Nel frattempo in X Zona…

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Nel frattempo in X Zona…

By Sailingsardinia   /     nov 16, 2016  /     Varie  /  

15036444_1278743272198716_2298562960336610780_nSe da noi la campagna elettorale, con un solo candidato Presidente, è poco appassionante, in X Zona sembra che ci sia più competizione e balza agli occhi uno dei candidati, che ha organizzato una vera e propria campagna elettorale con tanto di locandina e comunicato stampa. Graciotti sembra voler rompere le tradizioni, uscendo dagli schemi classici che vogliono le campagne elettorali federali racchiuse all’interno dei corridoi, fatte di telefonate, bigliettini passati sottobanco, e bisbigli in giacca e cravatta. La campagna del conosciuto velista esce invece alla luce del sole e mostra a tutti, non solo ai Presidenti dei circoli, il programma, le idee (tra l’altro alcune, nella loro banalità, innovative) del candidato. Inutile negare che ci piace…

 

Vincenzo Graciotti, candidato alla Presidenza della X-Zona FIV.

Ritengo di avere idee, passione ed esperienza e di poter dedicare tanto impegno per rappresentare al meglio lo sport della vela.
Da sempre la mia vita ruota intorno al mare ed alla vela; questo mi ha portato a viaggiare, a conoscere tante realtà internazionali e stringere amicizia con alcuni dei velisti più famosi.
Sono istruttore FIV dal 1976 e da un paio di anni, per spirito di servizio, ufficiale di regata. Nel 2007, con un gruppo di appassionati agonisti, ho fondato un club velico, lo Yacht Club Riviera del Conero.
Dopo tanti anni di esperienza sul campo, mi candido per poter mettere a frutto tutte le mie competenze da operativo, sperando possano essere utili per lo sviluppo della vela nel nostro territorio che reputo abbia ampi margini di miglioramento.
Mi candido perché, come dichiarato dal nostro neo Presidente Francesco Ettorre, abbiamo la necessità di trasmettere a tutti la passione e il divertimento, il senso di libertà e di avventura, motori di tutto il movimento velico: chi, più di un attivo regatante, è in grado di trasmettere questa passione?
Come strategia vorrei inglobare in un unico progetto tutte le federazioni legate al mare per catturare l’attenzione di tanti nuovi adepti che, a seconda delle loro inclinazioni, verranno poi indirizzati alla disciplina più congeniale a loro. Abbiamo bisogno di allargare la nostra base per diventare una federazione più forte. La mia intenzione è aggiungere tanti nuovi appassionati a quelli già esistenti, cercando nel contempo di recuperare coloro che hanno abbandonato. Così facendo potremmo diventare importanti a livello politico ed appetibili agli sponsor.
Come tattica intendo mettere al primo posto la comunicazione, intesa sia come strettamente legata all’attività zonale, sia come veicolo promozionale per i nostri atleti e le nostre eccellenze, che hanno sempre più bisogno di visibilità. L’idea è di creare un vero e proprio ufficio stampa a disposizione degli agonisti. Consequenziale alla comunicazione è la ricerca degli sponsor sempre più latitanti nello sport della vela e per questo ho già preso contatti con una Facoltà di Economia con cui collaborare proprio per la ricerca di sponsor.
Altro punto fondamentale è far sì che la vela diventi alla portata di tutti, in modo che anche il ragazzo meno abbiente abbia la possibilità di fare attività agonistica. A tal proposito, ho intenzione istituire delle borse di studio per i nostri ragazzi, in modo che, i più meritevoli, siano in condizione di regatare ad alti livelli.
Fondamentale anche il corpo allenatori: per ottimizzare le risorse vorrei utilizzare le eccellenze della vela regionale per formare i tecnici di club e, fondamentale, vorrei utilizzare strumenti didattici adeguati ai tempi: perché non usare le radio individuali per le comunicazioni tra allenatore ed atleta? La radio l’ha inventata un Italiano, i Giapponesi nella vela agonistica la usano dal 1990. L’allenamento sarebbe meno dispersivo e la sicurezza aumentata.
Le idee per partire ci sono e sono sicuro che, con il contributo di tutti, potremmo dare una bella spinta in avanti a tutto il comparto velico della X Zona. Sono a disposizione per ogni chiarimento ed in attesa di qualsiasi vostro consiglio o suggerimento al 348 2260375. Un cordiale saluto e arrivederci il 19.

 

Essendo Graciotti attivo regatante e quindi molto conosciuto in tutta Italia, sono stati tantissimi i segnali di sostegno da parte di tanti velisti che lo conoscono.15027497_10209828118371292_2071711759425374145_n Tra tutti prendiamo il più spiritoso, quello  scritto sulla bacheca facebook di Graciotti dal nostro Camillo Zucconi e (forse) il più importante fatto da Roberto Benemati, iridato Star:

Roberto Benamati Beh !! Finalmente uno di noi nel panorama velico dirigenziale! Una vita dedicata alla vela 7/7, 365 giorni l anno !! Un vero esperto di tutti gli aspetti dello sport della vela: regate, scuole, promozione, operatore del settore ecc ecc Spero che continuerai ad avere tempo per regatare e vivere in prima persona i campi di regata!! In culo alla balena !!

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami