Quando i sogni diventano realtà

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Quando i sogni diventano realtà

By Sailingsardinia   /     giu 26, 2015  /     Varie  /  

image

Grande Andrea! Andrea sta riuscendo in una impresa ciclopica che sicuramente rappresenta l’apice della sua carriera: Un Imoca 60! Ma ci pensate, un Imoca 60! Stiamo parlando di una barca che, quanto a tecnologia, é seconda solo ai catamarani di Coppa America; ma lì ci sono budget impensabili: si parla di cifre che sono inimmaginabili per la vela italiana ( se non per Bertelli). Anche lo stesso Soldini, che con gli sponsor ci sa fare, non pensa a cimentarsi in un’avventura della portata di quella di Andrea: anziché fare regate, va per gli oceani con  Vor70 a battere Records risalenti al secolo scorso. Andrea invece é arrivato all’inarrivabile, all’Everest della vela oceanica, quella della Vendè Globe, con gli ipertecnologici Imoca. Andrea è sempre stato un grandissimo nel gestire la sua immagine, con una comunicazione che va dritta al grande pubblico, accattivante, anche se a volte un po’ troppo “pompata”. Ma era quello che serviva per arrivare ai grandi traguardi che si era prefissato. E Andrea quando si mette una cosa in testa…Anche da ragazzo…Per dare l’idea della determinazione di Andrea mi viene in mente quando era andato in Australia a fare il mondiale 420. Stiamo parlando degli anni 80 e di un ragazzino di 15 anni. Tutta la squadra italiana aveva previsto di noleggiare la barca in loco, Andrea invece voleva regatare con la sua e tanto ha fatto, che è riuscito a portare il suo Nautivela ad Adelaide. Ma detto così sembra semplice…in realtà ha superato una tale quantità di problemi che chiunque si sarebbe arreso. Era partito con l’organizzazione sei mesi prima coinvolgendo una grandissima quantità di persone per superare ogni ostacolo, ogni cavillo burocratico. Ma lui non ha mai mollato. La stessa determinazione l’abbiamo rivista nel progetto Vento di Sardegna, iniziato quasi per gioco (ma di sicuro lui non pensava a giocare) con tutti quanti che guardavano con aria scettica un Andrea Mura, reduce da un deludente tentativo di campagna olimpica con il Tornado. Ma lui aveva già le idee chiarissime e nulla lo schiodava dal suo obbiettivo, anche davanti a ostacoli insormontabili. Anche ora lui va avanti e chissà quanti ostacoli sta superando con la sua determinazione, quanti ne ha già superato e quanti gli si stanno presentando davanti. Andrea ha in testa la Vendè e sarà anche finalmente l’occasione per vederlo competere in una vera competizione in reale ( chi arriva primo vince), allo stesso livello dei suoi avversari, e che avversari! La Vendè  Globe è il sogno di Andrea e la sua determinazione fa’ sì che i sogni diventino realtà!

 

Immagine anteprima YouTube

 

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami