C’è chi ha aspettato e chi è andato via prima…

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

C’è chi ha aspettato e chi è andato via prima…

By Sailingsardinia   /     mar 08, 2017  /     Varie  /  

zzzDSC08742Giornata piena quella di sabato 4 marzo per gli hobie-cattisti della flotta 345. All’inizio, un ponentino leggero leggero, con leggerissime raffiche, che cadendo qua e là dalla Sella del Diavolo sul campo di regata, regolava l’umore dei 21 equipaggi, causando brusche alternanze tra stati di ansia e disperazione e picchi di fragile euforia.

Roba da perdere la testa in preda alla consapevolezza della scarsa stabilità “emotiva”. E difatti è proprio sul piano logico che si è giocata la giornata. Due equipaggi su tre (ben 14 in totale!) si sono dimenticati che a decidere quando il gioco finisce è il comitato di allenamento e assistenza, e non l’umore e gli impegni dei primi che se ne vanno.

Proprio verso le 16.00, quando il leggero ponente si andava trasformando in un più robusto e deciso maestrale, mentre il comitato composto da Fulvio Fiorelli e Maurizio Minale spostava una boa per riorientare la linea di partenza, la maggior parte delle barche si dirigeva verso il Windsurfing Club Cagliari, ammainare vele, e fare la doccia.

Mentre Antonello Ciabatti-Luisa Mereu, si sa, ad una certa ora lasciano il campo per esigenze di lavoro, tutti gli altri, perché?

zzzDSC08736Qualcuno, sarcastico, dice “perché seguono Antonello e Luisa anche a regata finita”, a sottolineare che sussistono forti indizi che più di qualcuno, invece di farsi la propria regata, scegliendo dove partire, che bordo fare, quando virare… imita, copia.

Cosa che può andare bene per principianti al primo anno di attività, un atto di doverosa umiltà, ma che va disincentivata da un certo momento in poi.

Al di là del fatto che il risultato può essere migliore copiando i “capi”, non si può sottacere che lo sport diventa con la S maiuscola, quando gli equipaggi danno l’impressione che una grande padronanza del mezzo sia domianta da una maggior padronanza del cervello.

…E allora, …va allenato anche quello!

In fondo è lì che si apprezzano i “colpi di fioretto”, le giocate da “scacco matto”, il momento in cui le similitudini con gli altri sport si rendono più calzanti. La competizione si trasforma da gara di muscoli, gara di mezzi, in partita tra teste, teste pensanti, non …“imitanti”. E la padronanza dei mezzi serve soprattutto a fare meno errori, anzi, possibilmente zero errori tecnici, ma in attuazione di una scelta fatta con la prorpia testa.

 

E, d’altro canto, che valore ha una vittoria contro un avversario diretto, a metà classifica, se poi non sai spiegare perché? Cosa rispondi, “ho seguito tizio, ma non so perché”?

Se consideriamo i punti nelle tre prove, con uno scarto, i migliori di giornata sono stati Antonello Ciabatti-Luisa Mereu (2, 1, 1), seguiti da Daniele Ciabatti-Paola Trois (5, 2, 3) e Piero Gessa-Roberto Dessy (1, 6, 4).

La classifica generale, un po’ confusionaria, con barche con e senza spy mischiate, gente con pesi in regola ed altri che approfittano dello sciopero degli stazzatori, vede Ciabatti Antonello- Mereu primi, Ciabatti Daniele – Trois secondi, e Serra-Diaz-Baccarà terzi.

zzzDSC08805Fa piacere il primo posto, alla quarta prova, di Rossi-Mazzoleni, fortemente motivati, sempre più allenati, adesso anche ben invelati (loro le prime 116… della flotta -perché ormai, loro, sono della flotta!), e che danno l’impressione di saper regatare con la loro testa, riuscendo a vincere tra barche di medio-buon livello.

 

Buon vento,

Domiziano

 

CRITERIUM 25 FEBBRAIO SECONDA PROVA

zzzDSC08731 zzzDSC08732 zzzDSC08733 zzzDSC08734 zzzDSC08735 zzzDSC08736 zzzDSC08737 zzzDSC08738 zzzDSC08739 zzzDSC08740 zzzDSC08741 zzzDSC08742 zzzDSC08743 zzzDSC08744 zzzDSC08745 zzzDSC08747 zzzDSC08748 zzzDSC08749 zzzDSC08750 zzzDSC08751 zzzDSC08752 zzzDSC08753 zzzDSC08754 zzzDSC08755 zzzDSC08756 zzzDSC08757 zzzDSC08758 zzzDSC08759 zzzDSC08760 zzzDSC08761 zzzDSC08762 zzzDSC08764 zzzDSC08766 zzzDSC08767 zzzDSC08768 zzzDSC08769 zzzDSC08770 zzzDSC08771 zzzDSC08774 zzzDSC08775 zzzDSC08776 zzzDSC08777 zzzDSC08778 zzzDSC08779 zzzDSC08780 zzzDSC08781 zzzDSC08783 zzzDSC08784 zzzDSC08785 zzzDSC08786 zzzDSC08787 zzzDSC08788 zzzDSC08789 zzzDSC08790 zzzDSC08791 zzzDSC08792 zzzDSC08793 zzzDSC08794 zzzDSC08795 zzzDSC08796 zzzDSC08797 zzzDSC08799 zzzDSC08800 zzzDSC08804 zzzDSC08805 zzzDSC08806 zzzDSC08813 zzzDSC08815 zzzDSC08818 zzzDSC08819 zzzDSC08820 zzzDSC08821 zzzDSC08822 zzzDSC08823 zzzDSC08826 zzzDSC08830 zzzDSC08831 zzzDSC08832 zzzDSC08835 zzzDSC08838 zzzDSC08839 zzzDSC08840 zzzDSC08841 zzzDSC08842 zzzDSC08843 zzzDSC08845 zzzDSC08846

 

 

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>