Enrico Giordano ottimo quinto al Mondiale Velocità in Kite

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Enrico Giordano ottimo quinto al Mondiale Velocità in Kite

By Sailingsardinia   /     ago 25, 2018  /     Varie  /  

111speed frontEnrico Giordano, reduce dal prestigioso quinto posto al Campionato del Mondo di velocità per la categoria Kite, ci racconta la sua esperienza in Oman, sede del Mondiale appunto

Sono in fase di rientro dal Campionato del mondo di velocità 2018 che si è appena disputato in Oman, nella sperduta, ma nota, isola di Masirah a sud del paese. Per arrivarci dalla capitale Muscat occorrono 5 ore di macchina in mezzo al deserto infuocato e 1 ora di traghetto.

Torno a casa con un 5 posto assoluto a pochi punti dal amico americano Robert Harding, che ho battuto nelle ultime 2 prove.

Benché l’isola sia nota per il vento constante e forte, purtroppo non siamo stati fortunati e nei 5gg di gara, due li abbiamo trascorsi invano in trepidante attesa.

Tuttavia il primo giorno ci ha regalato il vento più sostenuto dell’intera competizione con 24 nodi di media e raffiche oltre i 30 nodi.

L’americano Robert Douglas è stato imbattuto nell’intero evento, anche se incalzato da vicino dal francese detentore del titolo e recordman assoluto di velocità Alex Caizergues. I due sono di un altro pianeta e hanno utilizzato sempre ali a cassoni decisamente più performanti con il vento leggero e moderato.

111araboIl primo giorno ho pagato un po’ il tributo del debutto, con imprecisioni, imprevisti e un assetto che ho poi migliorato solo nei giorni successivi, guardando i migliori. Ad ogni modo ho rimediato tre 6 posti, con il mio personal best nei 250m di media di 42.642 kt e una Vmax di 45.13 kt, performati con l’ala 12mq F.One Furtive e una tavola di serie apposita per lo speed F.One AC21. Attualmente credo sia il crono più veloce d’Italia nella categoria kitesurf.

La classifica di ogni prova veniva definita con la consegna al giudice del proprio orologio GPS al termine di 1 ora esatta in cui il percorso, segnalato da boe, era aperto ai rider liberi di correre più volte, ma con la regola di poter entrare nella zona di lancio d’ingresso solo uno per volta.

La propria velocità, valida per la classifica, era la media tra i migliori 2 crono registrati dal proprio orologio nei 250 m di percorso.

Non sono mancate cadute impressionanti da parte di tutti i rider e il più delle volte dovute alle sollecitazioni delle piccole onde formate dal vento stesso che impattavano sulla tavola, nonostante i pochi centimetri di fondale.

A quella velocità è richiesta una speciale tecnica di gestione dell’ala e della tavola e lo sforzo sulle gambe è notevole, tanto da finire ogni run con il fiatone.

Sono molto soddisfatto del risultato e dell’esperienza acquisita e non vedo l’ora di tornare nei mio home speed spot a Cabras, per mettere a punto alcuni dettagli fondamentali per migliorare le performance.

111podioRingrazio lo Sponsor PARMIGIANO REGGIANO per aver creduto nelle mie potenzialità, il brand tecnico F.ONE per l’ottimo equipaggiamento, Manera, il circolo velico VELIAMOCI Asd e mia moglie che anche questo giro mi è stata sempre a fianco.

Enrico

Salam Aleikum

 

PS: Kitespeed World Championship facebook

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami