Tutto da rifare?

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Tutto da rifare?

By Sailingsardinia   /     mar 25, 2020  /     Varie  /  

2021olimpiadiCon l’ufficialità da parte del CIO che le Olimpiadi non si faranno nell’Estate 2020, cambiano ora tutti i programmi agonistici in Italia e nel mondo

La prima cosa con cui fare i conti è capire lo sviluppo dell’epidemia del Covid-19. Tutti i tecnici delle federazioni sono già al lavoro per mettere in piedi dei nuovi programmi che prevedano l’allungamento della preparazione e selezione olimpica. Ma che dati abbiamo in mano? Quanto durerà lo stato di quarantena? Quando e come si ritornerà (ma soprattutto si ritornerà) ad una vita normale?  

Insomma, sino a quando non si vedranno le curve statistiche del Coronavirus cambiare rotta, è molto difficile capire cosa succederà nel mondo della vela olimpica

yysw228696I primi quesiti arrivano dalle classi per cui questa di Tokyo sarà l’ultima Olimpiade: Finn ed RSX. Per il Finn non dovrebbe cambiare niente perchè si tratta solo di allungare il quadriennio di un anno, senza nessun cambiamento nella barca. europei-rsx-2017-tartaglini-copiaMentre per l’RSX, la tavola a vela, la questione è più complessa perchè Neil Pryde ha praticamente già chiuso la produzione. Il Presidente della Classe, Carlo Dalla Vedova, dice che si tratta di produrre altre 150 tavole (il cantiere che le produce è Cobra) e altri 400/450 rigs. Sembra esclusa la possibilità che si anticipi il passaggio alla futura classe olimpica IQ-Foil che comunque aveva in programma di iniziare l’attività nel 2020 (?)

L’Italia non aveva ancora ufficializzato nessun rappresentante per Tokyo, quindi bisognerà capire se si prolungheranno le selezioni di un anno ancora o si concentrerà sui personaggi che aveva individuato per l’edizione 2020. Anche se in qualche classe c’erano ancora dei ballottaggi.

Come sarà il calendario 2020/21? Come funzioneranno le selezioni per le nazioni ancora senza il pass olimpico? Il quadriennio per Parigi 2024 durerà solo tre anni?

Nel giorno zero per Tokyo 2021 sono ancora tanti, tantissimi gli interrogativi per il mondo della vela. Sempre che questo maledetto virus non ci faccia cambiare radicalmente tutte le nostre priorità…

Il comunicato FIV

Il CIO e il Governo giapponese concordano in teleconferenza una prima decisione: “Le Olimpiadi devono essere riprogrammate a una data successiva al 2020, e non oltre l’estate 2021″.

Il Comitato Olimpico, la nazione giapponese, i vertici organizzativi dei Giochi di Tokyo 2020 e della gestione dello sport olimpico mondiale, hanno ricevuto gli ultimi dati dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, e hanno condiviso una prima decisione storica: le Olimpiadi previste dal 24 luglio al 9 agosto di quest’anno, saranno rinviate a oltre il 2020, in una data compresa tra gennaio e agosto 2020. Il nome resterà Tokyo 2020. La fiamma olimpica resta in Giappone.

Questo il passaggio cruciale della decisione dal comunicato del CIO: “Nelle circostanze attuali e sulla base delle informazioni fornite oggi dall’OMS, il Presidente del CIO e il Primo Ministro del Giappone hanno concluso che i Giochi della XXXII Olimpiade di Tokyo devono essere riprogrammati a una data successiva al 2020, ma non oltre l’estate 2021, per salvaguardare la salute degli atleti, di tutti i partecipanti ai Giochi olimpici e della comunità internazionale.”

Solo dopo l’ufficialità delle nuove date, che potrebbero arrivare entro quattro settimane come anticipato dal presidente CIO Thomas Bach, e dopo le opportune valutazioni della federvela mondiale World Sailing, si potrà sapere quali saranno le decisioni e i nuovi calendari della Vela, in particolare per i restanti eventi di Qualifica olimpica continentale.

In serata World Sailing ha emesso un breve comunicato in cui si legge tra l’altro: “World Sailing, l’organo di governo mondiale dello sport, sostiene il CIO e la decisione del Comitato Organizzatore di Tokyo 2020 di garantire la salute e il benessere di atleti, tifosi e personale di supporto in tutto il mondo. Il presidente Kim Andersen e il World Sailing Executive Office sono in diretta comunicazione con il dipartimento sportivo del CIO. Il CIO si sta impegnando con World Sailing per sviluppare i piani necessari in piena collaborazione e per garantire la massima trasparenza con un focus sulle informazioni dedicate agli atleti della vela mondiale.”

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami