J24 a Cagliari: vince sempre Dolphins, ma le barche sono poche…

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

J24 a Cagliari: vince sempre Dolphins, ma le barche sono poche…

By Sailingsardinia   /     mar 06, 2018  /     Varie  /  

1111DSC06017Sei le prove portate a termine nelle due uniche giornate disputate, otto gli iscritti di cui solo 7 scesi in acqua. Questi sono i numeri della prima tappa del circuito zonale della classe J24. Onestamente sono un po diversi da quelli ai quali la classe ci aveva abituati dove, in tempi non lontani, erano 17 le barche a darsi battaglia sui campi di regata.

La causa non è da ricercarsi sicuramente nei Comitati di Regata visto che la Terza Zona FIV assegna sempre alle manifestazioni della classe i membri più esperti e di maggior valore. Non è da ricercare nel Circolo Organizzatore LNI Cagliari che ha organizzato bene questa tappa sia a mare, con un campo di regata disposto sempre in maniera precisa e puntuale, sia terra con il servizio di varo e alaggio puntuale ed un piatto di pasta caldo pronto ad aspettare i regatanti (vedi anche i magnifici premi assegnati ai vincitori). Per le poche prove disputate la causa è da imputare un po al vento bizzarro di questo inizio anno e un po alla burocrazia degli enti regionali che impone tempi biblici per ricevere un’autorizzazione demaniale per il campo di regata.

Quanto ai pochi partecipanti la causa è solo nostra, di noi velisti e di noi armatori. NON CI SONO SCUSE Le date delle regate erano state preannunciate con largo, larghissimo anticipo. Le località delle regate si sapevano da Ottobre. Le barche non sono state spostate da Cagliari dalla tappa precedente e quindi non vi erano problemi di trasporto.

Cari Jisti, ricordateVi che la classe Sarda siamo NOI, ricordateVi che se i circoli, dopo la prima esperienza con la nostra classe, decidono di non ospitarci più per le alte spese sostenute, la causa è nostra (poche iscrizioni). Se le persone si disaffezionano alla nostra classe, perchè il livello si abbassa, la colpa è nostra. I primi a doverci impegnare siamo noi, come equipaggi dobbiamo impegnarci rendendoci liberi e disponibili nelle date delle regate, come armatori dobbiamo impegnarci facendo si che le nostre barche siano presenti ne campi di regata. Come nel libro “Pellegrinaggio in Oriente” di Hermann Hesse noi stiamo compiendo un viaggio insieme e se ci arrendiamo alle prime piccole difficoltà il viaggio è destinato a naufragare. Pertanto, quale Jista, quale regatante e quale Vs rappresentante, chiedo a voi tutti amanti della classe J24 di “resistere” e di “partecipare” senza arrenderci alle prime piccole difficoltà affinchè le nostre regate continuino ad essere le più belle della Sardegna e non diventino solo un ricordo dei bei tempi passati.

Veniamo alle regate di ieri.

Le previsioni ci hanno azzeccato: vento forte da levante e pioggia. Ma le prove sono state veramente molto, molto divertenti. Un percorso a ridosso della Sella del Diavolo, con una lunghezza ridotta al fine di poter eseguire tutte le prove previste prima dell’atteso rinforzo. Tre regate combattutissime ad iniziare dalla partenza. Posizioni altalenanti tra una prova e l’altra. Dolphins che come il 18 febbraio la fà da padrona. Questa è la sintesi della giornata di regate di ieri. Vincitore di giornata è ancora Dolphins, di Giuseppe Taras timonata da Nicola Campus, che con i parziali di 3, 1, 1 vince anche la prima tappa del circuito 2018. La seconda piazza della tappa va a Vigne Surrau, del Club Nautico Arzachena timonato da Pietro Alvisa. Con una seconda giornata un po più sottotono riesce comunque a mantenere il podio resistendo agli attacchi di LNI Carloforte-Auto A di Davide Gorgerino ieri vincitore anche della prima prova di giornata.

Da segnalare anche il disalberamento di 12.1-Santa Lucia. Per fortuna nessun ferito ma solo tanto sconforto. Speriamo di rivederli presto in mare.

 

Vi aspetto TUTTI ad Alghero, Marco Frulio

 

180304 classifica

 

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>