Il Criterium per anziani

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Il Criterium per anziani

By Sailingsardinia   /     dic 31, 2015  /     Varie  /  

criIMGP9865Clima di fine estate per le 20 Barche in mare, l’ultimo giorno, prima dei previsti rigori invernali.
La regata si disputa la domenica, per non sottrarre tempo alle famiglie dei regatanti nella atmosfera ancora natalizia del sabato 26 gennaio.
La flotta dei “cinquant’anni e non sentirli” esce compatta, senza vento, pur di far parte del bel contesto tipico del sabato invernale al Poetto.
E i ragazzi, quelli anagraficamente giovani? Se ne stanno a terra, loro che avrebbero le energie per studiare, uscire in mare e uscire la sera fino a tarda notte; loro, proprio loro, se ne stanno a terra a chiacchierare, perdendo un allenamento che tecnicamente avrebbe avuto una grande utilità. Si sa, infatti, che senza vento vincono quelli che sanno dove andare, che sanno stare liberi che sanno partire senza farsi soffocare dalle altrui vele. Ma loro no, non hanno bisogno di provare, senza vento non si esce.

cricriIMGP9823
Gli anziani ci credono e fanno bene perchè il vento è entrato, leggerissimo ma tale da permettere di fare ben due prove. E che prove!
Partenze agguerrite, a rallentatore ma mozzafiato e col massimo della concentrazione per chi era impegnato a trovare lo spazio giusto allo start.
Nella prima regata alcuni hanno tentato di tirare il bordo mure a dritta. Aldo Marcis è andato verso terra e ha avuto ragione, ma non è riuscito a tenere il primato: “abbiamo concluso secondi…vabbè mica da buttare!” esclama soddisfatto. Nella seconda prova la flotta ha scelto compatta il bordo a terra. A fare la differenza è stata la virata verso la boa, per molti anticipata, e soprattutto l’approccio in boa, particolarmente affollato e combattuto…tanto da aver mobilitato i tre “saggi”, che hanno dovuto decidere ben due proteste.
La prima giornata del criterium dei due anni si è conclusa con gli inarrestabili Piero Gessa e Roberto Dessì in testa, al secondo posto Aldo Marcis con una giovane nuova leva, e al terzo posto Domiziano Nenna, stavolta in mare con Marta Scanu. Domiziano ritrova la concentrazione dopo qualche prova un po’ deludente nel corso delle ultime giornate…in realtà possiamo dire che questo è stato il suo miglior anno in hobie cat e che ormai fa parte dei migliori! Sarà la vena poetica a dargli la carica giusta?IMG-20151227-WA0012
Nel dopo regata si è accesa qualche scintilla tra gli equipaggi che hanno discusso le proteste, con qualche ribellione di troppo alle decisioni dei saggi e senza pensare che la regata, pur essendo una cosa seria, fa parte di un bel gioco. Ma lo spirito giovane della nostra flotta contempla anche queste manifestazioni di grande passione che poi sfumano nell’acqua di mare, o in un buon bicchiere di vino alla prossima occasione goliardica, che non tarderà ad essere organizzata.
E allora in questa giornata povera di vento ma ricca di tanti altri episodi, vengono in mente le parole di Rino Gaetano (noto alla maggior parte di hobie catters per ragioni di anagrafe) nella canzone “il cielo è sempre più blu”!
Buon anno a tutti, prossima puntata il 2 gennaio.

Non perdetevi le rime poetiche dopo le foto

image

criIMGP9949 criIMGP9947 criIMGP9946 criIMGP9945 criIMGP9944 criIMGP9943 criIMGP9942 criIMGP9941 criIMGP9939 criIMGP9938 criIMGP9937 criIMGP9936 criIMGP9935 criIMGP9934 criIMGP9933 criIMGP9932 criIMGP9931 criIMGP9930 criIMGP9929 criIMGP9928 criIMGP9926 criIMGP9924 criIMGP9922 criIMGP9917 criIMGP9916 criIMGP9915 criIMGP9913 criIMGP9912 criIMGP9911 criIMGP9910 criIMGP9909 criIMGP9908 criIMGP9907 criIMGP9906 criIMGP9905 criIMGP9904 criIMGP9903 criIMGP9902 criIMGP9901 criIMGP9900 criIMGP9899 criIMGP9898 criIMGP9897 criIMGP9896 cricriIMGP9823

“Finalmente al Commodoro un riconoscimento tutto d’oro

Di quest’anno lui ha il primato del criterium nostro adorato

Scotta a sinistra, penna a destra, il suo timone e’ spesso in testa

Se ispirato a puntino lui e’ Poeta di fino, ma in tutto questo poetizzare ultimamente tende a tralasciare di chiudere i tappi prima di andare per mare, che rischio di affondare ………

Chi lo conosce bene, sa che, lui i tappi non puo’ che averli con se,

cosi’ spiaggiato sulla riva,

deviata un attimo la giusta via, lui svuota, drizza e gia’ e’ scordata l’avaria

ma da domani tappi=fobia”

 

“Se poi il brivido vuoi provare, una volta almen con Tubo devi andare

cazza 1 cm, lascane 2,

non ti preoccupare

ti dice lui tutto cio’ che devi fare, anche quando respirare

20,30,40 nodi, con lui non c’e’ verso di scuffiare di traverso

fidati, non temere, scuffia solo con il suo prodiere”

 

“E a quel vecchio saggio di Sandro Strazzera

Che porta la barca a cudda manera,

un pezzo di scotta: ne possa lascare

per dopo partiti, che possa poggiare”

 

“Non sei scarso se lo batti

e’ sveglio veloce Daniele Ciabatti

e se si accorge che una regola sbaglia

si autopunisce e l’arrivo non taglia”

 

“Comandante maestro o sol nostromo

sai gia’ chi e’: Giangi bonomo

corre, scia va a pattinare

ma alla partenza non puo’ mancare

se il nazionale qui fa la tappa

arriva lui che brinda e stappa”

 

“Marghinotti, il presidente

il club non gira, chi lo sente

poggia in poppa, inizia il lasco

cazza scotta: metti il casco

ma la prua poi infila l’onda

poppe in su, la penna affonda”

 

“Di tutta la flotta il piu’ monello

scontroso, incazzato, slanciato e bello

ma se corri, lo passi e stringi i denti

Alberto ti fara’ i complimenti”

 

“Ecco il Doge e la Farina

hashish lui, lei cocaina

talento, lavoro, ponderazione

viene su un equipaggione”

 

Gorgi vuol silenzio, ma Roby ama parlare

per guadagnar l’arrivo dovranno barattare

per voltar con l’onda lunga

porta il fiocco che non punga

buono, scarso, stocco al salto:

questo e’ veleggiate in alto

 

 

“La passione la pazienza

dentro lui fan la presenza

ma da quando ha fatto voto

detto fatto: “torno a nuoto”

bello, tondo un tipo vario

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami