Foiling Jibe in Windsurf con Michele Cittadini

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Foiling Jibe in Windsurf con Michele Cittadini

By robertomarci   /     mar 09, 2018  /     Varie  /  

 

PhRM-7503Il mondo del foil sta diventando sempre più importante e sta coinvolgendo sempre più settori del mondo della vela.

A Cagliari, sede di Luna Rossa e base di allenamenti di classi come i Nacra foil, è ormai routine vedere velisti volare sul mare. Anche i locals che sono sempre più coinvolti nella vela volante e, avendo una tradizione pluriennale sul windsurf, fanno volare appunto la tavola a vela.

PhRM-7425Tra i più esperti c’è Michele Cittadini, fortissimo windsurfista (ma forse sarebbe più giusto chiamarlo waterman) dai grandi risultati a livello internazionale, che ora sembra il leader del movimento del windsuf volante. In questo post  Michele ci mostra e ci spiega come fare la strambata full foiling
PhRM-7474Siamo pronti ad impostare la strambata: arriviamo al traverso e iniziamo a togliere il piede dalla strap posteriore e lo posizioniamo appena sottovento il longherone centrale della tavola, in modo da poter fare pressione sottovento. Sto attento a non fare bruschi movimenti e soprattutto mantengo costante assetto longitudinale, tenendo la tavola abbastanza distante dall’acqua

 

PhRM-7498

Sono pronto ad iniziare la curva. Inizio a chiudere la vela e ad impostare la traiettoria mantenendo sempre la tavola alta sul foil

 

PhRM-7500Qui inizio la curva spostando, sempre dolcemente, il peso sottovento. Ho già spostato la mano posteriore più indietro sul boma per tenere più facilmente la vela chiusa. E’ sempre importante tenere assetto  costante per evitare che la tavola si impenni o si ingavoni, mantenendo costante l’altezza della tavola dall’acqua e la pressione sul lato sottovento

 

 

PhRM-7501Qui  sono in piena curva. La vela è al culmine della sua pressione, perchè ha ancora la forza del vento, addizionata dal vento apparente della velocità. E’ molto importante stare allineati con la combinata rig/tavola/foil, per avere un perfetto equilibrio. Io mi aiuto con la contrazione dell’addome, manovra che mi aiuta tantissimo per avere il giusto equilibrio

 

PhRM-7502La vela inizia a perdere potenza venendo a mancare la forza del vento (sono di poppa). Sono completamente concentrato sulla traiettoria

 

PhRM-7503La vela è ormai senza potenza e, mentre continuo a regolare l’assetto della tavola (sempre con movimenti leggerissimi e dolci), inizio ad impostare il passaggio della vela. La rotazione di tutto il rig avviene quando inizio a spingere con la mano posteriore sul boma. I piedi sono ancora in posizione mure a sinistra, come all’inizio della manovra

 

PhRM-7505Questo è il momento più delicato perchè oltre al passaggio della vela, c’è il cambio della posizione dei piedi. Qui, ho già spostato i piedi e l’abilità sta nel farlo nella maniera più veloce e indolore per l’assetto della tavola: è importante in questa fase che la tavola non si accorga del cambio dei piedi.

 

PhRM-7506Sono in piena rotazione di vela e la tavola si tiene su solo con l’abbrivio. Ora, sposto gradualmente il peso indietro perchè il calo di velocità non mi faccia smettere di volare

 

PhRM-7507Sono nel momento di minima velocità, quindi tengo l’assetto molto impennato sino a quando non faccio girare i camber, operazione che mi ridarà la pressione sulla vela. Quando la vela poi riprende potenza, abbandono assetto appoppato per rimettermi in assetto da crociera. Un’occhio di riguardo va al momento in cui infiliamo il piede nelle strap posteriore: l’equilibrio in questo momento è molto precario.

 

 

PhRM-7453Per imparare a strambare bene in foiling consiglio di fare le prime strambate molto larghe in condizioni non estreme, l’ideale sono dodici nodi e conviene usare una vela leggera senza camber sui sei/sette mq.

 

PhRM-7546

PhRM-7625PhRM-7453PhRM-7425

PhRM-7629

PhRM-7410

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>