C’erano anche i 49er!

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

C’erano anche i 49er!

By Sailingsardinia   /     dic 11, 2019  /     Varie  /  

76757014_3599888683369491_2482905746115657728_oLa baldoria per la vittoria di Vittorio e Maelle ha messo in secondo piano il Mondiale 49er, classe in cui l’Italia ad Auckland cercava la qualificazione.

La vittoria è andata a Peter Burling-Blair Tuke, due che si sono allenati in 49er nei ritagli di tempo libero rimasto dagli allenamenti con Emirates Team New Zealand. Per loro si tratta della prima partecipazione ad un Mondiale dopo le Olimpiadi di Rio (vinte già prima della Medal).  Nel periodo di “riposo” dall’attività olimpica, giusto per non perdere il vizio,  il duo neozelandese si è vinto la Coppa America, ed ha partecipato alla Volvo Ocean Race…In pratica hanno ripreso ad andare in 49er da quest’anno e, dopo qualche partecipazione ad alcune regate di Coppa del Mondo, hanno vinto il Test Event di Enoshima e ora il Mondiale in casa loro…Chiamarli fenomeni è  veramente riduttivo ,soprattutto vedendo che, il giorno dopo la vittoria del Mondiale, sono usciti con l’AC 75: perchè privarsene?

78951918_10158137428831807_1917865170118377472_oGli italiani. In questa classe si fatica, tanto che ancora non abbiamo il pass per Enoshima. Nessun equipaggio in Gold (formata solo da 25 equipaggi) e il migliore dei nostri è stato quello formato da Jacopo Plazzi-Giacomo Cavalli  che si piazza appena a ridosso della Gold.

I due sono arrivati ad Auckland decisamente poco allenati a causa dei rispettivi impegni professionali (Jacopo è nel team di Luna Rossa) e il risultato è quindi più che soddisfacente. Abbiamo sentito appunto Jacopo:

 

77110903_10158118967166807_8115708475251621888_oTutto sommato è andato abbastanza bene, visto che saremmo potuti entrare in Gold se non fosse stato per due erroracci (due scuffie: una da primi e una da sesti) che ci hanno condizionato nelle qualifiche. Il primo giorno c’era troppo vento per la nostra preparazione (avevamo fatto sei giorni a Cagliari più qualche altro ad Auckland): non eravamo pronti per 25 nodi e onda! Siamo però contenti: abbiamo regatato bene, solidi, sempre avanti…Ovviamente è mancato un pò di affiatamento e durante il Campionato siamo andati in migliorando e ci siamo tolti un pò di ruggine.

Il prossimo Mondiale di sicuro non lo facciamo: io devo tornare al mio lavoro e anche Giacomo ha i suoi impegni; però stiamo valutando di fare Genova (la Coppa del Mondo) se riusciamo a trovare il tempo per allenarci un pò…La nazione non è ancora selezionata e Genova è l’ultima occasione…Insomma, non si sa mai…Abbiamo visto che siamo cresciuti tanto e in fretta e ci siamo trovati bene come equipaggio. Il campo di Auckland è spettacolare: tutti i giorni ci sono correnti, in entrata e in uscita, considerevoli, vento tutti giorni e ogni volta diverso. E’ stato molto utile regatare qui, soprattutto pensando al futuro: abbiamo regatato su diversi campi che saranno poi anche quelli della Coppa America…Un’esperienza utilissima per me, sia come velista di 49er, sia per il mio lavoro con Luna Rossa. Questo è stato uno dei migliori Campionati di sempre, con un’organizzazione incredibile e una copertura mediatica mai vista. Complimenti a Vitto e Maelle per questo mondiale strepitoso. Ci vediamo presto a Cagliari.

Così la classifica

49er FX femminile
ORO – Annemiek Bekkering e Annette Duetz (NED)
ARGENTO – Martine Grael e Kahena Kunze (GRA)
BRONZO – Ida Marie Baad Nielsen e Marie Thusgaard Olsen (DEN)

LE ITALIANE

21 Alexandra Stalder e Silvia Speri
22 Carlotta Omari e Matilda Distefano
25 Margherita Porro e Sveva Carraro
28 Maria Ottavia Raggio e Jana Germani
34 Francesca Bergamo e Alice Sinno

49er maschile
ORO – Peter Burling e Blair Tuke (NZL)
ARGENTO – Erik Heil e Thomas Ploessel (GER)
BRONZO – Dylan Fletcher-Scott e Stuart Bithell (GBR)

GLI ITALIANI
28 Jacopo Plazzi e Giacomo Cavalli
37 Simone Ferrarese e Valerio Galati
39 Uberto Crivelli Visconti e Gian Marco Togni

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami