E noi pensavamo che Aurelio fosse forte…

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

E noi pensavamo che Aurelio fosse forte…

By Sailingsardinia   /     feb 03, 2019  /     Varie  /  

000DSC00974…Invece è arrivato Andrea Casale che, in una sola giornata, ha dato una strigliata a tutta la flotta sarda J24…

Il forte velista della North Sails è venuto a Cagliari per partecipare ad una giornata del Circuito regate J24 e ha fatto vedere come si regata su questo monotipo. 000DSC00980Marco Frulio gli ha ceduto la barra di Aria e i risultati sono stati tre primi sulle tre prove disputate. Andrea, già Campione Mondiale della classe, ha regatato pulito, senza forzature o sbavature, girando tutte le boe sempre avanti alla flotta.

Eppure il vento era bello ballerino e ci stava sbagliare almeno un salto: invece no, Aria questa volta non ha sbagliato un colpo.  Grazie ai tre primi di oggi i ragazzi della LNI Olbia balzano prepotentemente in testa alla classifica generale a discapito di Vigne Surrau, inossidabile dominatore delle regate in Sardegna. 000DSC00984A dir la verità, i ragazzi del Club Nautico Arzachena erano orfani di Evero Niccolini che pare sia l’unico in grado a regolare l’esuberante genialità del timoniere Aurelio Bini: “solo Evero sa gestire Aurelio” dicevano nel dopo regata i ragazzi di Vigne Surrau.  Riprendono invece i ritmi di sempre i giovani rampanti di Dolphins che ormai sono una realtà consolidata della classe: regatano veloci e sbagliano poco e l’acquisto di Nicola Campus sembra aver dato un pò di regolarità alle loro prestazioni.

Infine impossibile non sottolineare l’ottima perfomance del Comitato di Regata  (Betty Lai, Massimo Cortese e Corrado Finocchiaro) che ha avuto la pazienza e il buonsenso di aspettare la flotta che si era un po’ attardata nelle operazioni di varo ed è stato, grazie anche alla macchina organizzativa del Windsurfing Club Cagliari, velocissimo nel dare le partenze senza inutili perdite di tempo.

Foto  e video Fulvio Fiorelli

 

 

WhatsApp Image 2019-02-03 at 15.36.01

 

Il comunicato della classe J24

Già da giorni la flotta Sarda era in fermento per l’arrivo di una poderosa maestralata che, con venti previsti intorno ai 30 nodi, avrebbe reso complicata la seconda giornata della prima tappa del circuito zonale J24. Invece la regata, organizzata dal Windsurfing Club di Cagliari, è stata caratterizzata da venti raramente sopra i 15 nodi.

Tali condizioni hanno permesso al Comitato di Regata, presieduto da Betty Lai e coadiuvata dal Presidente della III Zona FIV Massimo Cortese, di dare la partenza di tre avvincenti prove dove mai nulla era dato per scontato. Puntuale è stato il posizionamento del campo da parte dei posaboe e incalzante il ritmo delle tre prove con le partenze date poco dopo gli arrivi.

Le partenze sono state tutte tiratissime e i continui salti di vento hanno reso i bordeggi mai scontati. Avere costanza nei piazzamenti è stata una cosa veramente ardua per quasi tutti. Tutti tranne uno: Andrea Casale. Il più volte campione Italiano e due volte campione del mondo

J24 ha infatti passato in testa tutte le boe di tutte e tre le prove lasciando agli altri solo la lotta per le altre posizioni del podio.

Nella prima prova è giunta seconda Vigne Surrau, timonata da Aurelio Bini. Ottimo il recupero fatto durante la regata che gli ha permesso di arrivare davanti a Dolphins di Giuseppe Taras.

La seconda prova ha visto Dolphins, timonata da Nicola Campus con alle scotte Augenio Basciu, tentare di tutto per passare chi conduceva la regata ma l’ottima velocità dimostrata non è stata sufficiente. Al terzo posto è giunta New Mollica di Sergio Contu che questa volta sembra aver trovato il passo che gli era mancato nella passata giornata di regate.

L’ultima prova è stata caratterizzata dal duello tra Aria e New Mollica ma l’imbracazione timonata da Antonello Ciabatti è stata tenuta sotto controllo dall’esperto timoniere della North Sails. AL terzo posto è arrivata Vigne Surrau del Club Nautico Arzachena sempre pronta a dire la sua quando la lotta si fà dura.

Alla fine della regata i velisti del J24 si sono riuniti a parlare con il campione genovese che, oltre descrivere le vele che rappresenta, ha dato ottimi consigli sulla conduzine dell’imbarcazione e sulle scelte tattiche da tenere in condizioni come quelle di domenica.

E’ arrivata poi la pasta offerta dal WWC e che ha dato la giusta conlusione ad una bellissima giornata di mare e sport.

La classifica generale vede ora in testa Aria, seguita da Vigne Surrau distanziata di 4 punti e, al terzo posto, Dolphins.

Appuntamento al 16 e 17 febbraio per il W.E. conclusivo della prima tappa del circuito dei J24 isolani.

 

Un saluto a tutti, Marco Frulio

000DSC00968Problemi tecnici frenano oggi le prestazioni di 12.0, l’imbarcazione condotta da Gianluca Manca che nell’ultimo periodo non sbagliava una regata

 

 

 

000DSC00972 000DSC00973 000DSC00974 000DSC00975 000DSC00976 000DSC00978 000DSC00979 000DSC00980 000DSC00981 000DSC00982 000DSC00983 000DSC00984 000DSC00985 000DSC00986 000DSC00989 000DSC00990 000DSC00991 000DSC00993 000DSC00994 000DSC00995 000DSC00997 000DSC00999 000DSC01003 000DSC01004 000DSC01005 000DSC01006 000DSC01007 000DSC01008 000DSC01009 000DSC01010 000DSC01011 000DSC01012 000DSC01013 000DSC01014 000DSC01015 000DSC01016 000DSC01017 000DSC01019 000DSC01022 000DSC01023 000DSC01024 000DSC01025 000DSC01026 000DSC01027

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami