Il Criterium sale di livello

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Il Criterium sale di livello

By Sailingsardinia   /     giu 24, 2016  /     Varie  /  
IMG_0364A coronamento del lavoro svolto dalla flotta Hobie Cat  cagliaritana, nella prima giornata del criterium estivo, intitolato VelaShopNautica, sponsor della manifestazione, ben 20 gli equipaggi partecipanti.advBig
In una prospettiva di dinamica evoluzione, i ragazzi provenienti dalle classi giovanili (Hobie Dragoon) si cimentano con le barche dei più grandi (Hobie cat 16′ spy). Questo sabato è stato il giorno dell’ingresso “in società” dei giovanissimi Alessandro Serra-Chiara Baccarà – campioni nazionali in carica nei Dragoon, da subito a loro agio anche con tanta tela in più ed una barca, il 16′, mooolto più instabile.
I meriti vanno divisi: loro, gli atleti, sempre al centro, ovviamente, ma anche del buon lavoro svolto dal sistema Scuola vela (Anemos), che fa il reclutamento dei nuovi adepti, squadra sportiva del Windsurfing Club Cagliari, che garantisce costanza negli allenamenti e formazione a livello intermedio e avanzato, e, diciamocelo, la flotta, che garantisce accoglienza, divertimento, in un ambiente aperto, variegato e che incarna lo spirito dello sport sempre e per tutti. Loro, gli hobie Cattisti, lo chiamano Hobie Way of Life.IMG-20160622-WA0005
Certo, uscirsene dalla stagione della vela giovanilissima, a quattordici/quindici anni, e farsi un allenamento competitivo, il criterium, con in mare fior di campioni degli ultimi decenni, wild card -per il momento occasionali- del calibro di Pietro Sibello (per dirne qualcuna, olompionico 49er e componente del team Prada, certamente tra i timonieri più forti al mondo), non è un privilegio che capita a tutti. Se poi ci aggiungiamo 12 nodi di brezza costante, onda media, sole a profusione…
…mi vengono in mente le parole di De Andrè:
“La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso.”IMG-20160622-WA0006
Tornando all’evento sportivo, il nome per il momento è il primo suggello di una collaborazione tra lo sponsor Velashopnautica, e la flotta, una delle poche a garantire oggi, un’attività partecipata, continua, e sempre aperta a nuovi praticanti, ma il lavoro iniziato non mancherà di portare nuovi e più visibili novità!
Il comitato di allenamento ed assistenza era composto da Fulvio Fiorelli e Paolo Schirru, che hanno piazzato un bel campo da 30-35 minuti, con prima procedura di partenza alle 14.20, come spesso accade, qualche messicano diserta la prima prova per prolungamento siesta, ma nel complesso delle tre prove, tutti e 20 gli equipaggi partecipanti hanno potuto profondere il loro impegno alla ricerca del miglior risultato possibile.
Con un vento medio leggero di 11/12 nodi, sufficienti a tenere l’equipaggio al trapezio in bolina, che pulsava a destra e sinistra con moderate oscillazioni in direzione ed in intensità, non era quasi mai prevedibile il lato vantaggioso, soprattutto in poppa.
Grazie al raggiungimento della soglia dei quattro spy in acqua si è potuto stilare la classifica di classe, e questa vede al primo posto Serra-Baccarà, secondi Budroni-Faggioli, terzi Gessa-Pessola.
Nella Classe Open (quella senza spy), primi Piero Gessa-Roberto Dessy, secondi Nese-Frongia, terzi Nenna-Pilia.
Buon vento.
Domiziano

 

 

IMG-20160622-WA0002

Al Criterium c’è anche chi, anzichè partire, preferisce rinfrescarsi in acqua

class1134

IMG_1135

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami