Windsurf olimpico: foil o non foil?

La vela della Sardegna sul web
Sailingsardinia
Follow Me

Windsurf olimpico: foil o non foil?

By Sailingsardinia   /     ott 18, 2019  /     Varie  /  

ImmagineA giorni ci sarà la decisione finale sulla tavola a vela da usare a Parigi 2024. Evitando i facili entusiasmi e toni a volte accesi, che caratterizzano la discussione sulla  candidatura tra Foil ed RSX, abbiamo provato ad analizzare oggettivamente le due classi, cercando di evidenziare i punti forti e i punti deboli di ognuna

ImmagineIn questa tabella, assieme ad una “commissione tecnica” fatta da un pool di regatanti di entrambe le discipline, abbiamo buttato giù alcuni punti che dovrebbero essere fondamentali per prendere la decisione finale

Range vento

gettyimages-805326920-1024x1024Foil. È vero che ormai si riesce a volare già con cinque nodi ma,  in regate con un limite così basso è innegabile che ci sarà chi vola e chi no. E la differenza tra volare e non volare è abissale. La conseguenza è che con vento leggero ci saranno sicuramente concorrenti che protesteranno su intensità del vento. Poi Con vento oltre i venti nodi e una sola vela, tutti sono concordi che potrebbe non essere possibile

RSX. Non c’è nessun limite quindi, una volta conclusa la regata, i concorrenti hanno ben poco da protestare. Di fatto la regata fatta pompando non è di certo il massimo. Anche se c’è chi sostiene che nel pompaggio emergono quelli qui atleticamente preparati. Con vento oltre i venti nodi regate se ne sono fatte parecchie, anche fino a trenta nodi…

 

Spettacolo.

zzzzDSC03882Foil. Il windsurf volante è sicuramente più accattivante, più sensazionale. Vedere la tavola volare sull’acqua, nel silenzio totale, è un gran bel vedere. Di sicuro il futuro passa da qui e, con il foil, si eliminerebbe il triste spettacolo delle regate solo pompaggio

RSX. Ci sono tre tipi di regata: pompaggio, Railing e planante. Nella prima si pompa e basta. Nella seconda si plana con la deriva, nella terza si plana sulla pinna. Tre diversi modi di affrontare la regata. Ma lo spettacolo migliore lo da la regata stessa, non il mezzo con cui l’affronti. La domanda che sorge spontanea è: sono più belle le attuali regate di Coppa America o quelle fatte a Valencia con i vecchi ACC?

 

Costi

72484344_10156665351555814_6316819439740256256_nFoil. Il foil è decisamente più caro (si parla di un 30% in più) anche se sembra che, alla lunga, l’aumento dei costi è assorbito dalla migliore qualità del materiale

RSX. Costa molto, sempre troppo, soprattutto in regime di monopolio e non ha corrispondenza di qualità. Soprattutto negli ultimi anni hanno prodotto male, spesso con tanti difetti, e non hanno garantito le consegne. Però siamo sempre a costi più bassi rispetto a quanto presentato dalla classe foil

 

Divertimento. 

59916360_2470457332978603_4439279902247616512_nFoil. Qui ci sono ben poche argomentazioni da fare: il windfoil è in piena crescita e la dice lunga il fatto che, se non dovesse diventare olimpico, il mercato continuerebbe a crescere. E’ decisamente divertente!

RSX. Al contrario, se dovesse cessare lo status olimpico, la classe morirebbe in tempi brevissimi. Nessuno si compra un RSX per puro diletto; lo si compra solo ed esclusivamente per regatare in classe olimpica, non per divertirsi

 

Continuità con Techno 293.

techno-293-campionato-europeo-atene-2018_62670Foil E’ vero, tanti regatanti sul Nacra 17 sono ex Optimisti, quindi se la classe olimpica dovesse essere “volante” non è detto che il Techno non sia propedeutica. E’ anche vero che con il foil forse si potrebbe arginare, grazie al divertimento, quella dispersione di ragazzi che, appena finito con il Techno, abbandonano completamente l’attività agonistica.  Però…

RSX …Però l’RSX sarebbe il passaggio più naturale: le regate in RSX sono le stesse che i nostri ragazzi stanno facendo con il Techno e quindi continuerebbero il percorso già iniziato

 

Associazione di classe.

c.dallavedovaLa classe RSX è una realtà già esistente e strutturata, la classe Windfoil  è all’anno zero

 

Pericolosità

20170621_164211_637Foil La vela volante in genere è decisamente più pericolosa rispetto alla vela tradizionale e anche ai tests del Garda Marta Maggetti ha dovuto ritirarsi per una botta presa al piede a seguito di una caduta con il foil

RSX Sicuramente ha dei rischi veramente contenuti e finora la casistica è decisamente positiva

 

Prestazioni.

Confrontare il Windfoil con l’RSX è come fare un paragone tra una Ferrari e una Cinquecento, il nuovo con il vecchio, lo sci da discesa libera e il telemark…Insomma, il paragone proprio non regge

 

Qualità Materiali

72176337_10212328150077147_1877233456648290304_oFoil. La nuova classe sembra garantire una standard qualitativo decisamente alto con design e materiali al top

RSX. Finora non è stata all’altezza degli standard richiesti e, con prezzi decisamente esorbitanti, prodotto con materiali scadenti dalla durata ridicola. Potrebbe cambiare se si facesse un multibrand

 

Diffusione

primary-world-wall-map-political-without-flags_wm00797Foil. Dire numeri su questa voce è ancora difficile. C’è però una certezza: sono sempre più gli appassionati che acquistano il windfoil. La cosa positiva è che il mondo foil sta crescendo autonomamente e sarebbe curioso vedere quanto crescerebbe con lo status olimpico

RSX Il Mondiale di Torbole ha avuto dei numeri incredibili, difficilmente eguagliabili da qualsiasi altra categoria di tavola a vela. La classe è molto diffusa in tutto il mondo e soprattutto nei paesi asiatici che pesano non poco all’interno di World Sailing

 

Peso atleta

Diciamo che nel Windfoil il peso ideale dovrebbe essere sopra gli ottanta kg (l’attuale Campione del Mondo pesa circa un centinaio di kg!), mentre nell’RSX il peso forma è tra i 72 e i 75kg. Si tratta di capire chi, World Sailing, vorrebbe vedere sulla classe olimpica.

 

Immagine2Ecco, con le valutazione di sopra, abbiamo  compilato la tabella che sembra dare un leggero vantaggio all’RSX.  Sarebbe stato giusto dare anche una valutazione, un peso alle singole voci, giusto per capire se (per esempio) il Range vento sia più importante delle prestazioni, o la diffusione sia importante quanto la voce costi: i risultati potrebbero cambiare totalmente. Fuori tabella rimane la Recommendation per il Windfoil dopo i tests di Torbole e il fatto che la classe RSX stia lavorando per avere una tavola multibrand per eliminare la disastrosa gestione Neil Pryde avuta finora

Quanto scritto sopra sono solo le nostre considerazioni che di certo non sono ne la bibbia del windsurf, ne hanno la pretesa di voler dire quale debba essere la scelta giusta per Parigi 2024. Abbiamo solo aggiunto una voce al dibattito già in corso e ancora totalmente aperto.

Di certo la scelta sarà difficile, molto difficile, e bisogna anche capire quanto i giochi di potere, la politica e gli interessi commerciali, influenzeranno la decisione.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami