La “Poetto” è sempre la “Poetto”

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

La “Poetto” è sempre la “Poetto”

By Sailingsardinia   /     set 20, 2020  /     Varie  /  

466522c4-0d8f-43de-a8d5-18e0c136f82aLa prima, la classica, la più copiata, la più vecchia, la madre di tutte le veleggiate cagliaritane: La Poetto-Cagliari-Poetto. Con un calendario falsato dal COVID, Lo Yacht Club Cagliari ha spostato l’evento  da Luglio a Settembre ed è sembrato che tutti abbiano accolto bene questo spostamento di data, viste le sessanta derive in mare.

119826818_10221181516141400_3380412183796311270_oLa giornata non sembrava niente di buono ma alla fine un minimo di vento c’è stato e, nel finale, è comparso anche il sole

La regata si svolge utilizzando la formula dei compensi per far sì che tutte le derive possano correre in una sola classifica per assegnare l’ambito trofeo. Enrico Strazzera ha, per questa occasione, mollato il suo gommone da allenatore e con il suo Laser ha voluto scrivere nuovamente il suo nome nel famoso trofeo cagliaritano. Enrico ha guidato la banda dei laseristi, classe che ha dominato la classifica generale, andando ad occupare le prime dieci posizioni. Solo l’Hobie Cat di Ciabatti-Mereu è riuscito, con un secondo posto, ad infilarsi in mezzo allo strapotere laserista. Alessandro Masala ha invece portato a casa un ottimo terzo posto.

Hobie Cat e Laser l’hanno fatta da padroni, con numeri che confermano l’entusiasmo che sostiene, ormai da anni, le due classi. I Laser con diciotto partecipanti divisi nelle tre categorie Standard, Radial e 4.7 rispecchiamo ciò che succede a livello nazionale ed internazionale: nonostante la vela sia sempre più orientata sulle nuove classi acrobatiche e volanti, i veri appassionati delle regate gradiscono di gran lunga una sana e lenta bolina cinghiando nel Maestrale. Enrico Strazzera, Alessandro Masala ed Enrico Canu sono stati un podio di alto livello, per una regata che qualcuno ha definito una sagra cagliaritana. Tra i Radial bella vittoria di Martina Schirru davanti ai top emergenti Lorenzo Micheli ed Alberto Neddu. Nei 4.7 vittoria all’unica partecipante Isabella Pirastu.

fa783f72-4dd3-4e12-b586-639f58ab4c5bAnche negli Hobie non si è scherzato con il podio formato oltre che da Ciabatti-Mereu dai ritrovati Caddeo-Massoni e dai neo Campioni Italiani Gessa-Dessy. f322d0fe-ddea-4163-aaa4-32a6d88eb7b3Presente anche Checco Bruni che, con questa partecipazione, ha voluto salutare, prima della partenza alla volta di Auckland la vela cagliaritana in cui si è, in questi due anni di allenamenti con Luna Rossa, perfettamente integrato.

Altra classifica importante è quella degli Optimist che hanno regatato su un percorso ridotto. Lorenzo Dessy ha vinto nella categoria Cadetti davanti a Davide Follesa e Federico Antonini. Nella categoria Juniores è Edoardo Follesa ad occupare il gradino più alto del podio, riuscendo a tenere dietro Andrea Asunis e Riccardo Giacobbe. 

Le altri classi hanno avuto scarsa partecipazione e hanno visto come vincitori Valentina Gessa-Katia Pessola negli Hobie Cat Spi, LONERO SAVERIO – TRONU MARIO nei 470, GORGERINO SOFIA – PRETTI VALENTINA nei Dragoon, GALANO GIULIA – PORCEDDU ANGELA MICAELA negli RS Feva e OPERTI GIORGIA – SCANU CHIARA MARIA – UDA VALERIA nei Bahia

1199300_592155964653714709_oLa direzione della regata era affidata al duo tutto femminile formato da Margherita Frau e Betty Lai che hanno entusiasticamente gestito tutta la manifestazione.

 

CLASSIFICA 2020pocapo OPTIMIST

CLASSIFICA 2020pocapo TEMPO COMPENSATO

 

ecb5277a-fecd-4cab-bd2c-6f9974dcf2f3

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami