Mai Medal più belle! Per noi…

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Mai Medal più belle! Per noi…

By Sailingsardinia   /     ago 22, 2019  /     Varie  /  

DFC643F1-EC5B-4E97-9184-75600694FCECFinalmente abbiamo sfatato l’incubo che vuole le Medal Race la rovina per gli italiani. Questa volta, al Test Event di Enoshima, una specie di Olimpiade dell’anno prima, gli italiani hanno affrontato due Medal Race che si presentavano per niente facili.

2ED0384B-BF42-4751-89C5-BD4C7129D8B3La prima, quella dei  Nacra, vedeva i fortissimi Tita-Banti presentarsi, alla vigilia, in testa con due soli punti di vantaggio sui secondi: in pratica chi sarebbe arrivato davanti, avrebbe vinto tutto. Ruggero e Caterina sono arrivati belli carichi e dopo una settimana passata sempre da leaders, non volevano lasciarsi sfuggire l’occasione. Occasione che serviva per riscattarsi da una stagione difficile, ricca di disavventure che avevano messo il freno al loro catamarano. Ad Enoshima non volevano scuse e hanno fortemente voluto la vittoria. È così è stato! “Qui siamo strafelici. 30E8EFC3-332E-406D-AEB6-ECF43C2AFB0FAbbiamo festeggiato con il Presidente, Marchesini, Ganga e Mattia…è stata proprio una bella serata! Il momento chiave della Medal Race è stata la partenza: eravamo in cinque che potevamo aspirare all’oro, noi, i due inglesi, l’argentino e l’australiano. Subito siamo riusciti a dare una penalità all’australiano, quindi ci siamo focalizzati sui due inglesi. La bolina l’abbiamo fatta sulla destra e siamo arrivati in boa da quinti, posizione che già ci bastava per vincere. In poppa abbiamo recuperato una barca e ci siamo ritrovati quarti. Arrivati al gate di poppa abbiamo dovuto fare una scelta: Lange (l’argentino) si buttava sulla destra e l’inglese a sinistra. Siccome, a livello di punti l’inglese era quello più pericoloso, abbiamo fatto la bolina più spostata sulla sinistra. Lange ha recuperato molto da destra  ma su di lui, a livello di punti, avevamo margine e comunque ci ha incrociato dietro. Poi è stata una regata di controllo fino all’arrivo.”

 

 

69DF3366-4F5E-4984-B7B3-4EDDC600C76DL’altra Medal Race è stata quella di Mattia Camboni. Per lui le cose sembravano più complicate con un ingresso in Medal da quarto: le possibili combinazioni lo avrebbero potuto far finire dal secondo al sesto. “Speriamo che la testa mi aiuti” aveva scritto su Instagram poco prima della regata, volendo mettere in evidenzia che si sarebbe trattata di una guerra di nervi in cui il più forte avrebbe avuto la meglio. E il più forte è stato proprio lui, chiudendo sia Medal che Campionato in seconda posizione, la migliore a cui avrebbe potuto ambire “È stata dura, molto più dura delle altre volte. Non mollava nessuno ma, alla fine è andata meglio di quanto mi aspettassi” Per Mattia questo è stato il penultimo appuntamento della stagione 2019 che, dopo la vittoria dell’Europeo dello scorso anno, lo ha consacrato come uno dei favoriti per Tokyo 2020. Gli rimane da affrontare, tra circa un mese, il Mondiale al Garda, campionato a cui si presenta inevitabilmente come uno dei favoritissimi.

 

Comunicato FIV

Una medaglia d’oro e una d’argento conquistate dalla squadra azzurra al test event olimpico ad Enoshima, Giappone, Ready Steady Tokyo.

Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) tornano a vincere, e dopo una settimana sempre in testa alla classifica dei Nacra 17, si confermano i migliori e vengono premiati con la medaglia d’oro; Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) parte oggi in medal race degli RS:X quarto a pari punti con il terzo, e finisce secondo la prova finale a punteggio doppio e secondo overall, per lui è medaglia d’argento!

Una bella giornata azzurra, quella che si è da poco conclusa in Giappone, tre atleti in Medal Race con due sole possibilità di medaglia, ed entrambe centrate con il più alto risultato possibile.

“Una settimana fantastica iniziata bene e finita altrettanto – dichiarano Ruggero Tita e Caterina Banti – finalmente dopo un anno complicato siamo tornati vincenti. E’ stata una medal difficile, eravamo tutti molto vicini coi punti, in cinque ci giocavamo l’oro, ma ce l’abbiamo fatta noi e abbiamo al collo la medaglia d’oro! Questo era l’evento che più contava per noi per la stagione, era il nostro obiettivo e ce l’abbiamo fatta!!”

“E’ appena finita la settimana del test olimpico, evento su cui si basava molta della nostra preparazione per la stagione – dichiara un entusiasta Mattia Camboni – conquistare l’argento è un sogno che si avvera, una vittoria personale, costruita con tanto sacrificio e molti giorni di allenamento, per questo vorrei ringraziare per primo il mio allenatore Riccardo Belli dell’Isca che è stato veramente fondamentale negli ultimi anni, giorni e in questa settimana. Sono felice anche perché la medal race partiva molto aperta, eravamo tutti vicini con i punti e ogni scenario era possibile, quindi era molto psicologica. Un po’ di fortuna e moltissima voglia di vincere, ci hanno fatto conquistare la medaglia d’argento, sono super felice!”

Sul podio Nacra 17 con Tita e Banti, ci sono due equipaggi britannici, John Gimson e Anna Burnet, secondi, e Ben Saxton con Nicola Boniface, terzi; Vittorio Bissaro e Maelle Frascari (GS Fiamme Azzurre/CC Aniene) sono secondi nella medal race e settimi in generale.
Con Camboni negli RS:X maschili, il campione è il cinese, Gao Mengfan, e la medaglia di bronzo va al polacco Piotr Myszka.

Per le classi ‘lente’, oggi era l’ultima giornata di qualificazione, domani ci saranno le medal race per i Laser, i Radial, i Finn ed i 470 maschili e femminili, ma non ci saranno equipaggi italiani impegnati nella prova finale, per la squadra azzurra la trasferta giapponese finisce qui.

Nei 470 maschili, Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) con i parziali odierni di 9 e 12 sono 17esimi, dopo una settimana di alti e bassi. Le ragazze del doppio olimpico, Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (Marina Militare/SV Guardia di Finanza), chiudono in tredicesima posizione, con 13 e 12 come ultimi risultati.

Nei Laser Radial Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) è 21esima (22, 29) e Carolina Albano (RYCC Savoia) è 29esima con i buoni parziali odierni 10, 15 che segnano un miglioramento nella seconda parte della serie.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami