L’altura in regata in Gallura

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

L’altura in regata in Gallura

By Sailingsardinia   /     mag 23, 2018  /     Varie  /  

ImmagineaaLEGA NAVALE ITALIANA
SEZIONE DI OLBIA
ISTRUZIONI REGATA
CAMPIONATO INVERNALE DELLA GALLURA 2017-2018
Valevole come selezione d’area per il campionato zonale ORC 2018
1. AMMISSIONE E TESSERAMENTO F.I.V.
1.1 La manifestazione è aperta a tutte le barche monoscafo che soddisfino le prescrizioni
indicate nel Bando di Regata. – Non sono ammessi multiscafi, classi olimpiche, derive
e simili anche se modificate.
1.2 Sono ammesse a partecipare le imbarcazioni di Classe ORC con certificati
International o Club, in corso di validità per l’anno di disputa della prova, suddiviso
nelle seguenti categorie così come previste dalla normativa FIV per la vela d’altura:
– Regata – certificato “Performance”
– Crociera Regata – certificato “Cruising/Racing”,
– Gran Crociera (certificato Cruising/Racing con le limitazioni sotto indicate)
– Minialtura (certificato Performance o Sport Boat con le limitazioni previste dalla
Normativa FIV)
– ORC no Spi (certificato Cruising/Racing e dichiarazione di impiego delle sole vele
randa e fiocco. Nelle prove NON potranno avere a bordo altre vele e utilizzare
tangone o buttafuori o bompresso.
Saranno ammesse alla classe “ORC Gran Crociera”, le imbarcazioni con le
caratteristiche appresso descritte, avendo mantenuto la propria configurazione
originale di barca da diporto, ovvero senza alcuna modifica successiva allo scafo ed
appendici, ed essere in possesso di Certificato di Rating ufficiale, anche
semplificato o provvisorio, come descritto al punto 2.3 delle Disposizioni Tecniche.
Nella categoria “Gran Crociera” è tassativamente vietato l’utilizzo del carbonio per
scafo, appendici, antenne (albero e boma), e vele.
Dette imbarcazioni, in regola anche con le Norme vigenti per la Navigazione da
Diporto, devono essere dotate d’arredi interni da crociera completi e idonei per
lunghe navigazioni e sono caratterizzate da alcune attrezzature proprie per una
facile crociera, quali: – Rollafiocco con vela installata o vela di prua con Garrocci -
Rollaranda – Ponte in teak completo – Elica a pale fisse – Alberatura senza
rastrematura – Salpancore completamente installato in coperta – Salpancore in
2
apposito gavone a prua, con ancora e catena di peso (Kg) adeguato nel medesimo
gavone e con una lunghezza di almeno tre volte la LH – Desalinizzatore
proporzionato – Vele di tessuto a bassa tecnologia (dacron e altre fibre poliesteri,
nylon ed altre fibre poliammide, cotone e, comunque, di filati a basso modulo di
elasticità tessuti a trama ed ordito senza laminature) – Bulbo in ghisa corto o lungo
(qualora nella serie fosse previsto e documentato anche quello in piombo) – una
sola vela imbarcata per andature portanti – bow-thrusters a vista – impianto di
condizionamento ed altre attrezzature indicate dal Comitato Organizzatore che,
comunque, devono essere previste nel Bando di Regata. Un ulteriore parametro
potrà essere l’anno di varo, se anteriore al 1992.
I parametri dovranno essere almeno cinque (5).
.
1.3.Tutti i membri dell’equipaggio, inseriti nel modulo di iscrizione, dovranno essere
regolarmente tesserati alla FIV.
2. Regolamenti
La regata sarà disciplinata da:
– Bando di Regata;
– Regole come definite nelle regole di regata World sailing 2017/2020;
– Dalle vigenti disposizioni della legislazione italiana per la navigazione;
– Regolamento ORC in vigore per le regate di 4° categoria con obbligo di VHF canali 16
e canale di regata 72;
– Il Regolamento per il Campionato Zonale ORC 2018 della III Zona FIV.
2.1 Infrazioni alle regole
Se il comitato delle proteste considera che le regole non sono state osservate,
sanzionerà le infrazioni commesse sia con una penalizzazione del del 5% o del 10%
sul tempo reale, sia, se gli sembrerà grave con la squalifica.
La decisione del Comitato per le proteste di portare la sua scelta su una di queste
sanzioni piuttosto che su un’altra non può legittimare una protesta o un appello dello
yacht che ha commesso l’infrazione. Saranno in vigore le autopenalizzazioni
alternative previste dalle regole 44.1 e 44.2.
2. Programma manifestazione
2.1 La manifestazione si svolgerà secondo il seguente programma:
– Domenica 27 maggio 2018 ore 9:30 briefing regata;
– Domenica 27 maggio 2018 ore 11:00 segnale di avviso prima prova di giornata;
– Domenica 27 maggio 2018 pranzo e premiazione al termine delle prove di giornata;
2.2 Si potranno disputare sino ad un massimo di due prove nella stessa giornata.
3. Avvisi ai concorrenti
3
3.1 Gli avvisi ai concorrenti saranno esposti al quadro ufficiale delle comunicazioni situato
presso l’ingresso della sede Lega Navale Italiana Sezione di Olbia. E’ responsabilità di
ciascun concorrente prendere visione di tutte le modifiche e/o avvisi.
4. Modifiche alle istruzioni di Regata
4.1 Ogni variante alle istruzioni di Regata sarà esposta come al punto 3. delle Istruzioni di
Regata entro le ore 9,00 del giorno in cui avranno effetto.
5. Percorsi
Sono previsti due percorsi
5.1 PERCORSO COSTIERO N°1: circa 10 MN. Partenza dal golfo delle saline, boa posta
in prossimità della meda di Capo Ceraso da lasciare a dritta, boa di partenza da
lasciare a dritta, boa posta in prossimità meda di Capo Ceraso da lasciare a dritta,
arrivo nel golfo delle saline. Tale percorso sarà identificato dal pennello numerico n°1
issato sul battello comitato prima della partenza.
5.2 PERCORSO BASTONE N°2: circa 4 MN. Partenza dal golfo delle saline. Dovrà essere
seguito il percorso come da grafico allegato. Tale percorso sarà identificato dal
pennello numerico n°2 issato sul battello comitato prima della partenza.
5.3 qualora il percorso previsto preveda modalità di navigazione non compatibili con la
categoria Minialtura (ad es. navigazione notturna, limiti dalla costa, ecc. ) il Circolo
organizzatore potrà prevedere un percorso dedicato alla sola Categoria Minialtura
oppure escludere nel Bando di Regata l’ammissione della Categoria Minialtura
6. Linea di partenza
6.1 La linea di partenza sarà la congiungente tra un’asta con bandiera arancione posta sul
battello del comitato di Regata e la boa di partenza.
6.2 Uno yacht che non parte entro 5’ dal suo segnale di partenza sarà considerato non
partito.
6.3 Tutti i segnali della procedura di partenza saranno possibilmente ripetuti via radio sul
canale 72 VHF
6.4 Non potrà essere data la partenza ad una prova valida per la selezione al Campionato
Zonsle ORC con vento inferiore ai 5 nodi sulla linea di partenza.
7. Linea d’arrivo
7.1 La linea d’arrivo sarà la congiungente tra la boa di arrivo ed un’asta con bandiera
arancione posta sul battello Comitato o su un battello di servizio. La linea d’arrivo
dovrà essere tagliata come da definizione.
8. Boa al vento dopo la partenza
Nel caso di percorso n°1, a insindacabile giudizio del Comitato di Regata:
8.1 Il Comitato di regata potrà posizionare una boa arancione al vento.
In questo caso sul battello del Comitato di Regata verrà alzato uno dei seguenti
segnali
4
– bandiera rossa con il seguente significato :
la boa al vento dovrà essere lasciata a sinistra
– bandiera verde con il seguente significato :
la boa al vento dovrà essere lasciata a dritta.
9. Riduzione del percorso
9.1 I percorsi potranno essere ridotti in conformità a quanto prescritto dalla regola 32 del
regolamento di regata world sailing 2017/2020 (bandiera “S” del C.I.)
11 Richiami
11.1 I richiami individuali verranno segnalati secondo la regola 29.1 e 29.2.
Il Comitato di Regata potrà a suo insindacabile giudizio comunicare via radio il
numero velico dell’imbarcazione che non ha ottemperato alla regola 29.1 e/o 30.1 del
regolamento di regata.
Le parole “Bandiera X-Ray” saranno possibilmente ripetute via radio sul canale 72
VHF.
11.2 In caso di richiamo generale la sequenza di partenza delle classi successive verrà
differita di conseguenza.
12. Imbarcazioni ufficiali
12.1 Il battello Comitato e i battelli di servizio saranno identificati da un guidone della
L.N.I. sez. di Olbia.
13. Tempo limite
13.1 Il tempo limite per ogni classe scade alle ore 16.30.Il tempo limite rimarrà invariato
anche nel caso che il segnale di avviso venga per qualsiasi motivo posticipato.
Se almeno uno yacht termina entro questo limite saranno classificati tutti gli altri
yachts della stessa categoria che completino il percorso entro 60’ dal tempo limite.
14. Procedura di partenza
14.1 Tutte le categorie partiranno insieme secondo i seguenti segnali:
Orario Segnale di avviso Significato
– 5 ‘ Bandiera E Avviso di classe
– 4 ‘ Bandiera P, I, Z, NERA Preparatorio
– 1 ‘ Ammainata P,I,Z, NERA Ultimo minuto
partenza Ammainata E Partenza
5
14.2 Tutti i segnali di partenza verranno accompagnati da un segnale sonoro I segnali
sonori e le comunicazioni via radio verranno dati solo per informazione. Non verranno
accettate proteste nel caso in cui i segnali sonori e le comunicazioni radio non siano
effettuati o siano errate (modifica regola 62.1).
14.3 Uno yacht dovrà partire entro 5 minuti dal suo segnale di partenza.
14.4 Sono previste un massimo di due prove giornaliere. Qualora all’arrivo di una qualsiasi
prova ci fosse esposta, sul battello del Comitato, la bandiera J allora verrà data
un’altra partenza.
15. Protesta
15.1 La bandiera “B” di protesta dovrà essere alzata sullo strallo di poppa o su un’antenna
a poppa.
15.2 Le proteste dovranno essere compilate sugli appositi moduli disponibili presso la
L.N.I. con cauzione accompagnatoria di € 50,00 che verrà restituita in caso di esito
positivo e consegnate alla Segreteria di Regata entro un’ora e trenta dopo l’arrivo
dello yacht protestante.
15.3 Le proteste saranno esaminate dalla Giuria non appena possibile. L’avviso e l’orario
dell’udienza della protesta saranno esposti al quadro ufficiale delle comunicazioni.
Allo stesso modo saranno notificate eventuali comunicazioni ai termini della regola
65.1.
E’ responsabilità dello yacht protestante e protestato verificare luogo ed orario
dell’udienza nella quale sono chiamati come parte interessata o come testimoni.
16. Comunicazioni
16.1 Tutti gli yachts dovranno avere a bordo un apparato VHF con i canali 16 e 72.
16.2 Il canale ufficiale del Comitato di Regata è il canale 72.
16.3 Il Comitato di Regata cercherà di comunicare via radio sul canale 72 i segnali fatti. La
mancata comunicazione non potrà essere motivo di protesta.
16.4 E’ vietato agli yachts fare trasmissioni radio durante la regata ad eccezione di
chiamate di emergenza.
16.5 Uno yacht che si ritira dalla regata deve notificarlo al Comitato di Regata non appena
possibile tramite canale 72 VHF o comunicarlo all’imbarcazione più vicina affinché
quest’ultima lo comunichi al battello Comitato o ad un imbarcazione di servizio.
6
16.6 Quando possibile il battello Comitato trasmetterà sul canale 72 VHF un controllo
orario circa mezz’ora prima del previsto orario di partenza.
16.7 E’ fatto obbligo ai concorrenti di farsi riconoscere alla partenza e all’arrivo.
L’omissione di tale disposizione può essere motivo di penalizzazione.
17. Certificato di stazza
17.1 Il C.d.R. può in qualsiasi momento richiedere un controllo di stazza.
L’originale del certificato di stazza dovrà essere tenuto a bordo per eventuali
controlli. Il responsabile di ciascuna imbarcazione dovrà ritirare il materiale
relativo alle dichiarazioni di conformità, all’assunzione di responsabilità ed alla
modulistica relativa ai controlli di stazza.
I certificati di stazza e l’elenco degli iscritti saranno messi a disposizione dei
concorrenti prima dell’inizio della prova.
18. Classifiche
18.1 Verranno redatte classifiche in tempo compensato calcolate per ogni singola prova.
19. Calcolo del tempo corretto
19.1 Sarà calcolato con il sistema GPH nel caso di percorso n°1 e con il sistema del percorso
costruito nel caso dei percorso n°2.
20. Ormeggi
20.1 Ormeggi gratuiti saranno a disposizione, nell’ambito della disponibilità delle imbarcazioni
regolarmente iscritte, presso la base nautica della LNI Olbia.
Immagine Immagine2

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami