cagliari

iot0KJifAlberto Roggero Berenice

“Partecipare al Campionato Zonale è un grande passo avanti per equipaggio, barca e capacità organizzativa del Team. Questo porterebbe il movimento della Vela d’Altura in Sardegna a potersi confrontare seriamente sia dal punto di vista organizzativo [Circoli e Affiliati) sia dal punto di vista tecnico agonistico. Purtroppo in Sardegna abbiamo campionati stanziali dovevi ci sono da anni sempre le stesse barche (ma non si annoiano a vincere sempre contro gli stessi?). Partecipare significa mettersi in gioco; partecipare significa “crescere” sia tecnicamente sia sportivamente; partecipare significa essere migliori, capire di più sulla propria barca e dare di più. Invito tutti gli armatori e gli equipaggi a non perdere questa occasione di confronto unica in Sardegna. Solo chi verrà ad Alghero potrà dirsi pienamente soddisfatto di un anno di regate”

È la prima volta che la III Zona organizza un vero Campionato zonale in quattro giorni. Un evento importante per la Vela d’Altura Sarda che si sperava desse una spinta vera alla Classe ORC. La formula è un po’ complessa, da una parte le Aree di qualifica, cinque che comprendono tutta la Sardegna; quindi la possibilità di qualifica se partecipi almeno a tre race di area. Questa formula da la possibilità di qualifica in percentuale ai partecipanti alla classe di appartenenza. Forse in futuro bisognerebbe rivedere la parte relativa alla qualificazione. Se non si parte con una formula non si riesce a capire quali errori o mancanze può generare. È molto importante che si sia iniziato. Non potrà che migliorare.  Vedremo come andrà, ma vorrei mettere l’accento su alcuni aspetti: 1 – il certificato ORC: non c’è in tutti i Circoli la consapevolezza che sui certificati non si possa e debba derogare ancora oggi si “regalano” GPH inventati perché ci sono ancora armatori che si presentano ad una regata senza aver rinnovato il certificato; 2 – Alcuni Comitati Organizzatori “coprono” le inadempienze degli armatori; 3 – le Regate che si svolgono con GPH inventati sono falsate nei risultati. A questi problemi dovrebbe mettere una pezza la Zona sensibilizzando i Circoli ad una maggiore attenzione e serietà. Se vai a regatare nei Circoli seri della Penisola non trovi questi problemi.

Comunque questo Campionato, nel bene e nel male, è bene che si faccia e che dia una vera spinta ai Circoli nel cercare di organizzare manifestazioni di livello che superino la “regata di parrocchia” ponendo al centro gli armatori e l’agonismo tra barche diverse.

 

variemaglie382_10205447499940607_5678156398825538784_nDavide Macciotta Carpe Diem

Sembra una bella cosa…sulla carta ha tutto quello che serve a velisti/regatanti del nostro livello (umilmente basso) per diversi e infogarsi: agonismo, vista la presenza di barche di tutta l’isola, location strepitosa e un programma da regata internazionale con tanto di eventi a terra. Tutto quello che serve per dire: “impossibile mancare”!! Un suggerimento? Come ci si qualificava non è stato compreso da tutti.

Pertanto oltre alla pubblicazione nei siti, social la diffusione dell’evento deve essere fatta anche direttamente dal comitato organizzatore nelle regate importanti del circuito di qualificazione.. per esempio sarebbe bene che all’inizio dell’invernale di Capitana (evento più importante per la nostra zona) qualcuno intervenga al breafing iniziale per raccontare come funziona.

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>