Checco fortissimo. Ma anche Ruggi non scherza!

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Checco fortissimo. Ma anche Ruggi non scherza!

By Sailingsardinia   /     giu 21, 2021  /     Varie  /  

7BC5248B-4125-43C4-964E-112D5CCF12F7Grandi prestazioni dei due velisti volanti italiani per eccellenza, Checco Bruni e Ruggero Tita, al Campionato Italiano (un poco mondiale) Moth appena concluso a Riva del Garda.

Un Italiano “un poco mondiale” perché il Campionato è stato arricchito dalla presenza di timonieri di altissimo livello: Tom Slingsby, vincitore dell’ultimo Mondiale disputato (Perth 2019), Iain  Jensen, mago dei 49er prima dell’era Burling e Paul Goodison, già iridato della classe 91088ADC-EEB4-41A5-B621-595B4144C378

Gli azzurri schieravano, oltre agli affezionati della classe, le eccellenze azzurre Checco Bruni e Ruggero Tita

Checco ci ha fatto sognare con una prima giornata de paura in cui è tornato a terra con i parziali 1-2-1. Nel finale ha perso qualche punto per strada e conclude in terza posizione ma porta a casa l’ennesimo titolo italiano. Il velista siciliano è da considerarsi ormai un habitué della classe ed è considerato uno dei primi cinque specialisti al mondo. “È stato un bellissimo weekend di regata con condizioni molto dure  Venerdì con vento e onda, condizioni che mi hanno aiutato perché ho scuffiato meno degli altri, quindi tre ottimi risultati. Sabato ho avuto un piccolo incidente nella prima prova e poi due regate un po’ così, sottotono…Anche Domenica è stato un po’ lo stesso con una avaria nella prima prova e due prove buone. Sono molto contento, mi sono divertito a regatare con un livello così alto e con delle belle regate corse sia con Peler che con l’Ora.”
Ricordiamo che Checco è impegnato in Coppa con Luna Rossa, quindi acquistano ancora più valore le sue grandi prestazioni sulla piccola deriva volante.

339B17D9-4EB5-4F4D-AB76-3FAE0EEF5EECStesso discorso per Ruggero Tita che sta usando il Moth per divertirsi al Garda, quando si riposa dagli allenamenti in Nacra 17 che sta facendo a Ragusa in Sicilia. “Regata molto bella, super combattuta con un livello veramente alto, caratterizzata fondamentalmente da vento forte, come ci si sarebbe aspettato a Torbole. È stato un bel test in vista del Mondiale che ci sarà a Malcesine a Settembre e, per me, una bella occasione per svagarsi un po’ e staccare dal Nacra, anche se oggi siamo tornati in pista per un allenamento a Malcesine con il Nacra e poi pronti per partire. La regata di Moth è stata molto divertente perché la flotta era veramente di alto livello e, a parte gli australiani che avevano un passo superiore agli altri, i primi dieci erano tutti lì che se la giocavano e, una manovra si è una manovra no, si passava avanti

Tra circa un mese, Ruggero parteciperà alle Olimpiadi di Tokyo con Caterina Banti. La sua prestazione, ottenuta combattendo ad armi pari con i campioni internazionali della classe, è l’ennesima dimostrazione del suo grande talento e versatilità in tutte le classi volanti.

comunicato Circolo Vela Torbole

Podio stellare al Circolo Vela Torbole: al Campionato Italiano Open Moth doppietta australiana con i due campioni olimpici e di Coppa America Iain Jensen e Tom Slingsby

Il timoniere di Luna Rossa Francesco Bruni, terzo open, si aggiudica il titolo italiano Moth; secondo e terzo tricolori rispettivamente Ruggero Tita e Francesco Bianchi

Al Circolo Vela Torbole si è concluso il Campionato Italiano Open del piccolo monoscafo foil volante Moth con un livello tecnico a dir poco stellare: medaglie d’oro olimpiche, vincitori di Coppa America e di Prada Cup, pluricampioni del mondo di svariate classi, compresa quella Moth. Sono stati tre giorni impegnativi per la flotta, che nelle prime due giornate ha incontrato condizioni di vento e onda importanti, mentre nella terza ed ultima giornata il Comitato organizzatore e di regata han deciso di far partire le restanti tre prove la mattina, sperando nel vento da nord e soprattutto nell’acqua piatta, condizioni ideali per far volare i Moth. Un cambio di condizione, che però non ha dato grandi scossoni alla classifica generale open, mantenendo nelle prime posizioni i supercampioni, che ormai da alcuni anni navigano solo su foil, tra Sail GP, Coppa America e Moth appunto. B85FB06D-52E4-4D44-BBBD-AA5967FCE21CVittoria Open per il campione olimpico dello skiff 49er Iain Jensen, per un solo punto davanti all’altro australiano oro Laser Tom Slingsby, vincitore di una Coppa America e protagonista nei catamarani del circuito Sail GP (di cui una tappa si è appena conclusa a Taranto), conoscitore del Garda Trentino, dato che qui ha preparato proprio l’Olimpiade vinta a Londra. La nuova star italiana Francesco Bruni, dopo aver fatto sognare gli italiani in Coppa America e aver conquistato la Prada Cup, ha tenuto testa agli altri campionissimi,  aggiudicandosi il titolo italiano Moth e il terzo gradino del podio della classifica open. Dietro di lui, nella classifica valida per il Campionato Italiano, secondo gradino del podio del trentino Ruggero Tita, che si è preso una pausa dall’Olimpico Nacra 17, prima di concentrarsi per l’Olimpiade di Tokyo, a cui parteciperà in coppia con Caterina Banti. Al terzo posto tricolore Francesco Bianchi, protagonista di un grande recupero nell’ultima giornata con  meno vento (2-3-4 gli ultimi parziali). Al Circolo Vela Torbole, dopo questo evento che ha richiamato i grandi nomi della vela mondiale, alcuni dei quali rappresentano un esempio per moltissimi giovani diventati loro fans, il prossimo appuntamento in programma sarà proprio la regata di inizio estate dedicata ai giovanissimi, l’Optimist d’Argento, che si svolgerà dal 24 al 26 giugno.

ECDB6BE7-EC26-4C95-93C2-1A1172A6712C

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami