E’ Marta la campionessa!

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

E’ Marta la campionessa!

By Sailingsardinia   /     mar 19, 2017  /     Varie  /  

16649094_10210505034080049_2377920106432698808_nDomenica scorsa stava battibeccando con papà Sandro per un piccolo problemino (ma veramente ininfluente) alle lamelle della deriva, risolto poi dall’onnipresente Aldo (levatevi dalle balle che faccio io!). Ma Marta prima delle regate…  La preparazione è incredibilmente scrupolosa e la tensione agonistica inizia da mooolto prima delle regate

17353318_10155777019406988_6390765286184753615_nScherzi a parte, questa è la prima vera vittoria di Marta Maggetti da “adulta”. Conferme del suo stato di forma ne avevamo già avuti nelle regate internazionali con dei gran bei risultati, ma una vittoria, che vale la conquista di un titolo italiano, ha sempre un suo fascino particolare: il fascino del numero uno, soprattutto quando la numero due è tal Flavia Tartaglini, l’olimpionica che a Rio si era presentata prima in classifica alla vigilia della Medal Race. 17362655_10155777011991988_8000522491336265753_nUn Campionato Italiano ancora troppo poco frequentato, ma dal grande valore agonistico grazie appunto alla presenza della fortissima Flavia.E questa volta, tra le donne, la numero uno è stata Marta Maggetti. Una vittoria conquistata nell’ultima determinante prova di oggi in cui si doveva risolvere il confronto con l’olimpionica Flavia. “Siamo uscite in mare che sembrava non riuscissimo a fare la regata, poi il vento, per fortuna, è aumentato e abbiamo regatato in railing (condizione in cui si plana con la deriva giù in bolina). In partenza Flavia è partita in barca e io in boa, ma avevo un ottimo passo e sono riuscita ad allungarmi subito. Mi trovo a mio agio in queste condizioni di vento sui dieci nodi e onda…riesco ad andare bene anche senza pompare. Una volta avanti, ho controllato Flavia. Poi il vento è calato e la regata è stata ridotta alla seconda bolina” Con la vittoria in quest’ultima prova, la surfista cagliaritana ha concluso il Campionato con due punti di vantaggio sulla romana. Chiude il podio Veronica Fanciulli mentre, dal quarto posto, fa capolino tra le “adulte” Giorgia Speciale…La nostra Enrica Schirru chiude il campionato in quinta posizione, rompendo il ghiaccio nella categoria assoluta

17353341_10155782696236988_2243872602421989_nChi invece non ha fatto capolino ma si è proprio inserito in mezzo agli adulti è Luca Di Tomassi. Luca, ancora regatante in categoria Youth, si cimenta già nella categoria assoluta e riesce a fare parecchio bene. Quando le condizioni gli permettono di sfruttare la potenza del suo fisico asciutto e longilineo, non ha nulla da invidiare ai più esperti della classe e il terzo posto ad Ostia conferma tutte le sue potenzialità. Quindi bravissimi Mattia Camboni e Daniele Benedetti, primo e secondo con un giorno in anticipo, ma super bravo a Luca! I due atleti del Windsurfing Club Cagliari Carlo Ciabatti e Michele Cittadini sono rispettivamente quinto e settimo

Nicola Capriglione, dello Yacht Club Cannigione, conclude con un ottimo dodicesimo posto tra i Finn: “Finisce una settimana splendida per me, dopo non so quanti anni sono uscito in deriva per cinque giorni consecutivi, ho regatato in Finn dando tutto e divertendomi come anni fa,.forse di piu..regatando con una bellissima flotta e chiudendo 12!

image

 

COMUNICATO STAMPA – 19 MARZO 2017

24ma edizione del Campionato Italiano Classi Olimpiche (#CICO2017) in archivio, dopo un’intensa quattro giorni di vela a Ostia, con base logistica al Porto Turistico di Roma. I titoli Italiani sono andati a Mattia Camboni (RS:X M), Francesco Marrai (Laser Standard), Joyce Floridia (Radial), Marta Maggetti (RS:X F), Ratti-Porro (Nacra 17), Tita-Zucchetti (49er), Raggio-Bergamaschi (49er FX), Giorgio Poggi (Finn), Ferrari-Calabrò (470 M), Berta-Carraro (470 F) e Antonio Squizzato (2.4 mR).  

 

Si è conclusa oggi ad Ostia una magnifica e perfettamente riuscita edizione del Campionato Italiano Classi Olimpiche (#CICO2017), la manifestazione di punta della stagione nazionale della Federazione Italiana Vela, valida per l’assegnazione dei titoli Italiani nelle dieci discipline olimpiche e nella classe paralimpica del 2.4 mR, che ha coinvolto 300 atleti per quattro giorni di grande vela sul litorale romano.

Oggi le incerte condizioni meteo – una fitta coltre di nuvole che solo a metà pomeriggio ha lasciato spazio a un timido sole, con un vento che non si è mai disteso del tutto e una fastidiosa onda lunga – hanno consentito solo alle due flotte della Tavola RS:X di disputare una prova, l’ottava della serie, decisiva per l’assegnazione del titolo femminile, visto che quello maschile era stato già vinto ieri dall’Olimpionico di Rio Mattia Camboni (Fiamme Azzurre) con un giorno d’anticipo (secondo Daniele Benedetti delle Fiamme Gialle, vincitore l’anno scorso, e terzo Luca Di Tomassi della LNI Civitavecchia). Tra le donne, invece, il successo è andato a Marta Maggetti (Fiamme Gialle), che ha vinto la regata di oggi davanti alla rivale diretta Flavia Tartaglini (Fiamme Gialle), anche lei in Squadra a Rio, conquistando così il titolo Italiano per il secondo anno consecutivo (terza è Veronica Fanciulli dell’Aeronautica Militare).

Per quanto riguarda le altre classi, le uniche due flotte, oltre agli RS:X, scese in acqua oggi, sono state quelle del Laser Standard e del Radial, che dopo aver atteso invano una stabilizzazione del vento, sono poi rientrate a terra con un nulla di fatto, lasciando quindi invariati i risultati di ieri sera, discorso che riguarda anche tutte le altre categorie.

I titoli Italiani 2017, oltre a Maggetti e Camboni, sono quindi andati nel Laser Standard all’azzurro di Rio Francesco Marrai delle Fiamme Gialle (secondo Marco Gallo e terzo Giovanni Coccoluto, anche loro del Gruppo Sportivo della Guardia di Finanza); nel Laser Radial a Joyce Floridia (Fiamme Gialle), che ha preceduto l’Olimpionica di Rio Silvia Zennaro (Fiamme Gialle) e Valentina Balbi (YC Italiano); nel Finn a un altro reduce di Rio 2016, Giorgio Poggi delle Fiamme Gialle, con Alessio Spadoni (CC Aniene) secondo e Filippo Baldassari (Fiamme Gialle) terzo; nel Catamarano Nacra 17 ad Erica Ratti e Francesco Porro (CV3V-CC Aniene), seguiti da Gianluigi Ugolini-Maria Giubilei (Compagnia della Vela di Roma) e Lorenzo Bressani-Cecilia Zorzi (CC Aniene-Marina Militare); nel 470 maschile a Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare), con Matteo Capurro-Matteo Puppo (YC Italiano) al secondo  posto e Mattia Panigoni-Cesare Massa (YC Italiano) al terzo; nel 470 donne, a Elena Berta, azzurra a Rio, e Sveva Carraro (CC Aniene-Aeron. Militare), seguite da Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano) e Maria Vittoria Marchesini-Cecilia Fedel (SVB Grignano-TPK Sirena).

Titoli Italiani infine anche per gli Olimpionici di Rio Ruggero Tita e Pietro Zucchetti (Fiamme Gialle) nel 49er, con Uberto Crivelli Visconti-Umberto Molineris del CC Aniene al secondo posto e Riccardo Groppi-Stefano De Zulian della Fraglia Vela Malcesine al terzo, per Maria Ottavia Raggio e Paola Bergamaschi (CV La Spezia-SC Garda Salò) nei 49er FX, seguite da Giulia Genesio-Alice Sinno (CN Loano-CC Aniene) e Silvia Sicouri-Claudia Conti (Fiamme Azzurre-CN Cavo), e per Antonio Squizzato, azzurro alle Paralimpiadi brasiliane, nel Singolo 2.4 mR, seguito in classifica da Nicola Redavid (LNI di Milano) e di Mario Gambarini (LNI Mandello del Lario). Per i 2.4 si trattava della prima tappa della Guldmann Cup.

Per quanto riguarda i titoli Juniores, nel 470 è andato ai già citati Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò, vincitori anche del titolo Assoluto, nel Laser Standard a Niccolò Villa del CV Tivano e nel Laser Radial a Valentina Balbi dello YC Italiano.

La classifica per club, infine, che prevedeva anche dei premi in denaro per i top ten, ha visto la vittoria del Gruppo Vela della Guardia di Finanza, che ha preceduto il Circolo Canottieri Aniene, lo Yacht Cub Italiano, la Lega Navale Italiana di Ostia e la Fraglia Vela Malcesine (i primi cinque della classifica).

Le classifiche complete all’indirizzo http://www.federvela.it/cico2017

 

“Un CICO bellissimo e un successo incredibile da tutti i punti di vista: in acqua, a terra, per quanto riguarda l’aspetto sportivo, con battaglie serrate in diverse classi, e sociale, con tante persone che soprattutto nel week end sono venute qui al Porto Turistico di Roma per guardare le regate e vivere il nostro sport in prima persona, da vicino, e magari capire che non si tratta di uno sport di élite, ma di una disciplina ala portata di tutti”, ha dichiarato Francesco Ettorre, Presidente della Federazione Italiana Vela, a margine della premiazione a cui era presente anche l’Assessore al Bilancio e Patrimonio del Comune di Roma Andrea Mazzillo. “Sono contento che si sia iniziato così il nuovo quadriennio, volevamo un evento e di questo si è trattato, anche se abbiamo avuto poco tempo per organizzarlo. Ringrazio di cuore, in proposito, le tante persone che hanno contribuito alla riuscita del Campionato: dagli Ufficiali di Regata, ai Tecnici federali, fino ai numerosi volontari della IV Zona e dei circoli coinvolti nell’organizzazione, che hanno passato ore e ore a lavorare, senza sosta, per garantire il meglio a tutti partecipanti. E ringrazio infine il Porto di Roma e la sua Amministrazione, che ci hanno dato questa possibilità, che abbiamo raccolto con gioia, collaborando al meglio con noi per dar vita a questo meraviglioso Campionato”.

“È stato un Campionato un po’ travagliato, visto che solo quaranta giorni fa abbiamo deciso di portarlo qui, dopo un doppio cambio di sede, considerato che inizialmente doveva disputarsi prima a Genova e poi a Civitavecchia. Siamo riusciti a organizzarlo e ringrazio tutte le persone che ci hanno creduto, sono stati tutti eccezionali. Certo, non è stato facile, ma al Porto di Roma abbiamo trovato la massima disponibilità per fare le cose al meglio e questo chiaramente è stato molto di aiuto”, ha aggiunto Alessandro Mei, Vicepresidente della FIV e vero motore di questo #CICO2017. “Ringrazio i circoli, la Guardia Costiera, gli UdR, i Tecnici, i volontari e gli stessi atleti: è stato un gran bel gioco di squadra, abbiamo lavorato come un vero equipaggio”.

“Per il Porto Turistico di Roma ospitare il Campionato Italiano Classi Olimpiche è stata una grande occasione di rilancio”, ha concluso Donato Pezzuto, Amministratore Giudiziario del Porto Turistico di Roma. “Si tratta di un evento prestigioso, per il quale abbiamo messo immediatamente a disposizione i nostri spazi e le nostre strutture, che fa da apripista a una lunga serie di appuntamenti che vedranno protagonista il Porto. Un calendario ricco di cultura, musica, cinema e soprattutto sport, grazie agli accordi chiusi con diverse Federazioni”.

Il Campionato Italiano Classi Olimpiche (#CICO2017), organizzato dalla FIV con il supporto della IV Zona FIV e del Gruppo Vela della Lega Navale Italiana di Civitavecchia, Gruppo Vela della Lega Navale Italiana di Ostia, Nauticlub Castelfusano, Tibi Sail e Tognazzi Marine Village, è stato inserito in un progetto di valorizzazione e riqualificazione del Porto Turistico di Roma attraverso lo sport, accordo siglato a dicembre scorso fra la Federazione Italiana Vela, tra i promotori del progetto che successivamente ha coinvolto altre Federazioni sportive, e l’Amministrazione giudiziaria che da luglio 2016 ha in carico la struttura portuale di Ostia.

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>