L’avventura totale

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

L’avventura totale

By Sailingsardinia   /     giu 09, 2017  /     Varie  /  

DSC01263Piu avventura di così non fa. Luca Marcis ed Enrico Giordano sono partiti, da Cagliari, per il Giro di Sardegna in Kite Foil. Un’avventura promozionale che serve a dare risalto  agli sponsor che, in genere, sono sempre piú sensibili ad eventi di questo genere, rispetto alle tradizionali competizioni. L’impresa non presenta particolari difficoltà, se non il fatto che nessuno prima di loro l’ha fatto. E proprio per il fattore novità, l’incognita più grande è come e se rispettare i tempi del programma. Davanti a loro tante incognite, come ad esempio, dove riusciranno ad arrivare oggi? In teoria la prima tappa dovrebbe essere Santa Maria Navarrese, ma se molla il vento? Il Kite foil ha la prerogativa di riuscire a volare anche con poco vento, anche con sei nodi, ma se ce n’è di meno, allora è impossibile fare qualunque cosa, ne avanzare e ne galleggiare. Come si organizzeranno in tal caso? Ad esempio: se molla il vento dopo Villasimius, come faranno? Dove passano la notte?DSC01259 Ok, hanno il buon Aldo che li segue con il gommone, però il piano B non l’hanno studiato, ma lo inventeranno sul momento. “Se il vento molla a Villasimius? Ci cerchiamo un alberghetto e dormiamo li, pronti per ripartire l’indomani” La fa semplice Lukino e forse il bello di questa avventura è proprio qui, nel superare al momento ogni problema gli si presenta davanti. Quindi sono tante le incognite che dovranno affrontare i ragazzi, ma  il  bello è tutto lì!download

Intanto abbiamo già le news sulla loro prima giornata.

Partenza da Cagliari con un a bella brezza dal mare che è rinforzata fino a 18 nodi lungo la costa tra Capitana e Villasimius, mettendo in difficoltà Luca ed Enrico che erano in mare con le ali più grandi. Una lunga bolina fino a Villasimius, poi una sosta al Giunco per poi ripartire verso Nord, direzione Santa Maria. Ma ecco il primo cambiamento di programma: il vento a Capo Ferrato muore, le vele cadono in acqua e recupero dei kiters da parte del gommone che li porta a Porto Corallo.  “Ottime sensazioni dopo questa prima giornata.” racconta Enrico Giordano” Dopo la bolinona iniziale ci siamo un attimo riposati al Giunco. Purtroppo il calo del vento ci ha fatto finire la giornata. La cosa positiva è che, anche dopo tanto navigare, eravamo in perfetta forma e, dal punto di vista fisico, avremo potuto navjgare ancora diverse ore”

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami