Gessa-Dessy ma gli eroi sono Marcis-Piu

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Gessa-Dessy ma gli eroi sono Marcis-Piu

By Sailingsardinia   /     feb 01, 2017  /     Varie  /  

000DSC07921E’ stata l’incertezza a caratterizzare la giornata di sabato 28 gennaio al Poetto, dove la flotta Hobie Cat sarda, si è data appuntamento per la prima giornata del criterium d’inverno. Alle ore 13.00, ancora si abbatteva una pioggia, non battente, ma decisamente fredda, ed una coltre scura di nuvole cariche, sembrava voler stazionare sopra il Windsurfing Club Cagliari.

Il clima incerto ha tenuto all’asciutto diversi equipaggi, riducendo a “soli” 15, ma mooolto scalmanati, quelli scesi in campo ad incrociare le prue tra le onde.

Passato il corpo nuvoloso, è andato via anche il gagliardo libeccio che soffiava sul campo, lasciando un residuo, debole, e variabile, vento da sud-sud ovest.

Nel difficile campo piazzato dal comitato di assistenza ed allenamento, composto da Fulvio Fiorelli e Marta Scanu, i temi tattici si sono concentrati sulla gestione delle onde residue, e nell’adiacenza del campo con la sella. Chi virava subito dop la partenza, infatti, rischiava di trovarsi obbligato a una virata sotto scogli, in un punto in cui ancora la lay line non era raggiunta, costringendo la flotta che sceglieva quel bordo a scegliere tra una tripla -costosissima- virata, oppure ad un bordo di avvicinamento alla boa decisamente “impiccato” (il termine indica una andatura di bolina, fin troppo stretta).

000DSC07934La leadership di giornata è stata appannaggio di Piero Gessa-Roberto Dessy (1, 1), che infatti hanno sempre prolungato il bordo mure a dritta dopo la partenza, seguiti da degli splendidi Aldo Marcis-Michela Piu. L’equipaggio conquista un meritato podio di giornata, mettendo a frutto l’ottima capacità di conduzione della barca di Aldo, soprattutto con venti medi e leggeri, e le indiscutibili doti tattiche di Michela, cresciuta a pane e vela. Antonello Ciabatti-Luisa Mereu barcollano, ma non mollano, a pari punti cona Aldo e Michela, dimostrano ancora una volta che anche quando quando qualcosa va storto, sopperiscono sempre con una condotta di gara impeccabile, e rimangono sempre sul podio.

000DSC07951Da segnalare la bella prestazione di Barbera-Puddu leader per tutta la prima prova tranne che all’arrivo, e la presenza di Lorella Mazzoleni e Cristiano Rossi, l’equipaggio continentale che, vista la grande passione per l’Hobie Cat, ha deciso di svernare a Cagliari partecipando quindi a tutta l’attività della flotta 345

000DSC07926La riflessione che più disturba, nel contesto, è che, ancora una volta, vele di venti anni, non “Hobie”, ma perfettamente stazzate, e di misure identiche, mostrino un passo e soprattutto una facilità d’impiego, che le moderne vele “ufficiali”, anche se nuove, si sognano.

Non si tratta di un episodio, in quanto gli ultimi campionati nazionali hanno confermato lo stesso verdetto: più potenti con vento leggero, e più facili, molto più facili, col ventone.

Per non parlare del brusco calo prestazionale dopo le prime 15 uscite.

Come è possibile?

A pensar male, si fa peccato, …ma raramente si sbaglia. Meditate, classe internazionale, meditate!

Buon vento,

Domiziano

Immagine 000DSC07933

000DSC07915 000DSC07916 000DSC07917 000DSC07919 000DSC07920 000DSC07921 000DSC07922 c 000DSC07924 000DSC07925 000DSC07926 000DSC07927 000DSC07929 000DSC07931 000DSC07932 000DSC07933 000DSC07934 000DSC07935 000DSC07936 000DSC07937 000DSC07938 000DSC07939 000DSC07940 000DSC07942 000DSC07943 000DSC07944 000DSC07945 000DSC07946 000DSC07948 000DSC07949 000DSC07950 000DSC07951 000DSC07952

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami