Meno male che c’è Paddeu!

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Meno male che c’è Paddeu!

By Sailingsardinia   /     mar 26, 2019  /     Varie  /  

47DD08D6-B33F-4050-8C4E-54712C8877CCÈ stata archiviata la seconda giornata del Circuito Zonale J24 algherese caratterizzato dal solito strapotere di Vigne Surrau. Con due primi ed un secondo, hanno soffocato qualsiasi ambizione degli altri equipaggi. Solo Dolphin è riuscita a vincere la seconda prova ma, nelle altre due prove, si è sistemata assieme agli altri in una comoda posizione per vedere le vittoriose regate solitarie di Vigne Surrau (anche se, a dire il vero, nella terza regata Aria era riuscita a stare davanti a Vigne quasi sino alla fine).

9830D003-D202-412E-813B-BF121879485DSono regate quasi noiose (di certo non per i ragazzi di Vigne), quelle che vedono lo strapotere dei ragazzi galluresi, regate con ben pochi colpi di scena

Per fortuna che, questa volta, c’è stato Giuseppe Paddeu che, con una barca non  storica ma d’epoca  e un equipaggio improvvisato ( erano in quattro a bordo) ha regalato qualche bella emozione alla giornata algherese. Nella prima bolina, intuendo prima di tutti il vantaggio nel lato destro, è riuscito a girare la bolina avanti a tutta la flotta. Purtroppo la poca dimestichezza dell’equipaggio con lo spi ha fatto sì che alla boa di poppa fossero già ultimi…Comunque anche nelle altre due regate, in bolina, si è sempre presentato in ottima posizione. Con delle vele, tutte in dacron,  appena spacchettate (di che marca sono?) Vispa Teresa ha mostrato un ottimo passo in bolina, mentre sono da migliorare le prestazioni nelle andature portanti.

C0A1D256-6A86-43E8-AE1B-2124A1F629A3Nella classifica generale, dopo Vigne Surrau troviamo gli Ogliastrini di 12.1 guidati da Gianluca Manca. Per loro una giornata da dimenticare ma lo score ottenuto nella prima giornata consente loro di resistere al secondo posto. Segue Aria di Marco Frulio, autore di qualche bello spunto. A pari punti c’è Boomerang, in leggero miglioramento prestazionale. Comunque, Vigne a parte, la classifica sembra molto aperta …

 

E7DF97AB-8FD7-4999-930C-1AB85143C6D6

Comunicato della classe

Alghero 24 marzo 2019

Seconda giornata di prove della seconda tappa del Circuito Zonale J24,  organizzato  per il secondo anno di seguito dalla Sezione di Alghero della Lega Navale Italiana .

Nella giornata odierna sono state 3 le prove disputate da 11 equipaggi nelle acque antistanti i bastioni di Alghero; rispetto alla volta scorsa si sono aggiunte Dolphin e Vispa Teresa,  il J24 della nostra sezione.

Le condizioni meteo erano  ottimali all’inizio con mare calmo sole e 6  nodi di vento. Direzione del vento da sud 210°.

Alla prima partenza avvenuta in ritardo alle ore 12:00 ci sono stati 2 OCS Dodici punto uno e Boomerang,  che hanno dovuto ripetere la partenza. Al termine di un percorso a bastone (circa 1 ora) lungo circa 4 miglia  è risultato primo Vigne Surrau di Aurelio Bini, del Club Nautico Arzachena secondo Dolphin di Giuseppe Taras (Nicola Campus al timone) Circolo Nautico Olbia, terzo New Mollica  di Segio Contu con Antonello Ciabatti al timone (Windsurfing club Cagliari).

Dopo che il vento ha girato sulla dx di 20°  il Comitato di Regata ha dato un cambio di percorso spostando le boe  e riducendolo a circa 3,6 miglia.  La partenza è risultata valida al primo tentativo.

Ordine di arrivo primo Nicola Campus su Dolphin, secondo Aurelio Bini su Vigne Surrau seguito da  Pasquale Di Fraia del Circolo Nautico di La Maddalena su Botta Dritta.

Anche la terza partenza alle 14:04 è stata regolare con condizioni meteo invariate.  Ha doppiato la boa finale per primo Vigne Surrau (14:51)  seguito da Aria  e terzo Boomerang.

Vero dominatore delle tre gare è stato Vigne Surrau Ita 405 di Arzachena timonato da Aurelio Bini grazie ai piazzamenti nelle tre prove (1,2,1) si è portato al comando della classifica provvisoria delle due giornate  con 6 punti. In equipaggio con lui anche Evero Niccolini, Roberta Piras, Mauro Pisano, Michela Piu e Danilo Deiana ..

In seconda posizione 12.1 di Angelo Delrio con al timone Gianluca Manca  di Arbatax Ita 404 che ha totalizzato 19  punti (10,7,7 nelle prove di oggi);  in equipaggio anche Angelo Del Rio, Lucio Balzano, Enrico Cattignani e Pietro Mureddu.

Terzo classificato  Aria della LNI Olbia timonata da Marco Frulio  di Olbia con 21 punti (6,8,2 nella giornata odierna);  in equipaggio anche Fabrizio Masu, Mattia Meloni, Gianni Mura, Gianvito Distefano.

La gara iniziata in netto ritardo ha permesso ad alcune imbarcazioni già in mare di testare il campo di regata cercando il punto migliore per la partenza. L’ultima prova è stata senz’altro quella più appassionante,  il vento un po’ ballerino ha messo in evidenza la strategia dei partecipanti;  grandi conferme per Vigne Surrau ed Aurelio Bini che con il giro di boa finale quando  ha superato Marco Frulio – un po’ meno brillante – ci ha donato grandi emozioni.

Ci aveva illuso Vispa Teresa,  il J24 della Lega Navale di Alghero che ha doppiato in prima posizione la boa di bolina della prima prova;  ci sta,  che poi le prestazioni non siano state così costanti dato che l’equipaggio   composto da Giuseppe Paddeu, Matteo Barone, Alessandro Quartu  e Franco Moritto  si era organizzato solo questa mattina.  Hanno finito la giornata di prove all’ultimo posto

Prossimo appuntamento per la terza giornata a Domenica 14 aprile sempre qui ad Alghero;  la gara dei J24 si svolgerà in concomitanza con la prima prova del Campionato Vento de l’Alguer.

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami