Ruggero, Caterina e Flavia!

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Ruggero, Caterina e Flavia!

By Sailingsardinia   /     apr 06, 2018  /     Varie  /  

imageRuggero Tita e Caterina Banti hanno semplicemente confermato ciò che si vociferava nell’ambiente Nacra durante quest’Inverno. Negli allenamenti cagliaritani i due avevano mostrato di essere ampiamente superiori a tutti gli equipaggi che hanno frequentato in Inverno le acque del Poetto. In tutte le condizioni avevano sempre mostrato l’assetto migliore. Volo o non volo di bolina (il grande dilemma di questo Inverno) Ruggi e Cate erano sempre avanti a tutti. A Palma si doveva solo capire se, le loro grandi prestazioni sarebbero stati sufficienti per stare davanti anche a quelli che si sono allenati negli altri centri di aggregazione Nacra. E così è stato. Oggi, alla vigilia della Medal Race del Trofeo Princesa Sofia, Tita-Banti si ritrovano già in tasca la vittoria matematica. Ma una vittoria così schiacciante non è frutto del solo miglior assetto, del miglior passo. Ok, sono stati veloci, ma hanno hanno regatato dannatamente bene e hanno mostrato una forza incredibile, nel gestire lo stress da primo posto, primo posto conquistato già dalla prima prova e mantenuto, nonostante i ripetuti attacchi degli avversari, fino alla fine. Sono stati veramente completi, fortissimi! Domani per loro la Medal Race avrà valore solo per la conquista del Trofeo Princesa Sofia, che sarà assegnato al team col punteggio finale migliore.

Nella Medal ci saranno anche Bressani-Zorzi autori di un grande campionato con piazzamenti incredibilmente regolari. Per loro una Medal difficile che, numeri alla mano, li vede con difficili possibilità di guadagno, rispetto alle possibilità di attacco da parte degli inseguitori. Ma timona Bressani…

76d1fa5da1579a92a090dddb006e3f92_photo_750x1000Nel 49er chiude la sua momentanea esperienza Pietro Sibello che, con Giacomo Cavalli, ha conquistato un dignitoso ventunesimo posto. La mancanza di allenamento non ha permesso loro di fare meglio ma la vittoria della prima prova è stato un momento veramente magico per tutto il movimento velico. “Il poco allenamento e il poco affiatamento con Giacomo, ci ha fatto mancare un pò di passo, un pò di padronanza del mezzo e l’occhio per le regate veloci come lo sono quelle in 49er, barca dinamica dove tutto deve funzionare perfettamente.” La partecipazione di Pietro alle regate di Palma rimane comunque una delle grandi emozioni della settimana.

1000 (1)Flavia Tartaglini e il windsurf femminile, ancora una volta, dimostrano di essere uno dei pezzi forti della vela italiana. Con la giusta maturità agonistica, la surfista delle Fiamme Gialle arriva in Medal da terza, dopo un inizio tentennante. Se andiamo a guardare le foto delle regate, non si riesce a trovarne una in cui non stia ridendo, in cui non si stia godendo il piacere della regata. E forse è proprio questo lo spirito che la spinge ad andare così forte. Se si divertirà in Medal come ha mostrato di divertirsi durante le regate di qualificazione, ci sarà poco spazio per gli altri. Marta Maggetti conclude al sedicesimo posto una settimana che l’ha vista fare molto bene ma con qualche scivolone di troppo. “Ho migliorato nelle partenze che sono sempre state il mio punto debole” racconta Marta evidenziando i punti positivi senza nascondere che il risultato non l’ha soddisfatta. Per lei ora qualche giorno a Cagliari ma poi, inizia subito una serie di allenamenti sul Garda,

1000Negli RSX maschi una settimana che, nonostante qualche guizzo positivo, non è stata delle migliori. Una settimana no ci sta per tutti, anche per Mattia Camboni che raramente sbaglia un colpo. Matteo Evangelisti aldilà del risultato finale ha fatto vedere qualche buon numero con quattro piazzamenti nei primi dieci, mentre Carlo Ciabatti, anche lui autore di qualche buona prova, si è caricato di qualche parziale decisamente negativo.

 

CLASSIFICHE

 

comunicato FIV

Cinque vittorie in dieci classi con un giorno di anticipo al Trofeo Princesa Sofia di Palma di Maiorca. Oltre ai nostri Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza/CC Aniene) nella classe Nacra 17, di cui vi abbiamo già dato notizia, anche Giles Scott (GBR) nei Finn, Mat Belcher e Wil Ryan (AUS) nei 470 M, Anne Marie Rindom (BEL) nei Laser Radial e Annemiek Bekkering e Annette Duetz (NED) negli FX.

Domani alle 11 partono le Medal Race e ci sono tre equipaggi italiani da seguire: Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) negli RS:X al momento terza a 14 punti dalla seconda e solo 4 dalla quarta; e nei Nacra 17 ci sono sia i vincitori Tita-Banti (che scendono in acqua per conquistare il Trofeo Princesa Sofia che va all’equipaggio con il minor numero di punti) e Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (CC Aniene/Marina Militare) che sono quinti a 21 punti dal podio, e pericolosamente vicini a sesti e settimi. Saranno due Medal Race da non perdere!

Peccato per Alessio Spadoni (CC Aniene) che chiude una bella settimana di regata in 11esima posizione, a soli cinque punti dalla Medal Race, dopo essere stato anche in terza posizione durante la settimana. Così come per Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) che termina la regata nella baia di Palma al 19esimo posto a causa di due ultime giornata non brillanti.

Tre dei cinque equipaggi italiani di 49er si trovano intorno al 20esimo posto raccolti in 10 punti: Jacopo Plazzi Marzotto e Andrea Tesei (CC Aniene) 18esimi a 162 punti, Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare), ventesimi a 167.4 e Pietro Sibello e Giacomo Cavalli (CNAM Alassio/CV Gargnano) ventunesimi con 172. Sibello era venuto a Palma per riprovare il piacere di regatare con il 49er e si augurava di entrare in gold fleet, obiettivo che ha ampiamente raggiunto.

Domani giornata di Medal Race dalle 11.

CONVERSATION

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>