Nicolò Spanu grande anche in Slalom!

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Nicolò Spanu grande anche in Slalom!

By Sailingsardinia   /     lug 12, 2018  /     Varie  /  

imageSu Sailing Sardinia abbiamo giá parlato di Nicolò Spanu, giovanissimo windsurfista esperto nella disciplina del wave riding. Nicolò, figlio del famoso Matteo, è già,  nonostante la giovane età, un nome importante per chi frequenta gli spot oristanesi battuti dalle più grandi onde del Mediterraneo.

Ormai sono tante le foto che ritraggono Nicolò mentre esegue le manovre piú radicali con il suo windsurf;

famoso il video che lo vede eseguire un forward loop perfettamente verticale! Bene, non è finita qui…

La settimana scorsa si è concluso al Garda il Campionato Mondiale Slalom Master e Youth. Tra i Master vittoria dell’evergreen Andrea Cucchi mentre in una delle categorie youth, precisamente tra gli Under 15, il nostro Nicolò Spanu ha conquistato la medaglia d’oro.image Si, avete capito bene: dopo aver mostrato a tutti il suo talento tra le onde, ora Nicolò sta sfoderando le sue doti nello Slalom! La prestazione di Nicolò è di un’importanza incredibile, che va ben oltre il titolo conquistato: è un vero e proprio segnale delle potenzialità di questo ragazzo; E’ alto, già con un bel fisico importante, è super talentuoso, ha una grande passione, ha una famiglia che lo appoggia con entusiasmo ( l’entusiasmo di papà Matteo è incontenibile!), ha la fortuna di vivere in Sardegna…insomma ha tutte, ma proprio tutte, le carte in regola per fare molto bene.

Il Mondiale del Garda è stata la sua seconda gara internazionale, la prima di Slalom: “Al Garda ho notato una gran bella organizzazione da parte del circolo. Questa esperienza mi ha aiutato a capire che ci sono tanti ragazzi che vanno anche più di me, quindi devo sempre migliorare. Continuerò con lo slalom anche se preferisco sempre il wave. Se poi lo Slalom diventerà una disciplina olimpica deciderò cosa fare.” Per il momento Nicolò si gode questa vittoria mentre, vista la giovane età, per pensar al futuro c’è ancora tempo…

Conclusi al Circolo Surf Torbole, sul Garda Trentino, dopo sei giorni di regate, attese, tentativi di fare qualche ulteriore batteria con il tempo capriccioso e il vento altalenante, i Campionati del Mondo IFCA Slalom Youth e Master. Enorme il lavoro dello staff in acqua e a terra del circolo Surf Torbole, ma anche dei due Comitati di regata FIV, presieduti da Claudio Alessandrello ed Ezio Ferin, che sono sempre stati pronti a prendere il vento, persino la mattina presto dell’ultimo giorno di gare in programma, in cui i regatanti e lo staff si sono ritrovati al circolo alle 6 del mattino. Nonostante gli sforzi di sabato, con uscita in acqua sia la mattina che il pomeriggio non si è riusciti a completare un’altra gara di slalom per il vento che è durato troppo poco con intensità sufficiente per concludere regate valide. Il regolamento infatti prevede partenze con un minimo di vento di 11 nodi, che in giornate molto variabili come quelle degli ultimi giorni non è stato mai costante. La classifica dunque è rimasta invariata rispetto a tre giorni fa, dopo che-grazie alle prime due giornate con condizioni molto belle con raffiche anche sui 20  e più nodi, junior e donne avevano completato tre tabelloni e gli youth e master due. Per i quasi 170 partecipanti provenienti da 20 nazioni l’occasione di conoscere un territorio come l’Alto lago di Garda Trentino, tempio degli sport outdoor  e in particolare del windsurf. Colombia, Perù, Aruba, Guadalupa, Nuova Caledonia i Paesi più lontani rappresentati a questo mondiale; alta la partecipazione francese, turca, italiana.
Soddisfazione del presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti, che nel quarantesimo compleanno del club, ha vinto in questo Campionato il titolo master con il proprio atleta Andrea Cucchi, che ha battuto il turco Bora Kozanoglu, bronzo ancora tricolore del romano Andrea Rosati.
Le altre categorie:
GIRLS
Vittoria della francese di Guadalupa Jamaine Carlotti; prima under 17 Davico Ma (seconda anche youth) e secondo posto dell’italiana Anna Biagiolini (AVW Marina Julia Monfalcone). Vincitrice under 15  la norvegese Oda Sverre, mentre la turca Elif Ercan si è aggiudicata la vittoria delle più piccole under 13.
JUNIOR (under 17)
Ancora Guadalupa protagonista per il titolo dei più giovani con Jules Lohan, vincitore davanti al turco Berk Özcan e Nathan Westera di Aruba. Tra i giovanissimi l’Italia vince sia negli under 15 con il sardo (Oristano) Nicolò Spanu, che negli under 13 con  Matteo Azzarà di Reggio Calabria.
GRAN MASTER
Vittoria di Laurent Giovannelli dalla Nuova Caledonia, con argento del romano Marco Begalli (CV Scirocco).
YOUTH
La categoria più numerosa, quella degli youth, ha proclamato campione del mondo il francese Damien Arnoux. Terzo l’italo olandese Ennio Dal Pont, che è stato preceduto dal francese Basile Jacquin.
Durante la premiazione il presidente della classe IFCA (international Funboard Class Association) ha annunciato che con ogni probabilità la scelta per le Olimpidi in Francia nel 2024 sarà orientata allo slalom, una grande opportunità per tutti i giovani presenti a questo campionato del Mondo di Torbole, che potranno avere un futuro a 5 cerchi.

 

 

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>