Rsx Youth Worlds: Ciabatti settimo e Di Tomassi Ottavo

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Rsx Youth Worlds: Ciabatti settimo e Di Tomassi Ottavo

By Sailingsardinia   /     nov 27, 2016  /     Varie  /  

imageÈ sembrata una Medal di un altro Campionato, nel senso che vedere una regata finale disputata con vento appena superiore al limite minimo, dopo un’intera settimana di gare corse quasi sempre con vento intorno ai venti nodi, sembra proprio strano. E la cosa che salta subito agli occhi è stato vedere che, nonostante le condizioni siano state molto diverse, diverso non è stato il protagonista: Yoav Omer. Il forte surfista israeliano ha dominato sia con il vento forte dei primi giorni, sia con la bonaccia della Medal Race, vincendola. Uno strapotere che inquadra, di diritto, il neo Campione del Mondo, tra i protagonisti internazionali del quadriennio olimpico  di Tokyo 2020. La piacevole sorpresa della Medal ce la regala invece Carletto Ciabatti, arrivando subito dietro l’israeliano, conquistando così un secondo posto necessario per chiudere il Campionato in settima posizione. Per lui un bilancio in agrodolce. Negativo, per lui, l’inizio con il vento fresco, sicuramente non adatto al suo fisico sottodimensionato per le condizioni overpower, inizio che è durato per ben tre giornate, per un totale di nove prove. Poi l’ultimo giorno delle regate in Gold Fleet, si è presentato a trenta punti dal decimo, con poche speranze di entrare in Medal Race. Invece, il vento ha dato una tregua e, il surfista del Windsurfing Club Cagliari, è riuscito ad agguantare la tanto desiderata Medal Race. Oggi poi, con vento ancora più leggero, Carlo ha centrato un importante secondo posto che vale, come giá detto, un settimo posto finale. Una delle sue massime è Never Give Up, non mollare mai, e questa volta la sua tenacia è stata premiata.image

Percorso totalmente inverso per Luca Di Tomassi. Luca è l’unico azzurro con le leve necessarie per affrontare in, RSX, le condizioni più dure, ha iniziato alla grande centrando una serie di risultati degni da podio. Luca ha viaggiato forte nel Grecale di Cipro, rimanendo sempre nel gruppetto di testa e ipotecando da subito un grande risultato. Purtroppo quando il vento è calato ha fatto qualche svarione di troppo e dal sesto posto in classifica generale è sceso fino all’ottavo, complice anche questa Medal Race, corsa in condizioni veramente troppo leggere. L’ottavo posto di Cipro che si aggiunge al settimo dell’Europeo di Helsinki, confermano Luca uno dei top surfer della categoria Youth, conferma che acquista ancora più valore nell’ottica della stagione 2017  che vedrá il surfista romano regatare ancora nella categoria giovanile.

“Alle regate ho sempre pensato “poverino l’undicesimo” che arriva ad un passo dalla medal race (regata finale a cui partecipano solo i primi 10). Oggi è toccato a me, al mio ultimo mondiale da U19, dopo le tre fantastiche regate di oggi (4; 2; 2), che mi fanno raggiungere proprio l’ undicesima posizione, dopo un mondiale andato non benissimo con condizioni molto impegnative.” Questo è quanto postato su facebook da Matteo Evangelisti giunto appunto undicesimo. Matteo è quello che più di tutti ha pagato la persistenza del vento forte in tutto il campionato. Nell’unica giornata leggera i suoi piazzamenti (4-2-2) chiariscono perfetttamente che mondiale sarebbe stato per lui se ci fosse stato vento più leggero. Ora si deve concentrare per il Mondiale ISAF che si terrá tra poco più di un mese in Nuova Zelanda

Immagine anteprima YouTube

Prossimamente i commenti dei protagonisti. Stay Tuned

CLASSIFICA

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami