Grandissimi Morelli-Giannetti al Mondiale Hobie Cat 16

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Grandissimi Morelli-Giannetti al Mondiale Hobie Cat 16

By Sailingsardinia   /     nov 18, 2019  /     Varie  /  

75424581_1238777819657448_4768458518074228736_oIn Florida c’è stato il Campionato Mondiale Hobie Cat che ha visto una nutrita partecipazione di team italiani. Ottima la prestazione di Leonardo Morelli e Victoria Giannetti che hanno portato a casa un ottimo quinto posto.

Victoria: “Non è facile commentare un’esperienza così forte e travolgente. È stato il nostro primo mondiale e davvero non sapevamo cosa aspettarci, Matteo Nicolucci prima di partire ci aveva fatto un quadro generale ma era tutto nuovo per noi. Quando siamo arrivati lì pensavamo sopratutto a divertirci e a cercare di imparare da grandi velisti contro i quali non ci eravamo mai misurati.


Siamo scesi in acqua tranquilli, determinati a fare il nostro senza avere troppe pretese di risultato e questa si è rivelata l’arma vincente, piano piano ci siamo accorti che potevamo essere lì sopratutto dopo aver fatto due terzi consecutivi nella fase delle semifinali.
Ci siamo convinti che potevamo fare bene e prova per prova abbiamo portato a casa il risultato senza mai pensare alla classifica.
Il sistema round robin del mondiale alla fine più che un ostacolo si è rivelato un vero e proprio stimolo per dimostrare di poter fare bene qualsiasi fosse la barca e ha reso la regata molto più dinamica e divertente.
74594586_1244411669094063_4563181986386018304_oTralasciando il risultato sono molto felice di aver fatto questa esperienza e di averla condivisa con tutto il team italiano perché il mondo Hobie non è solo una regata ma è una grande famiglia che si incontra per gareggiare e poi a terra brinda insieme.
Ringrazio di cuore i nostri allenatori e tutta la compagnia della vela di Roma a cui dobbiamo il nostro risultato”

C2371FC5-9EEF-4A01-83AE-B167C3C759C7Leonardo Morelli Come ha già detto Viky essendo stato il nostro primo mondiale non sapevamo cosa aspettarci. Una cosa di cui eravamo sicuri era di regatare contro grandi velisti e specialisti del catamarano e quindi il nostro obiettivo era quello di entrare in finale e dare il nostro meglio ma senza pensare alla classifica. Molti partecipanti erano a noi sconosciuti e abbiamo scoperto dei fortissimi americani e sud americani (venezuelani e cubani sopratutto). Dopo gli ultimi due campionati europei abbiamo lavorato sulle partenze e sono state determinanti per questo mondiale soprattutto durante la finale durante la quale abbiamo regatato con un vento tra i 15 e i 20 nodi.

Siamo contentissimi del risultato ma sopratutto di questa esperienza unica condivisa con una grande squadra italiana.

Immagine anteprima YouTube

Il comunicato della classe Hobie Cat Italia

E’ appena terminato un memorabile Campionato del Mondo Hobie Cat 16 con l’incredibile partecipazione di 250 equipaggi proveniente da 25 paesi di 6 continenti!

Erano parecchi anni che un Mondiale non si svolgeva negli Stati Uniti, la patria natia dell’Hobie Cat, ed è stato uno strepitoso successo.

L’evento è durato ben 15 giorni perché hanno gareggiato tutte le categorie. Gli Youth (under 21), i femminili, i Master (over 45), i Grand Master (over 55) e i Great Grand master (over 65), oltre ovviamente gli assoluti che sono stati proceduti da una selezione finale, riservata ad alcuni equipaggi che non si erano potuti prequalificare nella loro nazione, dopo la quale si sono svolte le semifinali con il metodo Round Robin e la finale a 56 barche.

Per la prima volta nella storia della classe il titolo mondiale va al Venezuela con SABA Yamil e CENDRA Gonzalonel, nel quale, come in molte parti dei Caraibi, si pratica molto l’Hobie Cat.

Al secondo posto un equipaggio Danese BJORNHOLT Nicolaj e JENSEN Michelle già Campione Europeo nel 2018 e al terzo gli australiani COLBY Gav NEWS Worst; Colby Gav era il precedente Campione del Mondo HC 16.

La squadra italiana

78216644_1242573729277857_8915757661547397120_oSono stati ben 7 gli equipaggi italiani che hanno partecipato al Mondiale di cui 5 prequalificati tramite la Ranking List italiana ed europea e 2 con accesso alle qualifiche sul posto. Una presenza, oltre che qualificata, davvero  straordinaria  dal punto di vista numerico in quanto è stata la spedizione più numerosa di sempre ed il team più numeroso d’Europa. Anche la voglia di ben figurare era alta e tutto il 2019 è stato improntato alla preparazione di questo evento, anche con numerosissimi allenamenti.

I risultati alla fine sono arrivati:

  • Caterina Degli Uberti e Giulia Ancillotti anno conquistato il bronzo femminile all’interno di un’agguerritissima e numerosa parterre di concorrenti, risultato record per un equipaggio femminile italiano.
  • I due equipaggi, Rudy Ruggiero-Pietro Tibuzzi e Camilla e Simone Cordero di Montezemolo, che hanno partecipato alle prequalifiche, sono riusciti ad entrare in semifinale.
  • Quattro equipaggi Leonardo Morelli – Victoria Giannetti, Rudy Ruggiero – Pietro Tibuzzi, Lorenzo Rossi – Diana Rogge e Caterina Degli Uberti – Giulia Ancillotti sono entrati in finale e…
  • … e Leonardo Morelli e Victoria Giannetti hanno sfiorato l’impresa classificandosi quinti assoluti, che comunque rimane il miglior risultato di sempre conquistato da un equipaggio italiano “doc”.

Ma il risultato più bello è stato quello dell’intera spedizione del team italia che ha dato prova di compattezza e lealtà fra tutti gli equipaggi del team che hanno sempre collaborato fra loro aiutandosi a terra durante i round robin ed aiutando i finalisti negli ultimi giorni di regata, i più faticosi e stressanti per l’altissimo livello in acqua e le numerosissime prove in acqua. Infatti in questo tipo di regate, dove le barche vengono cambiate a terra prima di ogni prova, la presenza di uno shore team è di fondamentale importanza per l’organizzazione del cambio barca veloce e senza problemi.

52a9fa1d-e1e6-41b2-b333-737616b5850dLa squadra italiana era composta da equipaggi giovanissimi, sotto i 18 anni, fino a veri e propri esperti della specialità per i tantissimi anni trascorsi sul catamarano e che ora sfiorano i 60.  Insomma una grande passione che non ha età e che è la grande forza della nostra classe e dell’inimitabile hobie way of life! A quest’ultima ha sicuramente contribuito il bellissimo posto e i tanti party di fine giornata che sono una fantastica occasione soprattutto per far conoscere persone che vengono da posti tanto lontani e tanto diversi fra loro

Per tutto il Team Italy e un pò anche per molti di noi, che anche grazie ai social e alle innumerevoli foto che arrivavano quasi in tempo reale, è stata un’esperienza magnifica e sicuramente il suo ricordo rimarrà per molto tempo.

A breve, quando i nostri “ragazzi” torneranno, inizieremo a raccogliere qualche commento dal vivo che sicuramente ci farà continuare a sognare.

Overall Results – Women

Overall Results – Open

 

Caterina Degli Uberti

Partecipare a questo Mondiale è sicuramente una delle esperienze più belle che mi possano essere capitate in 13 anni. Dopo non essere riuscita a partecipare alle precedenti 4 edizioni, volare in Florida è stato un sogno che diventava realtà e quindi sin dal primo annuncio a Maggio 2019 mi sono attivata per organizzare al meglio il tutto.
In 1 anno abbiamo creato un Team Italy pieno di entusiasmo, coeso, pronti ad aiutarci per qualsiasi cosa, ma soprattutto molto giovane. Sicuramente l’esserci allenati tutti insieme nei 2 mesi prima della partenza ha ulteriormente agevolato lo spirito di squadra e ci aiutato a conoscerci meglio a vicenda. Il tutto è stato anche grazie all’infinito supporto di Roberto Rogge e all’ospitalità del Tognazzi Marine Village.C3567841-8121-4FAE-8804-81BF9535CBD5

tre giorni di femminile sono stati lunghi e molto stressanti, tante attese per via del poco vento, specialmente l’ultimo giorno in cui ci hanno mandato in acqua poco più di 2 ore prima del limite di partenza. Purtroppo ci è mancata la lucidità per mantenere la posizione di testa in due prove difficili e completamente dominate dall’equipaggio messicano. Siamo comunque estremamente soddisfatte del risultato che abbiamo raggiunto e sarà sicuramente uno stimolo per il futuro.
Aver centrato la finale nell’open è stata la ciliegina sulla torta, un’emozione infinita sentire nominare il proprio nome durante il cut party. Purtroppo una squalifica nella prima prova e una scuffia nel terzo giorno avevano messo a rischio il nostro ingresso, ma grazie ad un 9 e a 12 nelle semifinali, riusciamo a rientrare fra i migliori 56 al mondo.

Team Hobie Cat sia a terra che in acqua sempre al 100% e un comitato che ha dovuto prendere decisioni veramente difficili hanno reso l’evento indimenticabile.
Ora piccolo periodo di riassestamento per la prossima stagione, ovviamente con la speranza di poter partecipare al prossimo Mondiale magari proprio in Europa!

Un ringraziamento enorme a tutti quelli che in questi giorni ci hanno supportato dall’Italia e seguito praticamente in tempo reale nonostante il fuso orario!
Ovviamente un grazie infinito alla mia famiglia che mi ha sostenuto in questo progetto dal primo giorno che ho messo piede in barca e a chi negli anni mi ha insegnato tutto quello che so sui catamarani e specialmente sull’Hobie Cat 16, Roberto Rogge e Matteo Nicolucci.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami