Luna Rossa newsletter 1

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Luna Rossa newsletter 1

By Sailingsardinia   /     gen 31, 2020  /     Varie  /  

82822915_1743410325794364_1689635057595056128_nInizia oggi la newsletter di Luna Rossa che ci aggiorna su ciò che succede dentro e fuori i capanni bianchi al molo Ichnusa. 

A5B40513-A2FF-480B-ADA8-896DD30343CAIl disalberamento ha cambiato un pò i programmi di tutto il team ma non sembra aver minimamente intaccato il morale dei ragazzi che sembrano non vedere l’ora di ritornare in acqua

Luna Rossa newsletter

Mancano tre mesi alla prima tappa della America’s Cup World Series (ACWS)  che si terrà a Cagliari dal 23 al 26 aprile e la competizione inizia ad entrare nel vivo. Dopo la pausa di Natale, il team è ritornato in piena attività: un programma intenso ha visto i ragazzi impegnati in allenamenti a terra e uscite in barca. Nell’ultimo allenamento Luna Rossa è stata protagonista di un disalberamento. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, e barca e attrezzatura non hanno subito grossi danni, ma questo ha costretto il team a rivedere i programmi delle prossime settimane.

49120990_1412940732174660_2877267487160795136_nVasco Vascotto, sailing team member: “La pausa di Natale è servita a ricaricare le batterie, ma avevamo la voglia di ritornare a lavorare il prima possibile. Abbiamo di fronte a noi degli impegni importanti che ci chiedono la massima concentrazione. L’incidente durante l’ultimo allenamento ha rallentato i nostri programmi, ma abbiamo imparato molto e a breve torneremo in acqua”

Cagliari si sta preparando ad ospitare il primo evento dell’ America’s Cup World Series. Il villaggio regate, allestito lungo Via Roma, sarà aperto al pubblico già dal 22 aprile, mentre le regate si svolgeranno in prossimità del porto. L’evento suscita molta curiosità ed interesse. Sarà il banco di prova per tutti i team che inizieranno a scoprire le carte .

Intanto gli avversari stanno incominciando ad insediarsi a Cagliari. Ineos Team UK è arrivato i primi giorni di gennaio ed ha già iniziato una serie di prove in acqua con il loro AC75  “Britannia”.

Nel pomeriggio del 27 gennaio durante un allenamento a poche miglia da Marina di Capitana, l’AC75 “Luna Rossa”  ha disalberato.

Nessun membro del team è rimasto ferito nell’incidente. L’albero, le vele e tutta l’attrezzatura sono stati immediatamente recuperati dai ragazzi a bordo, coadiuvati dai gommoni dello shore team, e riportati alla base. Tutto il team si è messo subito al lavoro per capire le cause del disalberamento e tornare in acqua il prima possibile in vista della prima tappa dell’America’s Cup World Series che si terrà a Cagliari dal 23 al 26 aprile.

Abbiamo fatto due chiacchiere con Max Sirena, Team Director e Skipper di LunaRossa Prada Pirelli1111SC04636

Quali sono state le dinamiche e le cause dell’incidente?

Durante l’allenamento di ieri, davanti a Marina di Capitana, l’albero è venuto giù. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. In questo  momento stiamo valutando tutti i dati per capire quali sono state le cause reali del disalberamento. Fa parte del gioco e queste sono cose che possono succedere in fase di sviluppo test.

Qual è lo spirito del team?

Aver portato l’albero a terra, considerando che eravamo a 20 miglia dalla base, non è stata una cosa scontata e banale, il Team ha fatto un gran lavoro e ha reagito alla grande. Vedere le foto dell’albero tutto intero con la randa attaccata da un bella spinta di energia positiva.

Quali sono le sviluppi sul programma di Luna Rossa Prada Pirelli?

C’è un minimo di ricaduta sul programma. In ogni caso, nel mese di febbraio, avevamo già pianificato di lavorare su alcuni upgrade della barca. Quindi cercheremo di comprimere i tempi di lavoro per tornare in acqua il prima possibile.

Cagliari è pronta ad ospitare, dal 23 al 26 aprile, il primo evento dell’America’s Cup World Series, il circuito di regate dedicato ai rivoluzionari AC 75, i monoscafi con i foils. Oltre a Luna Rossa Prada Pirelli, saranno presenti a Cagliari Emirates Team New Zealand, il detentore della America’s Cup, e gli altri due sfidanti INEOS TEAM UK e NYYC American Magic, che si sfideranno nel classico formato di match race. Nei primi tre giorni di regata i team si affronteranno in un doppio round robin, in cui verranno svolte quattro regate al giorno. L’ultimo giorno i primi due classificati del tabellone si sfideranno nelle prove finali in cui vincerà il primo che arriva a 2 punti. Mentre gli altri due team regateranno in un’unica prova di play-off che deciderà il terzo ed il quarto posto. Ogni regata durerà circa 20 minuti, su un percorso bolina-poppa.

Per vivere al meglio l’evento, sul lungo mare di Via Roma sarà allestito un villaggio regate, aperto al pubblico a partire dal 22 aprile, dove sarà disponibile un ricco programma di intrattenimento e saranno installati dei Maxi Schermi per seguire le regate in diretta.

C’è molta attesa per l’evento, dove per la prima volta si sfideranno queste rivoluzionarie barche che sono il risultato di ricerche avanzatissime nel campo dell’ingegneria e dei materiali.

Il circuito dell’America’s Cup World Series continuerà poi con la tappa di Portsmouth (Regno Unito) dal 4 al 7 giugno, e quindi Auckland a dal 17 al 20 dicembre.

Scopri di più

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami