Considerazioni finali from Sardinia

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Considerazioni finali from Sardinia

By Sailingsardinia   /     mar 27, 2018  /     Varie  /  

ImmagineDue sono local e uno l’abbiamo importato: i due sardi doc sono Carlo Ciabatti e Matteo Murru, mentre il sardo naturalizzato è Nicola Capriglione di origini pugliesi. Loro sono i tre (solo tre, sigh!) velisti sardi che hanno partecipato ai Campionati Italiani Classi Olimpiche di Genova. Sono pochi, pochini, ma rispecchiano il trend nazionale di frequentazione delle classi olimpiche, classi che stanno diventando, ogni anno, sempre più esclusive. 

Già lo scorso anno ad Ostia, la partecipazione al CICO era stata più numerosa e probabilmente, man mano che si avvicina la data delle Olimpiadi, i numeri continueranno a calare. Purtroppo sì, tutto gira intorno ai Giochi, intorno alla ricerca frenetica di questa benedetta medaglia,  che da tanto tempo manca all’Italia. Quindi tanta concentrazione sui papabili olimpici e di conseguenza un lento e progressivo allontanamento dalle competizioni di tutti quei teams, che si vedono lentamente sfumare il sogno olimpico. mureadritta-logo-1496149177Ma non ci sono solo le Olimpiadi, non c’è solo l’equipaggio olimpico. Ci sono anche tutte le altre regate Nazionali ed Internazionali che potrebbero e dovrebbero essere frequentate da tutti gli atleti che ambiscono ad emergere agonisticamente, anche senza avere per forza  in testa le Olimpiadi.

29512785_10155916991274279_2558286379577407945_n Si può partecipare alle regate con lo stesso spirito del nostro Nico Capriglione, presente al CICO per il puro piacere di confrontarsi con i migliori, con il desiderio di mantenere il manico che rischia di perdersi per mancanza di ore di volo. “Sono contento della mia prestazione che mi ha portato a stare subito a ridosso dei migliori. Vorrei tanto una vela nuova (sorride) ma, con il mio poco allenamento e l’alto livello dei miei avversari, sono più che soddisfatto del risultato. Oggi poi sono particolarmente felice per aver condotto una regata quasi sempre avanti, rovinata solo parzialmente da un salto di vento che non ho azzeccato. Se solo riuscissi a fare qualche regata in più….” Nico conclude l’esperienza a Genova in nona posizione.

WhatsApp Image 2018-03-21 at 15.55Altro approccio positivo alla regata quello di Matteo Murru, che si è presentato tra i Laser come giovane new entry della classe. Atleta del blasonato YCOLBIA, Matteo era a Genova per farsi le ossa in una delle classi più cazzutte del panorama olimpico. Il suo piazzamento, intorno al cinquantesimo posto, rivela proprio l’alto livello dei partecipanti.

 

29497633_10156507351101807_6340767193654850698_nDiscorso diverso quello per Carlo Ciabatti che si è presentato al CICO nel nutrito gruppo di giovani surfisti, che vorrebbero dare battaglia al leader italiano Mattia Camboni. L’atleta del Windsurfing Club Cagliari, dopo essersi diplomato  lo scorso anno, si sta dedicando a tempo pieno all’attività agonistica, con un approccio veramente professionale, con tanto di programma che, tra preparazione atletica, programma nutrizionale, attività in mare allenamenti federali e ( con il progetto AjotoTokyo assieme a Marta Maggetti) piano ricerca sponsor, è veramente di tutto rispetto. Il suo terzo posto, in un podio molto ristretto come punteggio, conferma il raggiungimento di un buon livello di preparazione ed è di conforto in vista della stagione agonistica internazionale che inizia, in Europa,  nella settimana di Pasqua a Palma.

Comunicato AjotoTokyo

ajo'totokyoSi conclude con un bronzo, il Campionato Italiano di Carlo Ciabatti nella classe RSX. La manifestazione, che vedeva la presenza di tutte le classi olimpiche, si è conclusa Domenica scorsa a Genova, con le premiazioni alla presenza di tutte le più alte cariche federali, Presidente compreso.

La vittoria è andata all’olimpionico di Rio 2016 Mattia Camboni mentre Ciabatti si è piazzato al terzo posto, alle spalle del laziale Matteo Evangelisti. “Sono soddisfatto del piazzamento ottenuto in questo campionato caratterizzato da diverse difficoltà e,soprattutto, sono contento di essere riuscito a reagire positivamente anche quando mi é stato annullato, a regata conclusa, un primo posto ottenuto in mare. Ma questo fa parte del gioco ed è importante saper superare i momenti più negativi. Complimenti a Mattia Camboni, per la meritata vittoria. Ora guardiamo subito avanti, focalizzando l’attenzione sul prossimo impegno che sarà la fra pochi giorni a Palma di Majorca, per la prima tappa di Coppa Europa.”

111DSC00026A Genova era assente l’altra atleta del progetto AjotoTokyo Marta Maggetti a causa di un leggero infortunio, che necessitava di qualche giorno di riposo. Marta, che ha già ripreso gli allenamenti a Cagliari, sarà presente con Carlo a Palma.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami