Marta e Giorgia: il biglietto per Tokyo è un affare loro?

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Marta e Giorgia: il biglietto per Tokyo è un affare loro?

By Sailingsardinia   /     gen 20, 2020  /     Varie  /  

70247579_10158202255966988_2362095823682011136_nLa notizia è che Flavia Tartaglini, l’azzurra per l’RSX a Rio 2016, si è ritirata dalle competizioni. La forte surfista romana, che ci ha regalato grandissime emozioni nell’era post Sensini, ha abbandonato le competizioni dopo il Mondiale di Torbole disputatosi lo scorso Autunno. Nonostante le ultime sue prestazioni non fossero all’altezza delle precedenti, Flavia sembrava ancora la più accreditata per le Olimpiadi giapponesi. Il suo ritiro ha quindi un pò spiazzato tutti.

16807712_1100947816694523_6680220808309471601_nIl suo ritiro cambia completamente lo scenario dell’RSX femminile, riaprendo di fatto il discorso “Tokyo 2020″. Dopo il Mondiale di Torbole sembra che le due pretendenti più accreditate per le Olimpiadi giapponesi siano Marta Maggetti e Giorgia Speciale, che hanno concluso il Campionato di Torbole al quinto e sesto posto, separate da un solo punticino, dopo le undici prove (Medal compresa) disputate. Per Marta è stata un’ulteriore conferma di una carriera tendenzialmente in crescita, per Giorgia è stato l’exploit inaspettato che l’ha subito proiettata tra le migliori della classe.

Sembra quindi che la questione Tokyo sia un affare tutto loro ma…

veronica-fanciulli-sport-mental-coach-1024x683Veronica Fanciulli, che in tutta la stagione è sembrata più “rilassata” rispetto alle compagne (Giorgia, Marta e Veronica hanno formato il gruppo “Pastaebbasta” molto seguito sui social), in diverse occasioni ha dato la zampata mostrando un valore agonistico latente che, quando si manifesta, la porta allo stesso livello delle migliori della classe.

69901464_10157880172931807_7402036492937199616_oLaura Linares, l’enfant prodige che stava per spodestare sua maestà Alessandra Sensini per Londra 2012, è cresciuta ed è maturata e, dopo qualche anno di assenza dal mondo delle regate, ha fatto un timido rientro quest’anno, con qualche apparizione negli appuntamenti internazionali più importanti.  Nessun risultato eclatante finora, ma la sua maturità potrebbe valere tanto in questa corsa finale verso le Olimpiadi dove sembra che ancora ci sia spazio per tutti

A qualche settimana dalla partenza per il Mondiale 2020 di Sorrento (ma è la Sorrento australiana, vicino a Melbourne) abbiamo sentito le due surfiste attualmente più accreditate per Tokyo: Marta e Giorgia

 

71891266_1286425964852088_1301395607746772992_nMarta Maggetti

Flavia ha avuto una pausa post mondiale, e qualche mese dopo ha deciso di smettere definitivamente.

Le selezioni,  impostate così come sono, sono ancora aperte a tutte,  Laura infatti ha rincominciato per giocarsi pure lei una possibilità

Il mondiale in Australia è sicuramente una delle gare più importanti della stagione, ma non sarà quella decisiva

Riguardo gli incedi in Australia, non siamo organizzati ancora ..non sappiamo se quando andremo li ci sarà bisogno di usare ancora le mascherine,  ma nel caso stiamo già comprando qualcosa che possiamo usare pure in acqua

Due laseristi italiani sono già lì da circa due settimane e ci hanno raccontato che la situazione, certi giorni, è veramente impegnativa, subiscono evacuazioni, qualche giorno non son riusciti a uscir di casa…Speriamo che la situazione nel frattempo migliori velocemente

Dopo il mondiale ci aspetta a Marzo un altro periodo lungo di allenamenti con la nazionale a Trapani,  dopo successivamente faremo la World Cup a Genova,  qualche raduno al Garda ed Europeo a Maggio in Grecia

Il clima in squadra ora è molto affiatato,  sono molto contenta di allenarmi con due compagnie/amiche con cui andiamo d’accordo. Ci alleniamo duramente insieme e facciamo tutto con serietà, ma anche con divertimento. Il nostro Allenatore Adriano è molto contento del nostro team. Più si va avanti uniti, e più si raggiungeranno al meglio i nostri obiettivi

44099736_1864741766914188_5583106710525968384_nGiorgia Speciale

Flavia è una grande atleta perché è tutt’ora fortissima, velocissima, una delle atlete più forti a livello internazionale. L’ultimo anno è stato abbastanza pesante per lei e dopo il Mondiale di Torbole ( ma forse lo stava pensando già prima) ha deciso di smettere. Visto dal mio punto di vista, sicuramente un punto di vista più giovane, io avrei continuato perché alla fine mancavano dieci mesi alle Olimpiadi e, non voglio azzardare, sarebbe stata la favorita. Ci siamo riviste un paio di volte, dopo la decisione, e l’ho trovata benissimo, super serena, col sorriso…ho visto che sta facendo vacanze bellissime in montagna…Forse ha fatto bene, magari era arrivato il momento di smettere. Io però non lo posso dire bene, ho quindici anni in meno e ho un altro punto di vista. Posso solo dire che ora, quando la vedo, la trovo benissimo, per lo meno, la trovo molto serena.

Quando penso ai Giochi di Tokyo dico mai dire mai. Non penso che sia una questione tra me, Marta e Veronica e Laura: fino all’ultimo ci può andare chiunque perché in Italia non abbiamo una selezione matematica ma conta l’osservazione del tecnico. Bisogna vedere se prolungano la selezione anche dopo al Mondiale, fino alla Coppa del Mondo di Genova o addirittura fino all’Europeo. Quindi tutto può succedere. Dal mio punto di vista io mi sento competitiva per Tokyo perchè sono migliorata un sacco da Giugno scorso. Durante l’Estate ho fatto un passo in avanti molto grande. Quindi mi sento in gioco anche se siamo tutte in gioco. Non vedo l’ora di fare questo Mondiale in Australia che inciderà tantissimo nella selezione olimpica, primo perchè è nell’anno delle Olimpiadi e quindi ha un grandissimo valore; secondo perchè nell’ultimo Mondiale io e Marta siamo arrivate vicine, quindi potrebbe essere importante proprio per questo. Poi anche al CICO, non so se lo considerano, siamo arrivate prima e seconda…Penso quindi che il Mondiale sarà una regata fondamentale e con il mio preparatore Andrea Madaffari, abbiamo programmato la preparazione per arrivare concentrata lì

Per quanto riguarda  la situazione incendi in Australia, il direttore Marchesini ci ha mandato una mail con delle norme da seguire. Io mi sono già ordinata una mascherina antismog perchè seguendo gli atleti che sono già lì, ho visto che la indossano tutti. Mi arriva prima di partire così la provo: non è una maschera basica, è una specifica per atleti. Sto seguendo le “storie” su Instagram di Silvia Zennaro che sta evidenziando molto il problema fumo e ha anche fatto vedere che c’è stato un incendio vicino a dove dormono loro laseristi. Però altri surfisti che sono già lì ad allenarsi, non ne hanno parlato in maniera tragica

Dopo il Mondiale in Australia abbiamo un programma intensissimo: dopo due giorni dal rientro in Italia abbiamo dei test al CONI e poi siamo subito a Trapani per una lunga serie di allenamenti… Avremo solo una settimana senza allenamenti con la squadra, settimana in cui vorrò comunque passare molte ore in acqua, non so ancora dove…probabilmente verrò a Cagliari. Poi ancora una lunga serie di raduni, fino ad arrivare alla Coppa del Mondo di Genova. Penso che se saremo tutte vicine, la selezione la porteranno più a lungo possibile e quindi Genova potrebbe essere molto importante

Il clima  in squadra è ottimo e io sto legando sempre di più con Marta e Veronica, siamo super unite: abbiamo fatto la pagina Instagram Pastaebbasta e abbiamo anche i nostri momenti di svago, tipo il Giovedì, dopo l’allenamento, ci facciamo una passeggiata insieme. Insomma riusciamo ad allenarci insieme, a divertirci durante gli allenamenti, tra di noi e anche con i ragazzi della squadra.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami