La bolina infinita con un G34

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

La bolina infinita con un G34

By Sailingsardinia   /     ott 27, 2020  /     Varie  /  

BD691C3B-B389-48F5-8446-12F8AB2806BEÈ stata una Middle Sea Race decisamente sottotono ma almeno qualcuno è riuscito ad esserci. È stato appassionate il duello per la vittoria in reale tra i due trimarani Mana e Maserati, conclusasi a favore di quest’ultimo grazie anche ad una importante presenza a bordo di velisti provenienti dalla classe Nacra: Vittorio Bissaro e Rufo Bressani.192E1B82-6559-4EAF-B17F-3B81E9E62DF1

Presente in regata anche Francesco Cerina che ci ha inviato un resoconto della sua partecipazione “tutta controvento”9DB4713A-5CAB-44FF-A941-8A95285C1A06

“ La nostra Middle Sea Race è stata una regata impegnativa sin dal principio. La barca era ubicata a Fiumicino e avevamo deciso di portarla a Malta la settimana prima dell inizio della regata.

Man mano che facevamo i preparativi della barca si facevano sempre più insistenti le voci di chiusura delle regioni..quindi ci siamo trovati il giorno prima di partire senza ancora sapere se sarebbe stato conveniente partecipare o no. Ho chiamato diversi partecipanti tra cui Giovanni Soldini, che mi ha suggerito di lasciare la barca a Ragusa. Abbiamo così deciso di partire e abbiamo portato la barca nella costa Siciliana. Ci siamo così organizzati e abbiamo fatto di tutto per arrivare alla linea di partenza della Middle Sea Race. Purtroppo è stata una Regata sottotono, con un terzo delle barche che solitamente affolla il GrandHarbour. AB71BF43-2D27-4BBA-B15A-6B60285F5F1E
La regata è partita con maestrale di 15knt , che ha portato la flotta a bolinare fino alla boa di disimpegno prima di tagliare per la Sicilia. Già in questo primo pezzo non eravamo competitivi e le barche ci sfilavano davanti. Dal disimpegno fino alla Sicilia abbiamo allargato la bolina e la barca ha iniziato a camminare , permettendoci di riagganciare il gruppo. Sotto la Sicilia abbiamo iniziato a bolinare fino sotto lo stretto dove ci siamo trovati dietro al gruppo.

Per fortuna nostra nello stretto c erano 4knt di correrete contraria e chi ci precedeva e tentava di passare lo stretto si ritrovava nuovamente sotto Messina. Abbiamo così riagganciato il gruppo e per noi è ripartita la regata da zero. Da dopo lo stretto fino a Favignana abbiamo trovato nuovamente la bolina con 4/5knt di reale. Siamo così tornati a inseguire il gruppo. Da Favignana a Pantelleria abbiamo trovato nuovamente la bolina con 15knt di reale. Purtroppo non siamo riusciti a essere competitivi e facevamo 5 gradi alla poggia in più degli altri…insomma anche dopo Pantelleria e Lampedusa abbiamo beccato bolina (non voglio essere ripetitivo) fino all arrivo. Siamo arrivati dietro tutti,ma contenti comunque di aver dato il massimo. Abbiamo capito su cosa dobbiamo lavorare e questo inverno cercheremo di migliorare questa splendida barca il GIro34.

Un ringraziamento a Riccardo Zuncheddu e tutto il team della Valeria ZSail che ci supporta; un ringraziamento al mio Socio Angelo Monni che rende tutto possibile e un infinite grazie a a Riccardo Angelini il mio co skipper con cui ci siamo trovati benissimo dal primo istante “

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami