Ma Cagliari non era ventosa?

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Ma Cagliari non era ventosa?

By Sailingsardinia   /     ott 28, 2015  /     Varie  /  

21928799183_2e2739a9e3_z

Ancora una giornata deludente per i 350 surfisti presenti a Cagliari per il Mondiale Techno. Il Golfo degli Angeli, famoso per la sua generosità in fatto di vento, questa volta ci sta facendo fare brutta figura con i giovani surfisti. Oggi, con una bella giornata di sole ci si sarebbe aspettato una buona brezza, generalmente intorno ai dieci nodi, invece abbiamo avuto venti leggerissimi, di poco superiori ai cinque nodi.

12189982_1510734815906429_507873988872034815_n

Largo quindi agli specialisti delle ariette, ai surfisti dal fisico minuto come Edoardo Tanas il nostro U15 che però vive ad Hong Kong. Il giovane atleta conquista la prima piazza in classifica assieme al greco Charalampos ma, grazie ai due primi parziali è ufficialmente lui il leader della classifica. Bella giornata anche per l’olandese Van Someren che, numeri alla mano, si conferma grande specialista del vento leggero.

Tra le donne della stessa categoria le soddisfazioni ce le regala Gaia Busetta che si porta al terzo posto grazie alla vittoria dell’ultima prova. Davanti a lei le due francesi Macquaert e Tanne.

22523857256_e359a3ac83_z

Negli U17 maschili prende la testa della classifica israeliano Yohav Cohen grande specialista del vento leggero e forse l’atleta con più esperienza nel Techno. Il francese Dussarps si spara un ocs e scivola al secondo posto davanti all’altro israeliano Kafri. I nostri, dopo un inizio strepitoso, si sono un po’ persi e per trovare il primo italiano dobbiamo arrivare al sedicesimo posto dove troviamo Federico Ferracane.22363085969_aef66456ed_z

Nelle signorine U17 Katy Sphychacov tiene duro anche con il vento leggero e la campionissima Giorgia Speciale “sembra”  (il virgolettato è d’obbligo) essere questa volta disarmata contro lo splendido stato di forma dell’israeliana. Enrica Schirru continua la serie positiva e i suoi risultati di oggi valgono oro visto che sono stati fatti col vento più penalizzante per lei: quello leggerissimo.

22523898666_22d3a36782_z

Nei Plus Michele Cittadini chiude al decimo posto offrendo il fianco agli avversari che, con il vento più fresco sembravano inconsistenti.  Elena Vacca conferma la sua terza piazza regatando sempre in maniera regolare

12189013_1510734445906466_5906545419659410876_n

Domani dovrebbe arrivare il maestrale che sicuramente darà nuovi movimenti alle classifiche e magari permette  ai comitati di regata di mettere i campi un pò più vicino a Cagliari.

22362078290_dfde330b07_z

Immagine anteprima YouTube

 

Il comunicato ufficiale21928799183_2e2739a9e3_z

Un’altra giornata di brezza ai Mondiali Techno 293 a Cagliari e diverse classifiche sono ormai molto diverse da quelle costruite sullo scirocco che aveva animato le prime tre prove. Fra gli italiani si fa largo Edoardo Tanas, con Giorgia Speciale ed Enrica Schirru, Michele Cittadini ed Elena Vacca.

La flotta francese che sembrava capace di dominare nell’Under 17 maschile (quattro atleti nei primi quattro posti dopo le prime giornate) è stata costretta a far spazio ad altri in vetta. Dopo una partenza anticipata e un sesto posto, Mateo Dussarps ha dovuto cedere all’israeliano Yohav Cohen (1-2) il comando della classifica; terzo un altro israeliano, Itai Kafri, vincitore dell’ultima prova.

Anche gli italiani sono scivolati indietro: ora il migliore è Federico Ferracane, 16° (6-19), seguito da Nicolò Renna (22°). Solo 24° Daniele Gallo (27-30), dopo l’avvio travolgente nella prima giornata. Felicissimo Cohen: “Non mi aspettavo di riuscire a sorpassare i francesi, ma la giornata era perfetta per me e ne ho approfittato. Sono a Cagliari da due settimana e conosco bene il campo di regata”.12011145_1510734699239774_2368752927583634369_n

Anche nell’Under 17 femminile è cambiato qualcosa. Katy Spychakov (ISR 32) è sempre prima, però ha mostrato di faticare con vento leggero, quando è difficile scappar via e si trovano grandi ammucchiate in boa. Due prove non particolarmente brillanti (3-4) dopo i tre primi, ma Giorgia Speciale (Stamura Ancona) non ha fatto meglio di lei (5-6), anzi, è scivolata indietro di due punti, facendosi affiancare al secondo posto da Enrica Schirru (un 10°, scartato, e un secondo per l’atleta del Windsurfing Club Cagliari). Le altre sono sempre staccate, ma Erin Watson (GBR 526) e Shira Benbenisti (ISR 905) portano a casa una vittoria a testa e possono sperare di trovare qualche altra giornata di vento leggero a fine settimana. Perde una posizione Rosanna Stancampiano (Canottieri di Lauria Palermo), ora settima.

Nell’Under 15 maschile classifica sconvolta: scivolato fuori dai top ten il leader delle prime due giornate, l’israeliano Bar Navri, è balzato in testa Edoardo Tanas (Fraglia Vela Malcesine, 10-3), seguito dal greco Charalampos Kogias e dall’olandese Jim van Someren (che ha piazzato un sorprendente 1-2). “Le previsioni erano di vento leggero ed ero molto ottimista per la giornata di oggi, che seguiva una manche difficile”, ha commentato Tanas. “Ora però dovrò guardarmi alle spalle e difendere la posizione nel momento più difficile del campionato, almeno per me: è in arrivo vento molto forte e rafficato, dovrò mettercela tutta”. Fra gli altri italiani tiene bene Giorgio Stancampiano (Canottieri di Lauria Palermo), settimo ma staccato di appena 5 punti dal terzo.

Le francesi Heloise Macquaert ed Enora Tanne hanno confermato le posizioni nell’Under 15 femminile. Al terzo posto dietro di loro è salita ora la siciliana Gaia Busetta (Canottieri Marsala), grazie alla vittoria nell’ultima prova di giornata. Si confermano nel gruppo delle migliori anche anche Marta Monge (Circolo Nautico Loano, sesta) e Aurora De Felici (LNI Civitavecchia, settima).

Nel Techno Plus – che ha potuto disputare solo una prova, prima che il vento calasse definitivamente – classifica immutata. Michele Cittadini ha scartato un inutile 11° posto ed è rimasto in testa davanti alla flotta giapponese, guidata da Yuta Mori e Masanao Komatsu. Tra le donne, Lucie Pianazza ha aggiunto alla collezione un altro successo e conduce ancora davanti a Jeanne Penfornis e ad Elena Vacca (Windsurfing Club Cagliari).

Completata la fase di qualificazione, per giovedì le flotte maschili degli Under 17 e degli Under 15 saranno divise tra Gold e Silver. E la seconda fase del campionato si aprirà con una rotazione del vento a maestrale e una intensità prevista fra i 13 e i 18 nodi. Tutta un’altra regata, insomma. La prima partenza è fissata per le 10, con tre prove per ogni flotta (e possibilmente quattro per i Plus). Con il tracking sarà possibile seguire in mare gli Under 15.

 

U17 Boys

U17 girls

U15 Boys

U15 Girls

Plus Boys

Plus Girls

 

Per seguire live su facebook il mondiale:

2015 Techno 293 Worlds: The wild side

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami