Francesco e Pietro: due leoni alla Middle Sea Race

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Francesco e Pietro: due leoni alla Middle Sea Race

By Sailingsardinia   /     ott 26, 2019  /     Varie  /  

3A659C52-C7A4-4F9E-ACB8-48C4E50B4548Con l’imbarcazione di Simone Camba, Francesco Cerina e Pietro Mureddu hanno concluso una durissima Middle Sea Race con una seconda parte caratterizzata da vento forte e mare grosso tutto di prua

Francesco Cerina. La mia regata é stata il frutto della passione e deduzione delle persone che hanno lavorato attivamente a questa regata. Dopo una grande lavoro della barca a Cagliari e a Malta siamo riusciti a presentarci alla linea di partenza carichissimi. Una partenza a suon di cannone con il coltello tra i denti, siamo stati veloci e siamo riusciti  a bordeggiare nel grand harbour passando numerose barche. Dopo il primo disimpegno abbiamo dato gennaker e abbiamo superato altre barche e ci siamo trovati a girare la boa(prima di svoltare per la sicilia) vicino ai maxi. Andando in Sicilia abbiamo scelto di stare fuori. Purtroppo scelta sbagliata dove invece ha pagato chi é stato vicino alla terra. Da li abbiamo beccato numerosi buchi di vento che ci hanno tenuto sotto lo stretto per due giorni. Dopo numerosi salti si vento, siamo riusciti a recuperare qualche posizione e ci siamo trovati a girare lo stretto facendo un recupero di una quindicina di barche. Dallo stretto fino a trapani regata tattica sulle bavette di vento, che ci hanno permesso di recuperare altre barche e posizonarci in testa nel nostro gruppo. Arrivati a Favignana abbiamo iniziato a vedere la vera Middle, sono arrivati fino a quattro metri d’onda e raffiche fino a 35 nodi, abbiamo affrontato questo primo pezzo fino a Pantelleria fiduciosi, nonostante gli schiaffi che stavamo prendendo. Arrivati a pantelleria ci siamo tenuti sotto costa per ripararci dal forte vento e trovare il tempo per dare la terza mano e mangiare due cose. Da pantelleria a Lampedusa é arrivato il peggio con vento in aumento e onda incrociata che ci ha portato a essere conservativi sulla struttura, cercando di arrivare fino al mattino. Una volta svoltata Lampedusa abbiamo poggiato per arrivare a Malta una corsa di 90 miglia con punte di 11 nodi di velocitá.. cosi siamo arrivati a Malta la mattina del venerdi dopo 6 giorni di regata stremati e affamati… ci portiamo a casa una grandissima esperienza e una gran voglia di ripresentarci ancora a questo bellissimo evento chiamato Middle Sea Race.

Pietro Mureddu. La mia Middle è iniziata quando Francesco mi ha chiamato a inizio settembre per propormi di farla con lui,
Dopo una lunga preparazione della barca la ho trasferita a Malta, con Francesco e abbiamo finito di preparare le manovre in coperta e poi ci siamo fatti la coastal race. Malta è bellissima ma non lo sapevamo ancora perché sempre chiusi in barca a fare il più possibile per essere pronti per lo start.
Sulla regata lascio la parola a Francesco, io aggiungo solo che è una regata fantastica che mette a dura prova barca ed equipaggio.
Una meravigliosa esperienza che ci ha fatto crescere molto, come è molta la soddisfazione di averla conclusa e con una posizione più alta delle aspettative.

0EAB2884-4A1D-4294-97A3-F9060D5E3E43

Comunicato New Sardinia Sail

Ottimo debutto internazionale per Lima Fotodinamico e gli skipper di Newsardinia Sail Francesco Cerina e Pietro Mureddu che nella loro categoria IRC DH hanno tagliato il traguardo in quinta posizione.

 

Nelle 680 miglia della 40 ° edizione della  regata tra Malta e la Sicilia  i due skipper hanno dovuto lottare contro la bonaccia e contro il vento forte. Nessuna clemenza da parte del meteo.

Gli skipper:  Francesco e Pietro

“La regata è partita nel migliore dei modi, veramente un’ottima partenza. All’inizio abbiamo tenuto testa ai più forti, poi siamo andati a dritta e perso posizioni”.  Nel canale di Sicilia si è assistito ad una rimonta “Abbiamo guadagnato posizioni, abbiamo fatto una scelta tattica davanti a Stromboli che ci ha premiato sul gruppo”.

E poi la lotta diventa dura: “Da Favignana a Pantelleria è iniziata la vera Middle con   30/35 nodi, il mare in burrasca, la barca sbatteva ma siamo riusciti a preservare tutta l’attrezzatura.  A Pantelleria ci siamo messi sotto costa e ci siamo organizzati. Lima Fotodinamico ha resistito bene, perfetta”.  Gran soddisfazione: “Quando siamo entrati in porto siamo stati accolti dagli skipper di Inteman, i primi della nostra categoria e queste sono soddisfazioni”.

Nuove sfide per il 2020

Super soddisfatto Simone Camba, presidente di Newsardinia Sail: “Questa è l’ultima regata di Lima Fotodinamoico per il 2019 ma stiamo lavorando a nuovi progetti per il 2020. Sempre massimo l’impegno con i ragazzi in affido, hanno preparato la barca per la regata, che quest’anno hanno debuttato in regata. Speriamo in ulteriori avanzamenti e la loro partecipazione a regate sempre più impegnative”.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami