Le regate della LIV: cosa ne pensi?

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Le regate della LIV: cosa ne pensi?

By Sailingsardinia   /     nov 02, 2017  /     Varie  /  

22813998_1476911809012973_526389621638594337_nE’ innegabile: le regate della Lega Italiana Vela sono proprio appassionanti e il format, che si colloca esattamente a metà strada tra il match race e le regate di flotta, sembra essere destinato ad un grande futuro. Direttamente da Crotone ci sono giunti un pò di commenti su questo nuovo tipo di competizione velica

10451905_10205685455552236_8944685214286784494_nSimone Ferrarese Circolo Vela Bari. Format veramente interessante che non é altro che un match race di flotta, con rotazione delle barche che vengono riassegnate continuamente per evitare ingiustizie. Forse ci sarebbe bisogno di qualche umpire in più per gestire le varie situazioni dubbie, che capitano con una flotta in un campo cosi (giustamente) piccolo. Forse cinque umpire sarebbero perfetti, anche per vedere bene ciò che capita in partenza

 

Michele-Paoletti-Vela-federazione-fb-800x602-800x602Michele Paoletti Società Velica Barcola Grignano. Molto bello il format delle regate corte, veloci e divertenti. Per essere al top la logistica intesa come Comitato di Regata, gommoni posaboe, gommoni per i cambi, organizzazione a terra devono essere perfetti per riuscire a fare più regate possibile. Sarebbe ideale che la LIV avesse un suo team di professionisti e si appoggiasse ai circoli solo come base logistica. Se no si rischia di perdere tanto tempo, soprattutto se ci si mette di traverso il meteo. Qui, alla fine, abbiamo fatto solo 6 regate…

 

10850112_10204542014903246_2312784918718328478_nLorenzo Bressani. Grande livello presente in questa regata, con tanti professionisti finalmente al timone (cosa che vediamo sempre piu raramente). Invito i miei colleghi professionisti che vanno su barche piu grosse a partecipare con i loro club e a rimettersi in gioco come stiamo facendo noi qui. Il format è proprio divertente, con barche veramente uguali (i J70 sono perfetti, meglio degli Este24 usati lo scorso anno) cambi di barca per garantire parità di prestazioni. Cosa migliorerei? Forse allungherei un poco di più le regate: due boline e due poppe in 5/6 minuti sono troppo corte; allungherei le regate a 10/12 minuti per renderle più vicine a quelle normali. Qui il vento ha fatto un po’ le bizze, ma abbiamo fatto un numero di prove sufficiente per garantire una classifica veritiera.

 

181681_10200670334753579_1991608556_nIgnazio Bonanno Marina Militare. Le barche tutte uguali garantiscono delle regate ad armi pari con velocità pressoché identiche. Non mi piacciono i cambi e le lunghe attese a terra perché mi fanno perdere la concentrazione

 

19225050_10213979974801866_6189433547277544362_nGianfranco Noé Yacht Club Adriaco. Fantastico il format di cui apprezzo la velocità… tutto velocissimo, senza pause.Per il momento mi sembra ci sia ben poco di migliorabile.

 

leghissa-skipperAlberto Leghissa Diporto Nautico Sistiana. Regate bellissime. Il corpo a corpo, seppur con sette barche, è divertentissimo. Il format è perfetto e cercherei di fare più pubblicità a queste regate. Ora abbiamo finito noi ed iniziano subito gli Juniores: bisogna seguire anche loro!

 

942495_10151890897971451_1153804351_nMichele Mazzotti Circolo Velico Ravennate. La cosa più bella di queste regate è arrivare  e trovare tutto già pronto, stile match race. Poi si fanno tante regate (tranne, per colpa del meteo qui a Crotone). Sarebbe bello che gli equipaggi avessero tutti la tessera FIV del circolo che rappresentano e non siano solo soci.

 

11391100_10206141261384232_777320673649294883_nDiego Morani Circolo Canottieri Tevere Remo. Il bello di queste regate è che sei sempre a contatto con l’avversario, cosa che spesso manca nelle regate normali. Purtroppo siamo troppo legati al meteo e, come successo qui a Crotone, con poche regate disputate cala il livello tecnico.

 

380292_10150762302388908_1837205237_nMichele Regolo Civitanova Marche. Del format della LIV mi piace l’intensità del programma e l’importanza di ogni singolo secondo e di ogni dettaglio della regata, in ogni istante tutto può cambiare e alla fine come sempre l’allenamento e l’unione del team fanno la differenza. Tra le cose da migliorare c’è poco, peccato non riuscire quasi mai a completare i voli previsti ma col meteo non ci si può fare nulla se non forse provare a sfruttare tutti i giorni più ore dall’ora iniziale del primo giorno al tempo limite dell’ultimo.

 

377314_4154856441362_816092363_nCamillo Zucconi Yacht Club Portorotondo. Belle regate, molto veloci, con un bel ritmo e molto divertenti. Farei qualche regata piu lunga e se, gli atleti, oltre ad essere soci fossero anche tesserati FIV presso il circolo per cui corrono, potrebbe essere più motivante.

 

22555312_1472699769434177_3647725405367881231_nNicolò Bertola Aeronautica Militare. Dopo un primo scetticismo iniziale, ora apprezzo tantissimo queste regate corte, molto tecniche e ricche di adrenalina. Molto alto il livello qui a Crotone e forse, per dare più valore tecnico diminuirei il numero di parrecipanti  alla fase finale.

 

528259_10200870047215694_1101368157_nClaudia Rossi Yacht Club Costa Smeralda. Mi è piaciuto molto regatare con tempi e distanze cosí ravvicinati: una competizione che non ti permette di sbagliare un colpo. Con un’organizzazione logistica migliore, si risparmia tanto tempo e si possono cosí fare più regate.

 

11951328_10153650249629031_3411451640465022875_nFederico Michetti Yacht Club Costa Smeralda. Il Format della LIV é strepitoso, tutto molto veloce, decisioni instantanee, tutti ad armi pari. Bisogna essere super dinamici, talentuosi. Insomma una figata bestiale con i team che spendono pochi soldi…Tutto é migliorabile, però questo format già cosi è perfetto

 

15590601_947520055380634_6584553082995317197_nVincenzo Graciotti Yacht Club Riviera del Conero. Nell’atletica c’è la maratona, il fondo, il mezzofondo, i 400 mt, i 100…Beh, questi sono i 100 mt della vela. Queste sono gare frenetiche, di velocitá. In mare tutto ok. Migliorerei la riconoscibilitá degli equipaggi, magari facendogli indossare delle divise con colori diversi in modo da riconoscerli in mare con un colpo d’occhio. Altra cosa, con la comunicazione bisogna far capire che chi vince qui, con le barche tutte veramente uguali, è un campione assoluto, da non confondere con la miriadi di pseudo campioni che ogni anno la vela sforna.

 

10407832_597444310368814_3643261150084714069_nChicco Fonda Canottieri Garda Salò. Molto bello regatare con il fiatone, con il risultato incerto fino all’ultimo, il prendere e comunicare decisioni e di conseguenza manovrare in decimi di secondo…molto bello e molto allenante per tutte le regate. Forse allungherei un poco il tempo delle regate e soprattutto metterei un giorno in più per ovviare a condizioni meteo ostili

 

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>