Matteo Paulon vince la prima

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Matteo Paulon vince la prima

By Sailingsardinia   /     feb 18, 2019  /     Varie  /  

52146503_2111181932282512_5398405464482381824_nI laseristi della Gallura ci sono e la stagione inizia nel miglior modo possibile: oltre la vittoria di Matteo c’è il terzo posto di Andrea Crisi il sesto di Tito Morbiducci e il settimo di Cesare Barabino. Si, ci sono tutti e nessuno ha fallito il primo appuntamento Nazionale della classe Laser. La squadra del Nordest Sardegna ha iniziato nel migliore dei modi la stagione, facendo capire che nel 2019 i nostri laseristi vogliono essere i protagonisti assoluti. Grandissimo Matteo Paulon che ha regatato alla grande con una sola prova sbagliata per la rottura dell’albero prima della partenza. Per lui due primi ed un terzo sono stati i risultati che lo hanno portato al primo successo stagionale. Tre regate condotte in maniera magistrale in condizioni di vento leggero, le prime, e medio la terza. “Peccato l’albero rotto…Era proprio una bella giornata e me la sono goduta solo a metà!”52335264_2111270225607016_6782324024098684928_n Si può dire lo stesso di Andrea Crisi, terzo classificato, che ha sofferto per due partenze difficili nella seconda e nella quarta prova. Il segnale più positivo per Andrea e Matteo che arriva dalla regata di Andora è che entrambi sono andati fortissimo sia nel vento leggero della prima giornata, sia nei quindici nodi della seconda, dimostrando di essere dei velisti completi in tutte le condizioni.

52775056_616985945426379_7702529623489249280_nIn Sardegna festeggiamo le grandi prestazioni di Matteo ed Andrea ma ci entusiasmano i piazzamenti di Tito Morbiducci, la new entry del dream team dello Yacht Club Cannigione: è la prima volta che lo vediamo così in alto (sesto posto) in una classifica nazionale.  Pensate, il piccolo Tito ha lasciato dietro quel mostro sacro chiamato Cesare Barabino, settimo ad Andora.

Certo, sicuramente Cesare non sarà soddisfatto del risultato finale ma, più volte in passato, l’abbiamo visto “temporeggiare” negli eventi “minori”, per poi non sbagliare un colpo nelle gare di altissimo livello. Sia ben chiaro: quanti vorrebbero, quando vanno male, finire una regata al settimo posto su oltre centocinquanta regatanti?

CLASSIFICA

 

Comunicato Assolaser

Un Ottimo esordio il primo appuntamento dell’anno dell’Italia Cup 2019, organizzato del Circolo Nautico Andora. Dallo scorso venerdì oltre 370 atleti hanno gremito il piazzale del Circolo .

“Location accogliente ed ottima organizzazione” ha commentato il Presidente della Classe, Gianni Galli che ha continuato: “siamo riusciti a portare a termine tutte le prove che le condizioni meteo ci hanno permesso di disputare, siamo soddisfatti”

Soddisfatto anche il Presidente del Circolo Nautico Andora, Pierangelo Morelli : “Siamo contenti della grossa affluenza che ha avuto questo appuntamento, ci siamo impegnati molto. Siamo entusiasti anche dell’ottima risposta degli atleti all’iniziativa Plastic Free, di cui il Circolo è stato promotore” ha dichiarato.

Tre le flotte in acqua da venerdì, due i campi di regata. Coordinati da Dario Caroti, i Laser Standard ed i Laser Radial – questi ultimi divisi in due batterie – hanno corso sul Campo Bravo; Numerosa la flotta Laser 4.7 , è stata divisa in tre batterie che hanno corso sul campo Alpha, diretti da Ennio Pogliano.

Venerdì il vento debole da Sud Ovest ha consentito di portare a termine due prove per tutte le classi in gara, mantenendosi costante ad 8 nodi.

Poco diverse le condizioni meteo di Sabato: i Laser 4.7 sono partiti con un vento di 6 nodi che durante le prove successive è salito di intensità, raggiungendo i 12 nodi con raffiche anche a 15 nodi e onda. Sono riusciti a terminare tre prove di giornata.

Tre prove anche per i Laser Standard, mentre i Laser Radial hanno spesso forzato in partenza costringendo il CDR a più di un Richiamo Generale riuscendo così ad ultimare solo due regate.

Nessuna prova Domenica. Le flotte hanno atteso in mare fino al tempo limite che arrivasse il vento, previsto ancora debole e da Sud ma mai giunto sul campo. Confermate così le classifiche del giorno prima.

Si è imposto nella flotta Standard, primo fin da subito, Giacomo Musone, Club Nautico Rimini, seguito da Giovanni Saccomani (Compagnia Vela Venezia) e Paolo Giargia,(Varazze Club Nautico).

La classifica maschile della flotta Radial, è stata vinta da Matteo Paulon (Yacht Club Cannigione). Lo hanno seguito Matisse Pacaud (Yacht Club de Cannes) ed Andrea Crisi (Yacht Club Cannigione).

 

Ha vinto il podio femminile la campionessa del mondo Laser Radial Youth, Matilda Talluri (Circolo Nautico Livorno) davanti alla vincitrice del Cico 2018, Floridia Joyce, (Sez. Vela Guardia di Finanza) ed alla Campionessa del mondo Laser 4.7 Youth, Chiara.Benini Floriani (Fraglia Vela Riva)

Niccolò Nordera ( Reale Yacht Club Canottieri Savoia), già campione italiano sale sul gradino più alto del podio dei Laser 4.7. Gradino d’argento per Attilio Borio ( Circolo Velico La Spezia) e bronzo a Mattia Cesana (Fraglia Vela Riva).

 

La classifica femminile è stata vinta da Alessia Palanti (Circolo Vela Torbole). Seconda Sara Savelli (Circolo Vela Bellano) terza Alina Iuorio (Club Vela Portocivitanova)

 

Le classifiche e le immagini sono disponibili sul sito dell’Associazione Italia Classi Laser www.italialaser.org

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami