Marco Scanu: il velista scrittore.

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Marco Scanu: il velista scrittore.

By Sailingsardinia   /     gen 21, 2016  /     Varie  /  

12294798_10208032912051354_3841739690346394435_n

Forse alcuni di voi lo ricordano quando nel 2011, insieme ad un amico, ha fatto il primo giro di Sardegna in barca stop a budget zero, riuscendo in 11 giorni a compiere il periplo dell’isola cercando passaggi nei porti e lungo le strade (a causa del maltempo).
Altri lo ricordano come editore di Aquaplanet e Pagine Yacht Sardegna il primo annuario nautico completo dell’isola.
Qualcun altro lo ricorda coi suoi divertenti diari dall’Australia (l’italieno / australieno) postati su facebook.
Ora si cimenta in una nuova avventura, la scrittura creativa.
Appassionato da sempre di penna e libertà d’espressione, correttore di bozze, autore di diversi lavori per diletto, reduce da qualche corso di improvvisazione teatrale, diventa finalmente romanziere. Il salto di qualità, una vera sfida. Perché una cosa è scrivere un articolo per il suo blog, o per qualche testata, ben altra cosa invece è un romanzo, per via di una serie di dinamiche che si innescano e una serie di parametri da rispettare per non risultare noiosi, banali, sciapiti.
Già tre libri nel suo palmares dei quali due sono romanzi.

10885267_10205725193999845_5782977805221835544_n

Il primo romanzo “ Il terzo giorno” è una storia di prigioni e di sbarre, di filo spinato e recinti. È la storia di uomini con destini segnati. Ambientato parzialmente in Sardegna è stato scritto con uno stile essenziale, poetico e appassionato e racconta il più antico dei dilemmi dell’uomo.
Tesse, tesse la sua tela
La governa come un marinaio fa con la sua vela
Penelope tesse il suo ricamo,
Un disegno che si svela piano piano …
Si parla di mare, di battelli fluviali in disarmo, di prigioni, di spiagge magiche in un susseguirsi di avvenimenti e personaggi che apparentemente nulla hanno in comune sino alla rivelazione finale.

<< … Il mare non ha memoria del passaggio di mille carene.
L’acqua si sposta, si apre come un labbro e si richiude, celando il tragitto e la rotta e rigenerando verginità e sorpresa.
Il mare non ha memoria del passaggio di mille carene.
In mare ogni volta è la prima volta.
Il mare si ama proprio per questo, ogni volta è primo amore.>>

Nel 2014 “destandosi da sogni inquieti” (come Gregor Samsa nell’incipit di Kafka “la metamorfosi”) scrive la bozza di quella che sarebbe stata la trama di un racconto straordinario: Musicanti.

Ma se veramente si trovasse una formula, una magia, una strana alchimia, per migliorare le sorti del mondo e redimerlo, non sarebbe una scoperta senza precedenti nella storia dell’uomo?
Cosa unisce i due protagonisti di questo racconto, oltre alle ripetizioni di matematica?
Cosa cercano febbrilmente tra biblioteche e web?
Forse qualcosa che possa far venire i brividi, qualcosa che faccia piangere e sperare. Un linguaggio dell’anima, tramite il quale tentare di salvare il mondo. Una musica, magari. Perché no?
Ma come potrebbe una musica ispirare finalmente pensieri positivi per invertire la spirale di violenza e migliorare la condizione dell’uomo?
Ma se veramente bastasse una canzone a salvare il mondo, voi, quale scegliereste?
E siete proprio convinti che tutti siano d’accordo?
La storia piace veramente tanto. Ecco qui qualche apprezzamento dei lettori:
Fabio Bonini: attore, imprenditore:
Folgorato sulla via per Damasco! Letto in tre ore. Entusiasmante. Davvero bello complimenti!
Chiara Taverna: insegnante di lettere: Molte storie emozionano. Questa mi ha inondato, mi ha travolto e mi ha fatto capire di esserne parte …
Silvia Pedri: scrittrice:
Il personaggio di Flo, davvero come una sonata al piano, una poesia asciutta.. Per intenderci anche Baricco scrive immerso nell’acqua ma la sua poesia è grondante sentimento e autocompiacimento. E nel caso di Flo, preferisco di gran lunga te a Baricco.
Krisztina Nemeth – Healing Voice: cantante lirica
Questo non è “solo” un romanzo ma è la realtà. Straordinario. IL SUONO CHE CAMBIA IL MONDO!
Sara Lorenz: arteterapeuta:
Se i pensieri hanno conseguenze, questa storia ne è una prova … Una forza travolgente … Un invito commovente a seguire i propri sogni anche quando tutto sembra andarci contro. Perché i nostri sogni di oggi stanno già preparando il mondo di domani.
I suoi libri non si trovano in libreria, Marco sta creando una nicchia di lettori lontani dai circuiti tradizionali.
Sta creando una sorta di nuovo mondo di pensatori, sensibili alle tematiche dello spirito, pensatori che non riescono a digerire il mondo così com’è, perché il mondo è fatto da noi e dai nostri pensieri creatori e se non siamo noi i primi a cambiare approccio al nostro modo di pensare, nulla cambierà.
Una sorta di nuovo movimento culturale?
Perché no.

Non rimane altro che leggerli.

Ogni altra info sul sito www.marcoscanu.com

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami